13 fatti strani su Edgar Allan Poe

Alla misteriosa morte del maestro del mistero e del macabro americano, il rivale letterario di Edgar Allan Poe scrisse un necrologio e una biografia dell'autore. Tuttavia, gran parte di ciò che è stato scritto dal nemico di Poe, Rufus Griswold, era falso. Vendicativo per le cose che Poe aveva scritto su Griswold, quest'ultimo ritratto post-mortem di Poe lo dipinse come un pazzo donnaiolo, drogato di droga e privo di morale e amici.

Sebbene lontano dalla verità, molte delle distorsioni di Griswold sono rimaste bloccate. Era l'unica biografia di Poe all'epoca - e ben leggibile a quel punto - e in combinazione con il tono di alcune opere di Poe, era convincente per un pubblico che voleva credere nell'oscurità scandalosa dello scrittore. Anche se presunte lettere da Poe a Griswold che "dimostrano" che la sua follia in seguito fu trovata falsificata - e gli amici di Poe negarono con veemenza la calunniosa calunnia - a tutt'oggi persiste l'immagine di Poe come un uccello strano delirante.

Un secolo e mezzo dopo, forse la cosa più strana di Edgar Allan Poe è che non era affatto strano, relativamente parlando. Non si nascondeva nei cimiteri e nelle carezzevoli scatole, ma in realtà era un pioniere operoso e geniale che cambiò il volto della letteratura americana. Con questo in mente, ecco alcune delle cose più stranamente normali da sapere su uno degli autori più innovativi d'America.

1. Era un pioniere letterario

Un corvo misterioso visita un narratore in lutto, come illustrato da John Tenniel. (Foto: John Tenniel [dominio pubblico] / Wikimedia Commons)

Poe è ricordato soprattutto per le sue storie di terrore e poesie ossessionanti, ma è anche accreditato come uno dei primi scrittori di racconti, l'inventore della moderna storia poliziesca e un innovatore nel genere della fantascienza.

2. Era prolifico

Le sue opere comprendono racconti, poesie, un romanzo, un libro di testo, un libro di teoria scientifica e numerosi saggi e recensioni di libri.

3. Ha creato una nuova professione

Poe è considerato il primo noto scrittore professionista americano (e quindi artista affamato); si guadagnò da vivere come il primo grande critico e teorico letterario del paese.

4. Probabilmente prende il nome da un personaggio shakespeariano

Nacque Edgar Poe a Boston nel 1809; i suoi genitori erano entrambi attori. I suoi genitori si esibivano nel Re Lear di Shakespeare l'anno in cui nacque, portando alla speculazione che fosse stato nominato per il figlio del conte Earl of Gloucester, Edgar.

5. La poesia e la penna correvano nella famiglia Poe

Poe era il figlio di mezzo di tre anni. Anche suo fratello, William Henry Leonard Poe, era un poeta, sua sorella Rosalie Poe era un'insegnante di calligrafia.

6. Era un orfano

Prima che Edgar raggiungesse l'età di 4 anni, i suoi genitori morirono e fu accolto da un ricco mercante di nome John Allan e sua moglie Francis. Vivevano a Richmond, in Virginia, e battezzarono il ragazzo con il nome Edgar Allan Poe.

7. Ha emulato Lord Byron

George Gordon Byron, il sesto barone Byron, come dipinto da Richard Westall. (Foto: Richard Westall [dominio pubblico] / Wikimedia Commons)

Il padre adottivo di Poe lo ha curato per entrare in affari e diventare un gentiluomo della Virginia, ma Poe sognava di essere uno scrittore come il suo eroe della fanciullezza, il poeta britannico Lord Byron (a destra). All'età di 13 anni, Poe aveva scritto abbastanza poesie per un libro, anche se il suo preside aveva convinto il padre di Poe a non consentirne la pubblicazione.

8. La povertà era la sua musa ispiratrice

Poe iniziò la carriera universitaria, ma con scarso sostegno finanziario dalla miserabile Allan, Poe intraprese un lungo viaggio di povertà e debito. I problemi di denaro lo perseguitavano e le tensioni con il padre adottivo lo spingevano alla determinazione a diventare uno scrittore di successo.

9. Era un prodigio

Ha pubblicato il suo primo libro, "Tamerlane", quando ha 18 anni.

10. Fu diseredato

Quando Allan morì, Poe viveva in povertà ... ma fu lasciato fuori dalla volontà, che tuttavia forniva un bambino illegittimo che Allan non aveva mai incontrato. Ahia.

11. Ha sposato suo cugino adolescente

Un ritratto ad acquerello di Virginia Clemm, dipinto dopo la sua morte. (Foto: Wikimedia Commons [dominio pubblico])

Ha sposato sua cugina di primo grado, Virginia Clemm (a sinistra), quando aveva 13 anni e lui aveva 27 anni. (OK, quindi forse è un po 'strano per gli standard di oggi.) È morta a 24 anni a causa della tubercolosi.

12. Potrebbe aver inventato l'arte dello snarky!

Poe ha acquisito una posizione editoriale nella popolare rivista Southern Literary Messenger, che è diventata famosa per le sue recensioni di libri e le critiche brucianti (che è dove l'ira di Griswold è nata). Ha continuato a scrivere per molte riviste. La pubblicazione del 1845 di "The Raven" lo rese un nome familiare e alla fine gli assicurò il successo che stava cercando.

13. La sua morte è stata enigmatica come il suo lavoro

Ritratto di Poe di William Abbot Pratt dal settembre 1849, un mese prima della morte dell'autore. (Foto: William Abbot Pratt [dominio pubblico] / Wikimedia Commons)

Nel 1849, Poe scomparve per cinque giorni e fu trovato "peggio per l'usura" e delirante a Baltimora. Fu portato in ospedale dove morì poco dopo all'età di 40 anni. Nessuna autopsia fu eseguita, la causa della morte fu elencata come una vaga "congestione del cervello" e fu sepolto due giorni dopo. Esperti e studiosi hanno proposto di tutto, dall'omicidio e la rabbia alla dipsomania e all'avvelenamento da monossido di carbonio come motivo della sua scomparsa, ma fino ad oggi la causa della morte di Edgar Allan Poe rimane un mistero. Potrebbe esserci un lascito più adatto?

Articoli Correlati