10 ingredienti per la cura della pelle da evitare durante la gravidanza

Congratulazioni! Sei incinta! Non c'è dubbio che ti è stato dato l'elenco standard di cose da fare e da non fare dal tuo operatore sanitario che dettaglia tutti gli alimenti (ti stiamo guardando, sushi!) Che dovresti evitare per i prossimi nove mesi. Ti è stato detto di bere molta acqua, dormire e, a seconda delle tue condizioni, fare molto esercizio fisico. Ti è stata data una vitamina prenatale e un sacco di opuscoli su come prenderti cura di te e del tuo bambino in crescita.

Ma per quanto riguarda i prodotti nel tuo regime di cura della pelle? I prodotti che metti sul tuo corpo possono influenzare il tuo bambino tanto quanto se non più dei cibi che mangi.

Non temere, l'aiuto è qui. Ecco un elenco di ingredienti per la cura della pelle che dovresti evitare durante la gravidanza.

1. Retinoidi

  • Trovato in Retin-A e Accutane, i retinoidi sono l'acne da prescrizione e farmaci anti-invecchiamento.
  • Può essere elencato sulle etichette degli ingredienti come acido retinoico, palmitato di retinile, retinaldeide, adattalene, tretinoina, tazarotene e isotretinoina.

Esiste un legame comprovato tra l'uso di retinoidi e un aumentato rischio di difetti alla nascita per lo sviluppo di bambini. La maggior parte dei medici avvisa i pazienti di non rimanere incinta se usano questi farmaci. Ma se rimani incinta, interrompi immediatamente l'assunzione di retinoidi.

2. Tetraciclina

  • I farmaci includono doxiciclina e minociclina.

Le tetracicline sono antibiotici che dovrebbero essere evitati durante la gravidanza. Sono usati per trattare un'ampia varietà di condizioni come l'acne e la malattia di Lyme. Gli studi hanno dimostrato che possono danneggiare il fegato di una donna incinta e scolorire i denti del suo bambino in crescita. Se hai bisogno di un antibiotico durante la gravidanza, il tuo medico probabilmente prescriverà un'alternativa più sicura come amoxicillina o eritromicina.

Salta i trattamenti schiarenti della pelle fino alla nascita del bambino. (Foto: photka / Shutterstock)

3. Idrochinone

  • Un agente schiarente per la pelle usato per trattare condizioni come cloasma e melasma.

Sia che stiate prendendo l'idrochinone prima della gravidanza o che stiate considerando di usarlo per trattare le macchie scure della pelle che a volte si sviluppano durante la gravidanza (chiamata anche maschera di gravidanza), questo è un prodotto da evitare fino a dopo la nascita del bambino. Gli studi hanno dimostrato che fino al 45 percento di questo farmaco viene assorbito nella pelle dopo l'applicazione topica e, sebbene non siano ancora stati condotti studi sull'effetto dell'idrochinone su un feto, dopo il flusso sanguigno è presente troppa sostanza chimica usare per giustificare il rischio.

4. ftalati

  • Sostanze chimiche aggiunte alle materie plastiche per renderle più flessibili e aumentare la forza e l'efficacia di altre sostanze chimiche in una formula, come profumo o smalto.
  • Evita ingredienti come BzBP, DBP, DEP, DMP o dietil, dibutile o benzilbutilftalato

Studi recenti hanno sollevato preoccupazioni sull'uso comune di ftalati nei prodotti e sui potenziali rischi per la salute associati al loro uso. Sono stati collegati a tutto, dall'ipertensione all'ADHD al diabete. Inoltre, un nuovo ciclo di studi ha trovato connessioni tra esposizione prenatale di ftalato e sviluppo anormale del feto. Cerca i prodotti per la cura personale etichettati senza ftalati.

5. Formaldeide

  • Elencato sulle etichette dei prodotti come formaldeide, quaternium-15, dimetil-dimetil (DMDM), idantoina, imidazolidinil urea, diazolidinyl urea, sodio idrossimetilglicinato e 2-bromo-2-nitropropane-1, 3-diolo (bromopol)

I gruppi di genitori hanno recentemente vinto campagne di base per ottenere formaldeide da molti prodotti appositamente formulati per i bambini. Ma l'ingrediente - un noto cancerogeno - si trova ancora comunemente nei prodotti per la cura personale realizzati per adulti come trattamenti per lisciare i capelli, smalto e colla per ciglia. Cerca prodotti privi di formaldeide.

Cerca smalti per unghie privi di toluene, ftalati e formaldeide. (Foto: Africa Studio / Shutterstock)

6. Toluene

  • Evitare qualsiasi smalto con metilbenzene, toluolo o antisal 1a sulla sua etichetta degli ingredienti.

La maggior parte degli smalti tradizionali contiene toluene, un sospetto cancerogeno, insieme a ftalati e formaldeide. Insieme, sono conosciuti come il "trio tossico" e formano una potente combinazione di tossine che si desidera evitare in ogni momento, soprattutto durante la gravidanza. Se non riesci a gestire l'aspetto delle tue unghie nel buff, cerca smalti che siano privi di toluene, formaldeide e ftalato.

7. Ammoniaca

  • Trovato in molte formule di tintura per capelli

Mentre il verdetto è ancora chiaro se la tintura per capelli sia o meno sicura da usare durante la gravidanza, è importante notare che molte formule contengono sostanze chimiche come l'ammoniaca, che può irritare la pelle e i polmoni. Quindi è meglio stare alla larga da questi sia durante che dopo la gravidanza. Fortunatamente, ci sono un certo numero di tinture per capelli senza ammoniaca attualmente disponibili. Se stai facendo i capelli nel salone, parla con il tuo stilista di prodotti con ammoniaca bassa o assente negli ingredienti.

8. Diidrossiacetone

  • Ingrediente trovato in molti autoabbronzanti spray.
  • Anche elencato sulle etichette dei prodotti come DHA

Il DHA è una sostanza chimica che reagisce con lo strato morto di pelle sul tuo corpo, aggiungendo colore in un modo che molti considerano più sicuro dell'abbronzatura. Tuttavia, mentre il DHA non viene assorbito dall'organismo, può essere inalato durante l'applicazione. Potrebbe non essere salutare sia per te che per il tuo bambino. Bottom line: saltare l'abbronzatura spray mentre si ha un bambino a bordo.

9. Acido tioglicolico

  • Utilizzato nelle creme per la depilazione
  • Può essere elencato sull'etichetta come acetil mercaptano, mercaptoacetato, acido mercaptoacetico e acido tiovanico etichettati

L'acido tioglicolico è il principio attivo presente nella maggior parte delle creme o depilatori per la depilazione. Mentre non ci sono studi sull'effetto che questa sostanza chimica ha su un bambino in crescita, è importante notare che l'Unione Europea limita la quantità di acido tioglicolico che può essere usata nei prodotti al 5% mentre i prodotti venduti negli Stati Uniti possono contenere fino al 15, 2 percento. Questa è un'enorme discrepanza e, se combinata con la mancanza di dati solidi sui rischi per la salute associati al loro uso, è meglio sbagliare dal lato della cautela e lasciare questi prodotti sullo scaffale.

La tua pelle cambierà molto durante la gravidanza. Quindi perché sprecare soldi per trattamenti che potrebbero essere, nella migliore delle ipotesi, inefficaci e, nella peggiore delle ipotesi, dannosi per il tuo bambino? (Foto: Daniel_Dash / Shutterstock)

10. Tossina botulinica

  • aka Botox

Stanco di sembrare così stanco durante la gravidanza? Stai pensando a uno spot di Botox per ravvivare le cose? Pensa di nuovo. Non ci sono studi che testano l'effetto di Botox su un bambino in via di sviluppo. Ma prima di saltare alla conclusione che questo deve significare che sono sicuri, considera che la sostanza chimica utilizzata nelle procedure di Botox, la tossina botulinica, agisce paralizzando i muscoli attorno alle rughe in modo che diventino meno visibili. Non esattamente qualcosa con cui vuoi rischiare.

Articoli Correlati