13 citazioni ispiratrici di Martin Luther King Jr.

Il nome di Martin Luther King Jr. è sinonimo del movimento per i diritti civili che ha spazzato la nazione negli anni '60. Ha combattuto per la parità di diritti per gli afro-americani in un momento in cui la segregazione era prevalente. Dal suo iconico discorso "I Have a Dream" durante la marcia su Washington del 1963 alla sua famosa marcia in Alabama da Selma a Montgomery, King fu un faro di speranza durante un periodo oscuro della storia americana. Sosteneva la non violenza, predicando amore, accettazione e uguaglianza mentre spingeva per il cambiamento.

Tragicamente, la sua vita si concluse bruscamente il 4 aprile 1968. Fu assassinato fuori dalla sua camera d'albergo a Memphis, nel Tennessee, il giorno dopo aver pronunciato quello che sarebbe diventato il suo discorso finale: il suo "I'm Been to the Mountaintop" indirizzo, in cui ha discusso dello sciopero degli operatori sanitari di Memphis ma ha anche fatto alcuni riferimenti alla sua morte prematura. Ecco un estratto:

"Abbiamo dei giorni difficili davanti a noi. Ma non ha importanza per me adesso. Perché sono stato in cima alla montagna. E non mi dispiace. Come chiunque, vorrei vivere una lunga vita. La longevità ha il suo posto. Ma non me ne preoccupo ora. Voglio solo fare la volontà di Dio. E mi ha permesso di salire sulla montagna. E ho guardato oltre. E ho visto la terra promessa. Potrei non ci arrivo con te. Ma voglio che tu sappia stasera che noi, come popolo, arriveremo nella terra promessa. Quindi sono felice, stasera. Non sono preoccupato per niente. Non ho paura di nessuno amico. I miei occhi hanno visto la gloria della venuta del Signore ".

Martin Luther King Jr. e sua moglie, Coretta Scott King, conducono una marcia nera per i diritti di voto da Selma, in Alabama, alla capitale dello stato di Montgomery il 30 marzo 1965. (Foto: William Lovelace / Getty Images)

Le parole di King ora sono significative come lo erano durante la sua vita, un promemoria non solo per ricordare l'uomo che le ha pronunciate ma per ispirare tutti noi ad essere persone migliori.

Ecco alcune delle sue citazioni più memorabili:

"Tutti possono essere fantastici ... perché chiunque può servire. Non devi avere un diploma universitario per servire. Non devi fare in modo che la materia e il verbo accetti di servire. Hai solo bisogno di un cuore."

- "The Drum Major Instinct", presentato il 4 febbraio 1968 nella chiesa battista Ebenezer di Atlanta, fu un adattamento di "Drum-Major Instincts" di J. Wallace Hamilton, un noto predicatore metodista liberale bianco.


"Credo che la verità disarmata e l'amore incondizionato avranno l'ultima parola nella realtà. La destra sconfitta temporaneamente è più forte del male trionfante."

- Discorso di accettazione del Premio Nobel per la pace, tenuto ad Oslo, in Norvegia, il 10 dicembre 1964


"È sempre il momento giusto per fare ciò che è giusto."

- Visita dell'Oberlin College il 22 ottobre 1964. Questa apparizione al piccolo college di arti liberali in Ohio è stata la seconda apparizione pubblica di King dopo aver vinto il Premio Nobel per la pace.


"Una rivolta è il linguaggio degli inauditi."

- "The Other America", dato il 14 aprile 1967 alla Stanford University. King ha anche tenuto versioni simili di questo discorso, incluso alla Grosse Point High School di Detroit il 14 marzo 1968, meno di un mese prima di essere assassinato.


"L'oscurità non può scacciare l'oscurità, solo la luce può farlo. L'odio non può scacciare l'odio, solo l'amore può farlo."

- Il libro di King "Strength to Love" pubblicato nel 1963. Il libro era una raccolta di prediche di King - tra cui "I Have a Dream" e "I'm Been to the Mountaintop".

King si rivolge a una folla a Parigi il 29 marzo 1966. (Foto: AFP / Getty Images)

"L'ingiustizia ovunque è una minaccia per la giustizia ovunque. Siamo intrappolati in una rete inevitabile di reciprocità, legata in un unico indumento del destino. Qualunque cosa influisca direttamente su uno, influenza tutti indirettamente."

- "Lettera dal carcere di Birmingham" scritta il 16 aprile 1963 dopo l'arresto di King il 12 aprile durante una campagna non violenta di marce e sit-in organizzati a Birmingham


"Le nostre vite iniziano a finire il giorno in cui taciamo sulle cose che contano."

- Discorso "I Have a Dream" pronunciato il 28 agosto 1963 sui gradini del Lincoln Memorial a Washington, DC, durante la marcia di Washington per Jobs and Freedom. Erano presenti oltre 250.000 persone.


"L'odio paralizza la vita; l'amore la libera. L'odio confonde la vita; l'amore la armonizza. L'odio oscura la vita; l'amore la illumina."

- "Forza per amare"


I leader dei diritti civili si tengono per mano mentre guidano una folla di centinaia di migliaia alla marcia di Washington per lavori e libertà del 28 agosto 1963 a Washington, DC (Foto: Express Newspapers / Getty Images)

"La libertà non è mai data volontariamente dall'oppressore; deve essere richiesta dagli oppressi".

- "Lettera dal carcere di Birmingham"


"L'ultima misura di un uomo non è dove si trova in momenti di conforto e convenienza, ma dove si trova in momenti di sfida e controversie".

- "Forza per amare"


"Il vero vicino rischierà la sua posizione, il suo prestigio e persino la sua vita per il benessere degli altri."

- "Forza per amare"


Martin Luther King Jr. e Coretta Scott King a Oslo, in Norvegia, dove ha ricevuto il premio Nobel per la pace nel dicembre 1964. (Foto: AFP / Getty Images)

È appropriato che il Rev. Ralph D. Abernathy, che era con il Dr. King quando fu assassinato, riassumesse meglio la morte e l'eredità di King:

"Il cuore mortale di Martin Luther King è stato fermato da un proiettile di assassino. Ma nessun potere sulla Terra può fermare il suo lavoro.

Articoli Correlati