12 cose che potresti non sapere su Otzi the Iceman

Nel 1991, un gruppo di escursionisti che esplorava le Alpi Venoste al confine tra Austria e Italia si imbatté nel cadavere mummificato di una persona mezzo sepolta nel ghiaccio. Poiché il ritrovamento si trovava a un'altitudine di 10.530 piedi, il gruppo inizialmente sospettava che i resti appartenessero a un alpinista perduto. Funzionari locali portati a esaminare la scena hanno ulteriormente chiarito la possibilità che fosse il corpo di un soldato italiano perso durante una delle guerre mondiali.

Solo dopo che gli archeologi hanno avuto la possibilità di esaminare Otzi, così chiamato per la catena montuosa dove è stato scoperto, è venuta alla luce la straordinaria verità della sua epoca. Usando la datazione al radiocarbonio, gli scienziati hanno stabilito che era morto nelle Alpi 5.300 anni prima. La conservazione dalla tasca del ghiaccio in cui cadde fu così completa che il suo cervello, gli organi interni, il pene, i peli pubici e uno dei suoi bulbi oculari erano completamente intatti.

Nel tempo dalla sua scoperta, Otzi è diventato una vera celebrità del mondo scientifico - fornendo spunti e spazzando via le ipotesi sul mondo antico. Di seguito sono riportati solo alcuni dei segreti che i ricercatori hanno scoperto dall'Iceman, i suoi beni e le circostanze che circondano la sua insolita morte.

Visse durante il 4 ° millennio a.C.

Gli scienziati che hanno analizzato campioni di ossa e tessuti di Otzi hanno scoperto che probabilmente morì da qualche parte tra il 3239-3107 a.C. all'età di 45 anni. Questo periodo di tempo è classificato come Neolitico tardo, noto per invenzioni come la ruota, l'ascesa dell'agricoltura, la matematica e astronomia.


Aveva un vasto kit di strumenti

La punta della freccia di Otzi mostra che era destrimano e non era un esperto di selce. (Foto: © 2018 Wierer et al / PLoS ONE)

Nel 2018, i ricercatori hanno pubblicato un'analisi dettagliata degli strumenti scoperti accanto al corpo di Otzi. Un pugnale, due punte di freccia, un raschietto, una trivellatrice, un piccolo fiocco e un ritoccatore di corna sono stati fatti da una roccia scura, opaca, a base di silice chiamata chert o correlata alla sua forma. Grazie all'analisi CT e all'analisi dell'usura, i ricercatori hanno stabilito che Otzi non aveva accesso a molta cura, e quindi la maggior parte dei suoi strumenti erano logori e riaffilati nel tempo invece di essere sostituiti.

"Evidentemente Ötzi non aveva avuto accesso a Chert per un bel po 'di tempo, il che deve essere stato problematico durante i suoi ultimi frenetici giorni, impedendogli di riparare e integrare le sue armi, in particolare le sue frecce. Gli utensili a lama appena modificati senza alcuna usura suggeriscono un lavoro pianificato che non ha mai effettuato, forse impedito dagli eventi che lo hanno fatto tornare sulle montagne dove è stato ucciso da un arciere delle Alpi meridionali ", osserva lo studio.

Lo stile e i materiali utilizzati per rendere i suoi strumenti provengono da almeno tre diverse aree della regione meridionale, e riflettono la cultura italiana di Horgen e del nord Italia, il che dimostra che ha interagito con altre persone transalpine.


Il suo ultimo pasto ha regalato il periodo dell'anno in cui è morto

Grazie alle incredibili proprietà conservanti del ghiaccio, i ricercatori sono stati in grado di analizzare una parte dello stomaco e dell'intestino inferiore di Otzi per rivelare gli ultimi pasti che ha mangiato prima della sua morte. Circa otto ore prima della fine, scoprirono che aveva consumato un pasto di grano einkorn e un mix di cervi cotti e carne di capra. Uno studio sullo stomaco nel 2011 ha dimostrato che due ore prima della morte, ha mangiato un altro pasto di stambecco, una capra selvatica e ancora più cereali. Un altro studio condotto nel 2018 ha rivelato che nella sua dieta c'era un'alta percentuale di grassi, integrata con carne selvatica fresca e secca, cereali e felci tossici (felci).

Mescolato con questi alimenti c'era anche un indizio importante sul periodo dell'anno in cui Otzi morì. I ricercatori avevano teorizzato a lungo che era stato catturato in una tempesta di fine estate tra le montagne, ma la scoperta del polline dall'albero di carpino di luppolo ha cambiato tutto. La specie, che probabilmente è cresciuta nella valle sotto l'ultimo luogo di riposo di Otzi, fiorisce solo tra marzo e giugno.


Portava un kit di medicina primitiva

Uno dei tanti oggetti trovati sull'abbigliamento dell'Iceman era questo rudimentale kit di medicinali per "funghi a staffa". (Foto: Museo Archeologico dell'Alto Adige / Facebook)

Sui resti dell'abbigliamento di Otzi sono stati trovati due pezzi di fungo di betulla infilati su sottili strisce di cuoio. Il fungo, che comprende composti antinfiammatori e antibatterici, è stato molto apprezzato per le sue proprietà medicinali. È anche altamente tossico per i whipworms, un parassita scoperto dai ricercatori nel colon di Otzi. Secondo Science Know How, il fungo di betulla consumato da Otzi avrebbe "ucciso almeno alcuni dei parassiti intestinali e purificato le sue viscere dalle loro uova".

È considerato dagli scienziati il ​​più antico kit di medicina mai scoperto.


La sua ascia di rame era estremamente ben fatta

Fino alla scoperta di Otzi e della sua ascia di rame splendidamente conservata, si supponeva che l'umanità nel 3500 a.C. non avesse ancora padroneggiato la tecnologia per forgiare tali strumenti. Fatto da un albero di tasso e contenente una lama di 9, 5 centimetri di rame quasi puro, l'ascia era probabilmente sia un'arma che uno strumento per abbattere gli alberi. Come puoi vedere nel video sopra del sopravvissuto Shawn Woods, creare un tale strumento non è facile. Come molti teorici hanno teorizzato, era probabilmente un oggetto raro - e molto apprezzato - nel tardo Neolitico.


Potrebbe essere stato in fuga

Mentre gli scienziati non sono sicuri delle circostanze esatte che circondano la morte di Otzi, le prove fisiche lasciate dietro dipingono una conclusione violenta. I ricercatori che hanno esaminato le ferite sul suo corpo hanno scoperto tagli profondi nella sua mano che probabilmente si sono verificati durante il combattimento o ore o giorni prima della sua morte. Scoprirono anche una punta di freccia in selce alloggiata nella sua spalla sinistra; una ferita così grave da recidere un'arteria principale e causare sanguinamento in pochi minuti. Infine, nel 2013, i ricercatori che studiano una TAC del cervello di Otzi hanno trovato prove di un colpo fatale alla parte posteriore della testa. Non sono sicuri se questa ferita sia stata causata da una caduta dopo essere stata colpita con la freccia o da un incidente separato.


Fu seriamente inchiostrato

Una delle decine di tatuaggi scoperti sull'Iceman. La convinzione attuale è che Ötzi potrebbe averli avuti per motivi terapeutici. (Foto: Museo Archeologico dell'Alto Adige / Facebook)

Nel 2015, i ricercatori hanno condotto una registrazione completa dei tatuaggi di Otzi utilizzando la nuova tecnologia di imaging e scoperto 61 segni distintivi. Poiché i segni, probabilmente creati tagliando la pelle e sfregando il carbone, sono concentrati attorno alle articolazioni e alla parte bassa della schiena, è stato teorizzato che potrebbero essere stati terapeutici. In effetti, molti credono che i segni di Otzi siano la prova di una prima forma di agopuntura.


Potrebbe aver avuto la malattia di Lyme

Un indizio sul perché l'Uomo di ghiaccio ha cercato trattamenti di agopuntura per la pittura articolare? Probabilmente aveva la prima infezione nota al mondo della malattia di Lyme.

Un'analisi completa del DNA di un campione di osso dell'anca di Otzi nel 2012 ha rivelato materiale genetico proveniente dal batterio responsabile della malattia di Lyme. Trasmessa da zecche infette, la malattia può causare dolori articolari ricorrenti, mal di testa e affaticamento. La scansione del DNA rivelò anche che aveva gli occhi castani, i capelli castani, era intollerante al lattosio e aveva sangue di tipo O.


I suoi abiti riflettono una vita di allevamento e pastorizia

Le calzature scoperte sull'Iceman sono composte da rete di erba all'interno per l'isolamento e pelle di cervo all'esterno. (Foto: Museo Archeologico dell'Alto Adige / Facebook)

I ricercatori hanno recentemente pubblicato un articolo sulla rivista Scientific Reports che descrive in dettaglio da dove provengono i vari capi trovati su Otzi. Questi includevano un cappello fatto da un orso bruno, lacci delle scarpe in pelle di mucca, leggings in pelle di capra e un cappotto fatto da un misto di pelli di pecora e capra. Lo stile e la funzionalità dei vari capi mostrano che Otzi era potenzialmente un agricoltore o un pastore di animali. Poiché il capo mostrava segni di patchwork e riparazione, potrebbe anche essere stato abile come "sarto opportunista".

"Lo stile neolitico di fabbricazione della pelle dell'età del rame era molto primitivo, i vestiti si sarebbero decomposti e degradati abbastanza rapidamente in circostanze normali", ha detto al Guardian Niall O'Sullivan, primo autore della ricerca dell'Institute for Mummies and the Iceman. "Quindi ha dovuto cambiare rapidamente i suoi vestiti e probabilmente stava costantemente rinnovando i vestiti e aumentandoli in modo che i pezzi non cadessero a pezzi."


La sua estrema conservazione è stata la pura fortuna geografica

Il cadavere congelato di Otzi nel 1991 dopo oltre 50 secoli sepolti nel ghiaccio. (Foto: Museo Archeologico dell'Alto Adige)

Quando Otzi è crollato più di 5.000 anni fa, il suo corpo è caduto in un piccolo canalone circondato da grandi rocce. Questa depressione, che corre perpendicolare al ghiacciaio Niederjoch, probabilmente si è riempita di neve immediatamente dopo la sua morte, preservando il corpo e gli artefatti da predatori e ladri. Mentre il ghiacciaio si spostava sopra il canalone, le grandi rocce impedivano alla sua base di macinazione di disturbare Otzi, permettendogli di cavalcare i secoli sepolti nel ghiaccio solido.


Ha parenti viventi

Più di 5.000 anni dopo la sua morte, i discendenti di Otzi sono ancora molto vivi. I ricercatori che studiano il DNA di Iceman hanno scoperto una rara mutazione del cromosoma Y nota come G-L91. Quando hanno confrontato questo risultato con quasi 4.000 campioni di sangue donati da persone che vivevano in Austria, hanno trovato 19 uomini con la stessa mutazione che vivevano non lontano da dove fu scoperto Otzi.

"Questi uomini e l'Iceman avevano gli stessi antenati", ha detto lo scienziato forense Walther Parson in un annuncio del 2013 presso l'Agenzia di stampa austriaca. I ricercatori, sospettando che molte più persone condividano la propria discendenza con l'Iceman, espanderanno la loro ricerca ai donatori di sangue che vivono in Italia e Svizzera.


Puoi visitare la sua ex tomba

Vuoi provare tu stesso il luogo in cui Otzi ha riposato per oltre 50 secoli? L'ufficio turistico della Val Senales offre ogni martedì una visita guidata di un giorno sul pendio alpino dove è stato scoperto l'Iceman. Nessuna esperienza di alpinismo alpino - o leggings in pelle di capra - necessari.

Articoli Correlati