10 cose che non sapevi su Johnny Appleseed

Ogni anno, durante l'Arbor Day, le persone in tutto il mondo festeggiano piantando alberi dentro e intorno ai loro quartieri. Ma non importa quanti alberi piantiamo tutti, i nostri sforzi probabilmente impallidiranno rispetto a quelli del più leggendario piantatore di alberi, Johnny Appleseed.

Ecco alcune cose che potresti non sapere su questa affascinante figura storica:

1. Era un vero amico

A differenza di molte altre figure leggendarie del Midwest americano, Johnny Appleseed era una persona reale. Nato nel Massachusetts nel 1774, John Chapman era un frutteto e vivaista professionista che iniziò i suoi viaggi per piantare alberi di mele all'inizio del XIX secolo. Anche se una figura ben nota ai suoi tempi a causa dei suoi viaggi costanti, la sua leggenda è cresciuta solo negli anni successivi alla sua morte.

2. In realtà aveva in mente il profitto

Ovunque abbia viaggiato Chapman, ha fatto molto di più che piantare alberi. E nonostante le tradizioni popolari, non ha solo sparso casualmente semi di mela ovunque abbia viaggiato. Invece, ha fondato interi vivai di mele rivendicando terre alla frontiera dove nessun altro si era insediato (i meleti hanno stabilito la proprietà legale della terra in molte regioni di insediamento). Avrebbe piantato questi frutteti, se ne sarebbe andato, lasciandoli crescere per un po ', aspettando che le persone si stabilissero nella regione, e poi sarebbe tornato anni dopo per vendere gli alberi per un alto profitto.

3. Le mele di Johnny Appleseed non erano da mangiare

Se provassi a mangiare una delle mele di John Chapman, non sarebbe un'esperienza gustosa. Gli alberi che ha piantato hanno prodotto mele piccole e aspre che erano destinate alle distillerie, dove venivano utilizzate per produrre sidro duro e applejack (una specie di brandy), due delle principali bevande alcoliche del giorno. (Questa parte è stata modificata dalla legenda abbastanza rapidamente.)

4. Ha anche piantato idee

Chapman si considerava un missionario della Nuova Chiesa, una denominazione cristiana che si stabilì alla fine del 18 ° secolo e predicò che natura e Dio si intrecciavano. Diffuse questi insegnamenti ovunque piantasse i suoi semi.

Johnny Appleseed ha piantato alberi di mele in molte parti del paese. (Foto: Dakota Calloway [CC BY 2.0] / Flickr)

5. Non indossava davvero una latta in testa

La maggior parte delle raffigurazioni di Johnny Appleseed lo raffigurano con una pentola di latta in testa. In realtà, Chapman preferiva un cappello di latta. (Ha mangiato il suo cappello, però, che è dove probabilmente è nata la leggenda.) Per quanto riguarda gli abiti logori e i piedi senza scarpe che vediamo nella cultura popolare? Erano reali.

6. Amava gli animali e divenne vegetariano

I resoconti dei viaggi di Chapman indicano che era un amante di tutti i tipi di creature, anche di insetti. Una storia descrive la sua tristezza quando le zanzare volarono nel suo fuoco serale: "Dio proibisca che io accenda un fuoco per il mio conforto, che dovrebbe essere il mezzo per distruggere qualsiasi delle sue creature", ha riferito. Ad un certo punto della sua vita, ha portato questa devozione alla sua naturale conclusione ed è diventato vegetariano.

7. Non ha solo piantato semi di mela

Chapman portava anche i semi per le piante medicinali, così come le piante stesse, che era noto per dare ai nativi americani. Aveva un ottimo rapporto con gli indiani locali, che lo accolsero ovunque viaggiasse.

8. È morto ricco, ma la sua fortuna non è durata

Chapman possedeva una stupefacente 1.200 acri di vivai insieme a diverse altre terre al momento della sua morte. Poiché non si è mai sposato e non ha avuto figli, queste proprietà sono andate da sua sorella. La sua proprietà avrebbe potuto essere molto più grande se non per due cose: non registrava sempre dove stabiliva alcuni dei suoi frutteti e doveva vendere parte della sua terra durante il panico finanziario del 1837. Sfortunatamente, la maggior parte di ciò che rimase fu venduto per pagare le tasse arretrate dopo la sua morte.

9. La leggenda di Chapman crebbe rapidamente dopo la sua morte

Era un personaggio noto in tutte le regioni in cui aveva viaggiato - così noto che la gente lo invitava nelle loro case per ascoltare le sue storie - ma la leggenda di Johnny Appleseed iniziò davvero a germogliare nel 1846, un anno dopo la sua morte nel 1845. Il primo saggio postumo su Johnny Appleseed non rivelò il vero nome di Chapman. Una storia del 1871 nel New Monthly Magazine di Harper portò la leggenda a livello nazionale. Nei decenni successivi, i festival furono nominati in suo onore in tutto il paese e divenne un eroe popolare duraturo.

10. Johnny Appleseed vive ancora

Il pronipote di John Chapman, anche lui di nome John Chapman, conserva ancora un paio di piccoli meleti ad Atene, nel Maine. Secondo quanto riferito, almeno un albero nel suo ceppo discende dagli alberi dei suoi antenati. Apprezzando l'eredità del suo antenato, il moderno Chapman ha donato più volte nuovi alberi della collezione Appleseed, in particolare uno che ha piantato all'Unity College nel 2012.

Ti lasceremo con questo cartone animato Disney del 1948 su Johnny Appleseed. Vedi se pensi che corrisponda all'uomo dietro la leggenda:

Articoli Correlati