10 alternative di birra da bere quest'estate

La birra potrebbe essere la bevanda alcolica preferita da molti adulti americani, ma può fare un numero sul tuo girovita. E non è nemmeno un amico dello stile di vita senza glutine. Quindi, quando le temperature aumentano, perché non raggiungere una bevanda refrigerata diversa dalla famiglia della birra?

C'è un'eccitazione che deriva dal provare qualcosa di esotico - qualcosa di completamente diverso dalla bozza che di solito ordini. Queste 10 alternative alla birra tradizionale provengono da tutto il mondo. Alcuni sono noti sostituti della schiuma, mentre altri sono relativamente sconosciuti ai bevitori del Nord America.

Alza un bicchiere a queste alternative di birra!

Kvas

Nell'Europa nord-orientale, il kvas viene spesso venduto per strada e servito da una grande botte su ruote. (Foto: nikolpetr / Shutterstock)

Il kvas è popolare in Russia da secoli. È fatto immergendo il pane (spesso segale) in acqua e aggiungendo lievito e zucchero per iniziare il processo di fermentazione e aggiunte come miele, uvetta o menta possono essere aggiunte per sapore, rapporti NPR. Il kvas fermenta solo per alcuni giorni e la bevanda risultante ha una gradazione alcolica compresa tra l'1% e il 3%. In Russia, è spesso considerata una bevanda analcolica. Durante l'estate nell'Europa dell'Est che beve kvas, la bevanda viene spesso servita per strada da una grande botte su ruote.

Il kvas ha un sapore decisamente aspro. L'acido prodotto dalla fermentazione e il basso pH dovrebbero essere buoni per la salute perché favoriscono la crescita di batteri buoni mentre uccidono batteri cattivi. Il kvas prodotto in serie non ha questa composizione batterica, ma alcuni artigiani stanno cercando di rilanciare i metodi di fermentazione tradizionali che consentono loro di creare un drink più vicino a uno prodotto nell'Europa orientale per secoli.

kombucha

Kombucha è diventato un punto fermo nei negozi di alimenti naturali. (Foto: Brent Hofacker / Shutterstock)

Il Kombucha è un tè fermentato che, come il kvas, ha probiotici che possono fare bene alla salute dell'intestino, come spiega il Washington Post. La bevanda, che può essere preparata con tè nero o verde, veniva tradizionalmente preparata in casa, ma le varietà prodotte commercialmente sono ora disponibili in Nord America e in Europa (spesso nei negozi di alimenti naturali). I primi usi del kombucha risalgono a diversi secoli in Cina, Europa orientale, Russia e Giappone. Ora, tuttavia, è consumato in tutto il mondo.

Viene spesso chiamato "tè ai funghi" perché durante il processo di fermentazione si forma una massa simile a un fungo. Si ritiene che il termine kombucha derivi dal giapponese, anche se potrebbe essere un errore di traduzione poiché la parola giapponese più vicina, konbucha, è una specie di tè alle alghe. Come il kvas, il kombucha ha una gradazione alcolica inferiore alla birra, anche se alcune varietà fatte in casa e piccole quantità possono avvicinarsi alla forza della birra. Le varietà che vengono vendute come tonici per la salute devono avere una gradazione alcolica inferiore allo 0, 5% per evitare di essere designate come bevande alcoliche negli Stati Uniti.

prateria

L'idromele viene spesso mescolato con spezie o frutta, come questo idromele, noto anche come cisti. (Foto: Roger Asbury / Shutterstock)

L'idromele è una bevanda distintiva a base di miele. A differenza del kvas e del kombucha, di solito è più forte della birra, con una gradazione alcolica più simile al vino (tra il 6% e il 20%). L'idromele è una delle bevande alcoliche più antiche: nella letteratura greca antica e indiana antica si parla di vini al miele. Un'analisi chimica della ceramica risalente a 8000 anni fa ha mostrato tracce di sostanze simili all'idromele.

Nonostante non abbia mai guadagnato la popolarità del vino, l'idromele è apprezzato nell'Europa orientale e settentrionale e una varietà più tradizionale di alcol a base di miele è popolare nell'Africa orientale. In Nord America, i piccoli produttori artigianali di idromele hanno avuto un certo successo nel riportare l'antica bevanda nella coscienza pubblica e offrire alle persone un'alternativa sia alla birra che ai vini a base di uva.

kava

Kava è popolare nel Sud Pacifico, dove è ancora preparato con metodi tradizionali. (Foto: bdearth / Flickr)

La pianta di kava è facilmente riconoscibile per le sue foglie a forma di cuore. Per i bevitori di kava, tuttavia, la parte più importante della pianta è la sua radice. A differenza di tutti gli altri sostituti della birra nel nostro elenco, questo non contiene alcool. Tradizionalmente, il kava viene bevuto nelle regioni del Pacifico meridionale della Micronesia, Melanesia e Polinesia. Se preparato correttamente, una bevanda simile al tè contenente la radice produce un effetto sedativo. Nella tradizione polinesiana, si pensa che dia questa sensazione rilassata senza diminuire la chiarezza mentale. Per questo motivo, a volte a kava viene attribuito un significato religioso o cerimoniale.

Sebbene il kava sia vietato da alcuni paesi, viene spesso utilizzato dagli erboristi occidentali per curare l'ansia. Attualmente non vi è alcun divieto alla radice negli Stati Uniti e i bar kava stanno spuntando in tutto il paese in luoghi con grandi popolazioni polinesiane e persino nei quartieri alla moda di New York, come riporta il New York Daily News.

Cedro

Il sidro è un'opzione più sana della birra con meno carboidrati e calorie. (Foto: Brent Hofacker / Shutterstock)

Il sidro, che viene spesso definito "sidro duro" per differenziarlo dalle caraffe di succo che comprate nei meleti in autunno, è più popolare nel Regno Unito, in Irlanda e in parti dell'Europa continentale, ma ha fan negli Stati Uniti Anche Stati e Canada. Il sidro è probabilmente l'alternativa alla birra più popolare perché ha una gradazione alcolica simile, ma è senza glutine e spesso ha meno carboidrati e calorie.

Il processo di produzione del sidro inizia tradizionalmente schiacciando le mele in una pressa prima di fermentare il succo in botti o vasche per almeno tre mesi. Alcune varietà vengono fatte fermentare più a lungo, determinando una maggiore gradazione alcolica e un sapore diverso rispetto ai sidri più giovani. Come la birra, molti produttori di sidro artigianali producono piccoli lotti di prodotti di alta qualità, prestando particolare attenzione alla creazione di aromi unici "di marca". Le varietà prodotte in serie come Strongbow, dal Regno Unito e Magners, dall'Irlanda, vengono esportate in tutto il mondo.

Birra allo zenzero

Crabbie's è una delle versioni più popolari della birra alcolica allo zenzero. (Foto: wapster / Flickr)

Esistono due varietà di birra allo zenzero. Uno è analcolico e gassato con anidride carbonica. L'altro, spesso marchiato come "birra alcolica allo zenzero" per distinguerlo dalla bibita analcolica, è una bevanda fermentata originariamente diffusa nel Regno Unito ma ora viene venduta in tutto il mondo.

La Ginger Beer di Crabbie, prodotta per la prima volta a Edimburgo, viene esportata in Nord America. Al 4, 8% di alcol in volume, ha una forza simile alla birra. Il prodotto distribuito nel Regno Unito è completamente privo di glutine, ma la versione americana no. Nei Caraibi, le versioni analcoliche della birra allo zenzero sono arricchite con rum dei Caraibi scuri per creare un cocktail chiamato Dark and Stormy, che è diventato un drink d'autore sulle Bermuda, in Giamaica e in molte altre isole.

Sorgo

Una donna prepara sorgo per fare la birra per un festival in Etiopia. (Foto: Vlad Karavaev / Shutterstock)

Oggi, molte marche di birra senza glutine sono prodotte utilizzando il sorgo come ingrediente principale. Il sorgo è stato usato per la prima volta per produrre alcolici in Cina. Ancora oggi, il liquore cinese distillato come il maotai viene prodotto utilizzando il grano. In Africa, la birra al sorgo è stata a lungo molto popolare. È conosciuto con nomi diversi in diverse parti del continente. Si chiama pombe in Africa orientale e burukutu in Nigeria. La birra di sorgo è ampiamente servita anche in Sudafrica. Di solito viene prodotto in grandi vasi di metallo (tradizionalmente a fuoco aperto) e "inacidito" durante il processo di fermentazione. Questo passaggio, che non viene utilizzato nella produzione di birra, conferisce alla birra africana al sorgo un gusto molto particolare.

I produttori di birra americani hanno iniziato a utilizzare il sorgo per produrre birra senza glutine. Il Lakefront Brewery di Milwaukee è stato uno dei primi a farlo con il suo marchio New Grist. Altre aziende, come Bard's Tale, hanno anche offerte di birra al sorgo ampiamente distribuite negli Stati Uniti.

Vino di palma

Il vino di palma è prodotto dalla linfa di varie specie di palme. (Foto: GinaD / Wikimedia Commons)

Il vino di palma è una bevanda a fermentazione naturale popolare in Asia e Africa. È conosciuto con nomi diversi a seconda di dove viene prodotto, ma il metodo di raccolta della linfa della palma e fermentazione è molto simile ovunque. Il processo di produzione del vino di palma inizia quando la linfa viene estratta da una palma (vengono utilizzate la palma da cocco, la palma da dattero e altre varietà). Questo a volte richiede che il tapper si arrampichi in alto sull'albero.

La linfa inizia a fermentare dopo essere stata prelevata dall'albero e dopo due o tre ore il liquido ha una gradazione alcolica dal 3% al 4%. Di solito viene consumato a questo punto perché è nella sua forma più dolce. Se la fermentazione continua, il sapore diventa più acido, ma la bevanda diventa più forte (fino al 10% al 12% di alcol). Se si lascia fermentare il liquido per più di un giorno, diventa come aceto ed è imbevibile. Alcuni tapper e collezionisti di linfa aggiungono lieviti locali per aumentare la potenza. Il vino di palma non è ampiamente disponibile negli Stati Uniti a causa del processo con cui viene prodotto e del fatto che dovrebbe essere gustato fresco.

pulque

Pulque è ancora venduta nelle zone rurali in cui cresce l'agave, a volte dalla parte posteriore di un asino. (Foto: Tomas Castelazo / Wikimedia Commons)

Il Messico è famoso per la sua tequila. Tuttavia, un'altra bevanda meno conosciuta (e meno potente) viene prodotta dalla stessa famiglia di piante utilizzata per produrre sia la tequila che il suo cugino che indossa vermi, il mezcal. La pulque è prodotta dalla linfa di alcune specie di agave. Dopo la raccolta, la linfa viene fermentata con batteri speciali. Il processo di fermentazione è continuo, quindi la pulque deve essere consumata subito dopo essere stata rimossa dalle vasche di fermentazione. Il processo dura di solito una o due settimane.

La pulque viene bevuta da alcuni locali nelle aree in cui cresce l'agave e ci sono sforzi per far rivivere l'interesse dei turisti aggiungendo la pulque ai tour di tequila o offrendola come alternativa meno potente e tradizionale al liquore più duro.

Interesse

Nonostante sia generalmente classificato come vino o spirito, il sake viene preparato usando un processo simile alla produzione di birra. (Foto: Rog01 / Flickr)

Il sake è una nota bevanda alcolica giapponese. Di solito è classificato come un vino o uno spirito, ma il processo di fermentazione è in realtà molto più vicino alla birra rispetto al vino o al liquore distillato. Il sake è fatto con riso e, come la birra, l'amido viene convertito in zucchero prima di essere fermentato. A differenza della birra, che ha fasi di fermentazione separate, la conversione dell'amido in zucchero in alcool avviene in una sola fase.

Il sake ha una gradazione alcolica dal 15% al ​​20%. Sono disponibili sia versioni filtrate trasparenti che non filtrate opache. Un tipo di muffa viene effettivamente cosparso sul riso per avviare il processo di fermentazione (lo stesso stampo viene utilizzato per fermentare i semi di soia che verranno utilizzati per preparare la salsa di soia). Il processo di fabbricazione del sake dura circa un mese, sebbene possa variare a seconda della varietà prodotta.

Articoli Correlati