1.000 mutte salvate vivono la vita in "Land of the Strays" della Costa Rica

Benvenuti nel Territorio de Zaguates, o "Land of the Strays", un meraviglioso santuario per animali gestito da volontari in Costa Rica, dove nessun mutt viene respinto.

Situato a meno di un'ora fuori dalla vivace capitale di San José, questo rifugio sicuro per cani ospita più di 1.000 cani abbandonati a cui è stata data una seconda possibilità di vita.

Questo non è un normale santuario degli animali, però. Dopotutto, quando vivi in ​​un posto bellissimo come il Costa Rica, approfitti di ciò che offre il paesaggio. Questo è il motivo per cui i volontari guidano il gruppo ragtag di mutte salvate in escursioni panoramiche attraverso le splendide montagne quasi ogni giorno. È uno spettacolo da vedere.

A parte le escursioni in montagna in libertà con paesaggi mozzafiato, il Territorio de Zaguates funziona come qualsiasi altro salvataggio o santuario di animali.

"La prima cosa che facciamo quando un nuovo cane arriva qui è sterilizzare / castrare, vaccinare e sbarazzarsi dei parassiti", spiega l'organizzazione sulla sua pagina Facebook. "Quindi valutiamo se il cane richiede qualsiasi altro tipo di trattamento speciale [e] li mette in quarantena, se necessario."

Una volta completata questa elaborazione iniziale, il nuovo cane viene rilasciato nella popolazione generale, dove può essere adottato da un essere umano amorevole o passare il resto dei suoi giorni ad adoperarsi in quello che è essenzialmente un paradiso per cani.

Ciò che rende il Territorio de Zaguates ancora più speciale è l'approccio creativo nel trovare le case dei cani per sempre.

Per incoraggiare l'adozione, ad ogni cagnolino residente nel santuario non viene solo assegnato un nome, ma anche un nome di "razza" personalizzato basato sui tratti fenotipici del cane. Questi moniker di razza unici nel loro genere includono titoli memorabili come "Alaskan collie fluffy terrier" e il "doberschnauzer tedesco dalla coda paffuta".

Il messaggio clamoroso dietro questa strategia è che quando adotti un cane bastardo, stai adottando una razza unica. Scopri di più su questa campagna intelligente nel video qui sotto:

Come tutti i soccorritori di animali sapranno, mantenere un santuario così imponente richiede un'enorme quantità di tempo, denaro e lavoro. Ma grazie a una miriade di donatori di beneficenza e ad una base entusiasta di volontari, il santuario è un grande successo.

"Abbiamo un personale molto piccolo, ma riusciamo ancora a fare tutto, dal raccogliere quotidianamente la cacca e smaltirla in modo corretto, all'alimentazione e alla cura dei cani, e tutto il resto", scrive un portavoce dell'organizzazione.

Continua sotto per dare un'occhiata a come è la vita di questi adorabili cuccioli al Territorio de Zaguates:

I materassi offrono posti naturali per i cani durante il giorno.


Il branco fa una piacevole passeggiata nei boschi con alcuni volontari operosi del santuario e alcuni potenziali adottori di cani.


L'ora di pranzo al Territorio de Zaguates significa affari seri, motivo per cui le donazioni di crocchette sono così importanti!


Oltre al cibo, i comodi letti per cani sono anche un elemento di donazione molto apprezzato per il santuario!


Un volontario del santuario guida il branco in discesa durante un'escursione panoramica attraverso le montagne.


Nel caso ti stavi chiedendo dove fossero finite tutte quelle deliziose donazioni di crocchette ... ecco la depressione!


Alcuni degli anziani residenti nel santuario riposano sui gradini della struttura. Anche se i cuccioli non vengono adottati, sarà sempre garantito loro una dimora lussuosa per sempre al santuario.


I tubi di drenaggio in cemento rendono eccellenti (e robuste!) Case per cani improvvisate.


I cani salvati vanno in giro all'ombra dei numerosi alberi del santuario.


Un bel tuffo rinfrescante ... in un po 'd'acqua potabile!


Dopo una lunga e divertente giornata in cui sei un cane, non c'è niente come coccolarsi con un amico e sonnecchiare prima di cena.

Nota del redattore: questa storia è stata aggiornata da quando è stata pubblicata originariamente nell'aprile 2016.

Articoli Correlati