13 immagini e fatti sui pipistrelli incompresi

I pipistrelli possono sembrare un po 'spaventosi, ma i diversi mammiferi volanti sono ampiamente benefici per gli ecosistemi in cui - e noi - vivono. Di seguito sono riportati 13 fatti su queste creature non apprezzate.

1. I pipistrelli rappresentano circa il 20% di tutte le specie di mammiferi.

Il pipistrello dipinto del sud-est asiatico, come molti altri microbat, si basa sull'ecolocalizzazione per trovare cibo. (Foto: PITOON KITRATANASAK / Shutterstock)

Con oltre 1.200 specie incluse nell'ordine dei Chirotteri, i pipistrelli rappresentano uno dei maggiori ordini di mammiferi. Sono superati solo dall'ordine Rodentia, che vanta un'enorme 2.277 specie, il 40% di tutte le specie di mammiferi.

I chirotteri sono separati in due sottordini: megabat e microbat. I megabat, comunemente noti come pipistrelli della frutta o volpi volanti, hanno una visione eccellente e banchettano con frutta e nettare. I microbats, come il pipistrello dipinto del Sudest asiatico (nella foto), sono caratterizzati dal loro uso dell'ecolocalizzazione e dall'appetito per gli insetti o il sangue.

2. I pipistrelli si trovano in tutto il pianeta.

Il pipistrello prospera in tutti i continenti sulla Terra tranne l'Antartide. (Foto: Sarun T / Shutterstock)

Come per gli uccelli, il volo ha permesso ai pipistrelli di viaggiare e stabilirsi in tutti gli angoli della Terra, ad eccezione dell'Artico e dell'Antartico. I pipistrelli generalmente si posano in grotte, fessure, fogliame e strutture artificiali come attici o sotto i ponti.

Almeno 45 specie di pipistrelli sono presenti solo negli Stati Uniti, con le specie più comuni che sono il piccolo pipistrello marrone, il grande pipistrello marrone e il pipistrello messicano dalla coda libera.

3. I microbat usano l'ecolocalizzazione per cacciare la preda.

Le narici della mazza a ferro di cavallo del Mediterraneo lo aiutano a concentrarsi sulle onde sonore. (Foto: Ivan Kuzmin / Shutterstock)

Sebbene i microbat non siano ciechi, la loro vera forza percettiva risiede nella loro capacità di usare l'ecolocalizzazione, nota anche come biosonar.

I pipistrelli non sono gli unici animali che possono usare il biosonar. Anche toporagni, delfini e alcuni uccelli delle caverne usano l'ecolocalizzazione per navigare nei dintorni e cacciare le prede.

Come pipistrelli foraggiano per il cibo, emettono un flusso continuo di suoni acuti udibili solo ad altri pipistrelli. Quando le onde sonore si scontrano con un insetto o un oggetto vicino, le onde interrotte riecheggiano, generando un'acuta rappresentazione sonora dell'ambiente circostante il pipistrello. Questa capacità è così sensibile da poter rilevare oggetti sottili come un singolo capello umano.

Alcune specie sono dotate di caratteristiche specifiche che consentono letture biosonar più precise. Ad esempio, il pipistrello a ferro di cavallo del Mediterraneo (nella foto) è chiamato per la sua peculiare foglia di naso a ferro di cavallo - una struttura carnosa e complessa che circonda le narici che aiuta a focalizzare le onde sonore. Allo stesso modo, i pipistrelli dalle orecchie lunghe possiedono orecchie prominenti con creste geometriche interne che acuiscono i segnali di ecolocalizzazione e consentono l'ascolto passivo del suono prodotto dalla preda, come il battito delle ali delle falene.

Un altro tipo di pipistrello, il comune pipistrello dalle orecchie grandi, fa uso di uno strumento naturale per catturare prede difficili, in particolare inclinando onde sonore da una foglia per ottimizzare la posizione della preda immobile. Come Smithsonian lo descrive appropriatamente, i pipistrelli usano le foglie come "specchi acustici", un'abitudine scoperta da Inga Geipel, uno scienziato dello Smithsonian Tropical Research Institute (STRI) a Panama, e un team di scienziati lì. Oltre ad essere solo interessante, questa conoscenza esclude anche una convinzione comune: che l'unico modo per sfidare l'ecolocalizzazione è quello di rimanere immobili e silenziosi. Per le libellule in questo esperimento, si è scoperto che non era il caso.

4. I pipistrelli "agitano" la testa per ascoltare meglio.

Sai come un cane inclina la testa come per capire meglio cosa sta dicendo un essere umano? Bene, i pipistrelli fanno la stessa cosa, solo loro lo fanno mentre volano. Come puoi vedere nel video sopra, il movimento è simile a quello che fanno i cani, i gatti e persino gli umani, ma i pipistrelli lo fanno per una ragione diversa: ottimizzare la posizione della preda mentre si stanno eccolando.

Il Christian Science Monitor - che confronta abilmente il movimento con un minuscolo cucciolo volante - spiega la ricerca di Melville Wohlgemuth della Johns Hopkins University. Wohlgemuth, un neuroscienziato la cui specialità è l'ecolocalizzazione, riassume in modo relativamente semplice. Il pipistrello deve sistemare il disordine, e girando la testa gli permette di farlo.

5. Le colonie di pipistrelli ci risparmiano miliardi nel controllo dei parassiti agricoli.

I pipistrelli sono una forma naturale e rispettosa dell'ambiente per il controllo dei parassiti. (Foto: Eric Isselee / Shutterstock)

Non è necessario utilizzare pesticidi dannosi quando si dispone di una robusta colonia di pipistrelli nelle vicinanze. Alcuni pipistrelli possono mangiare più di 600 insetti volanti all'ora, il che rende i pipistrelli la scelta perfetta per il controllo organico dei parassiti. Senza di loro, noi umani potremmo anche inchinarci ai nostri signori degli insetti.

Il valore agricolo di questi mammiferi volanti non può essere sopravvalutato, ma gli scienziati prevedono che questo potrebbe cambiare entro il prossimo decennio, poiché le popolazioni di pipistrelli nordamericani affrontano un futuro incerto a causa delle minacce emergenti, dalla perdita dell'habitat alla malattia. (Altre informazioni al riguardo.)

6. Le pipistrelli femmine possono controllare quando rimangono incinte e partoriscono.

I pipistrelli possono ritardare lo sviluppo di un feto in modo che una nascita possa coincidere con un'alta produzione di frutta o insetti nell'ambiente. (Foto: Mnolf [CC BY-SA 3.0] / Wikimedia Commons)

Per garantire che le condizioni esterne siano ottimali per un pipistrello neonato, i pipistrelli madri sono dotati di una varietà di tattiche biologiche che consentono loro di rimandare la fecondazione, l'impianto o lo sviluppo del feto.

In alcune specie, in autunno si verificherà l'accoppiamento, ma le femmine immagazzineranno lo sperma nel loro tratto riproduttivo prima di concimare finalmente le loro uova quando arriva la primavera. In altre specie, l'ovulo viene fecondato immediatamente dopo l'accoppiamento, ma invece di impiantarsi sulla parete dell'utero, galleggia intorno fino a quando non arrivano condizioni favorevoli. Ancora un altro adattamento esposto in alcuni pipistrelli è lo sviluppo ritardato del feto, in cui la fecondazione e l'impianto avvengono come al solito, ma il feto rimane in uno stato dormiente per un lungo periodo di tempo.

Queste tattiche, che contribuiscono al lento tasso di natalità dei pipistrelli, sono programmate per coincidere con l'elevata produzione di frutta o insetti nell'ambiente.

7. Sì, alcuni pipistrelli vivono di sangue.

Anche il famoso pipistrello vampiro in realtà non succhia il sangue della sua preda. Però ronza il sangue con la lingua. (Foto: Michael Lynch / Shutterstock)

Contrariamente alla credenza popolare, i pipistrelli vampiri in realtà non succhiano il sangue. Invece, usano i loro denti affilatissimi per fare una piccola incisione sulla pelle di un animale addormentato e quindi consumano il sangue mentre scorre dalla ferita.

A differenza dei mostri della popolare tradizione dei vampiri, i pipistrelli richiedono solo circa due cucchiai di sangue al giorno, quindi la perdita di sangue della vittima è trascurabile e raramente provoca danni. Inoltre, la saliva di pipistrello ha una qualità anestetica simile a quella di una zanzara, che aiuta a impedire alla vittima di sentire anche il taglio.

8. I megabat preferiscono uno stile di vita vegetariano.

Nonostante la loro reputazione per la lussuria del sangue, molti pipistrelli, inclusa la volpe nera nella foto qui, preferiscono frutta e nettare. (Foto: EcoPrint / Shutterstock)

Circa il 70% di tutti i pipistrelli sono insettivori (ad eccezione di una piccola percentuale che beve sangue o mangia pesce), ma i megabat sono per lo più frugivori che banchettano con frutta, polline e nettare.

Conosciute anche come volpi volanti, questi pipistrelli della frutta svolgono un ruolo importante nell'impollinazione dei fiori e nella dispersione dei semi della frutta. Le loro abitudini alimentari sono benefiche per le foreste pluviali, che contengono una grande varietà di flora disponibile per il consumo.

Sfortunatamente, a causa della deforestazione e dello stato intrinsecamente fragile degli ecosistemi della foresta pluviale, i pipistrelli che si nutrono di nettare sono particolarmente inclini all'estinzione.

9. I pipistrelli pendono a testa in giù per conservare energia.

La natura dei sistemi circolatori dei pipistrelli significa che non sperimentano gli stessi effetti collaterali dell'essere umano capovolti. (Foto: gallimaufry / Shutterstock)

Se gli umani fossero appesi a testa in giù da un albero per diverse ore, non ci sarebbe voluto molto prima che svenissero. Quindi come lo gestiscono i pipistrelli?

Per cominciare, i sistemi circolatori umani e di pipistrello sono fondamentalmente diversi. Poiché il nostro sangue pompa nella direzione del nostro cervello, lo stress della gravità trasferisce ancora più sangue alla testa quando è capovolto. I sistemi circolatori di una mazza pompano nella direzione opposta, lontano dalla sua testa. Inoltre, mentre tutti i mammiferi hanno valvole nelle vene che impediscono al sangue di fluire all'indietro, anche i pipistrelli possiedono queste valvole nelle loro arterie. Tutti questi adattamenti assicurano una distribuzione uniforme del sangue in tutto il corpo del pipistrello.

Capita anche di essere più efficiente dal punto di vista energetico per i pipistrelli da appendere ai loro piedi. Al contrario di sfidare la gravità e stare in piedi, non è necessario spendere energia mentre si è in sospensione a causa della struttura leggera dei muscoli e delle ossa delle gambe che sono stati sviluppati per il volo.

10. I pipistrelli sono gli unici mammiferi che possono davvero volare.

Scusa, scoiattoli volanti. I pipistrelli sono gli unici mammiferi in grado di volare. (Foto: Erik Zandboer / Shutterstock)

Mentre alcuni mammiferi come scoiattoli volanti, alianti di zucchero e colugos possono scivolare in aria per brevi distanze, i pipistrelli sono in grado di volare in modo vero e sostenuto.

A differenza degli uccelli, che muovono le loro zampe anteriori, i pipistrelli volano sbattendo le loro cifre palmate. La membrana delle ali è sensibile e delicata e, sebbene possa essere facilmente strappata, può ricrescere altrettanto facilmente.

11. I pipistrelli possono avere una durata sorprendentemente lunga.

La mazza con le orecchie di topo maggiore pesa meno di una pallina da golf, ma può vivere fino a 22 anni in natura. (Foto: Michal Pesata / Shutterstock)

I mammiferi più grandi tendono ad avere un metabolismo più lento e una durata di vita più lunga, ma ci sono eccezioni. Gli esseri umani, per esempio, vivono molto più a lungo di molti altri mammiferi che hanno una massa corporea più grande, così come i pipistrelli. In effetti, secondo uno studio sulla rivista Nature Ecology & Evolution, ci sono 19 specie di mammiferi che vivono ancora più a lungo degli umani, rispetto alle loro dimensioni corporee, e 18 di queste specie sono pipistrelli.

La mazza di Brandt, per esempio, pesa in genere da 4 a 8 grammi, ma può vivere per 40 anni. Lo studio ha identificato diverse possibili ragioni della longevità fuori misura dei pipistrelli, tra cui tratti genetici che sono già noti per prolungare la durata della vita e nuovi geni che non sono ancora stati collegati con l'invecchiamento in buona salute.

12. I pipistrelli spesso condividono le loro case con migliaia di altri pipistrelli.

Ai pipistrelli piace stare insieme nei loro habitat. (Foto: Significato / Shutterstock)

La più grande colonia di pipistrelli naturali del mondo è la Bracken Bat Cave in Texas, che ospita 20 milioni di pipistrelli. Nel corso di una notte, l'intera colonia può consumare ben 200 tonnellate di insetti volanti. Ci sono così tanti pipistrelli che quando lasciano collettivamente la loro caverna per andare a cercare cibo, una densa nuvola dei loro corpi è visibile sul radar meteorologico.

Il sito della colonia di pipistrelli urbani più grande del mondo si trova ad Austin, in Texas, dove fino a 1, 5 milioni di pipistrelli messicani dalla coda libera si posano sotto il ponte Ann Avenue. Dopo aver trascorso gli inverni in Messico, i pipistrelli migrano ad Austin da marzo a novembre, durante i quali organizzano uno spettacolo notturno per residenti e turisti desiderosi di vederli andare in cerca di cibo.

13. La sindrome del naso bianco sta causando il caos sui pipistrelli americani.

I piccoli pipistrelli marroni sono i più a rischio quando si tratta della sindrome del naso bianco. (Foto: Boyan Dimitrov / Shutterstock)

Nel febbraio 2006, uno speleologo che esplora Howe Caverns vicino ad Albany, New York, ha scoperto funghi bianchi che si accumulavano attorno ai musi dei pipistrelli in letargo. La malattia si diffuse rapidamente nei prossimi anni e ora è documentata in centinaia di colonie di pipistrelli in tutto il Nord America.

Con un tasso di mortalità fino al 99% in alcune colonie, la sindrome del naso bianco è responsabile della morte di almeno 6 milioni di pipistrelli. Il fungo è stato identificato come Pseudogymnoascus destructans, ma a parte alcuni recenti suggerimenti di speranza, rimane una minaccia esistenziale per molte popolazioni e specie di pipistrelli americani.

A meno che gli scienziati non siano in grado di trovare una soluzione, il piccolo pipistrello marrone, la specie di pipistrello più comune in Nord America, è sulla buona strada per l'estinzione.

Nota del redattore: questa storia è stata originariamente pubblicata nel maggio 2013 ed è stata aggiornata con informazioni più recenti.

Articoli Correlati