17 specie di colibrì strane e belle

Tutte le foto © David Hemmings

Uccelli, pipistrelli, api e altri insetti sono tutti importanti impollinatori, ma i colibrì sembrano fare il lavoro con il massimo bagliore. Hanno una colorazione vibrante, le loro banconote simili a una pinza si adattavano perfettamente alla fonte di cibo fiorita di ogni specie, le loro dimensioni adorabilmente minuscole e, naturalmente, le loro abilità di volo sbalorditive.

Il fotografo naturalista David Hemmings cattura una varietà di specie nei suoi viaggi, ma è particolarmente bravo a catturare questi piccoli gioielli volanti e ha molte specie incredibilmente belle nel suo portafoglio. Ad esempio, c'è il colibrì fatturato dalla spada nella foto sopra. Questa è l'unica specie di uccello con un becco più lungo del suo corpo. E non c'è da stupirsi: impugnare quel becco non può essere un compito facile. La creatura deve effettivamente tenere il becco puntato in aria quando è appollaiato per evitare di ribaltarsi. Ma la stranezza ha anche uno scopo. Questo colibrì si nutre di fiori con lunghe corolle, quindi deve raggiungere il profondo per arrivare al nettare. Anche quando conti quel becco impressionante, il colibrì ha in media meno di 10 pollici di lunghezza.

Esistono ben più di 300 specie di colibrì, 51 delle quali sono considerate minacciate o in via di estinzione. Ce ne sono così tanti, è difficile scegliere i preferiti. Ma ci abbiamo provato comunque. Ecco altri 17 esempi della diversità e meraviglia dei colibrì:

Colibrì petto rufous: questa specie (nella foto in alto) è un mangiatore molto esigente. Mangia solo dai fiori che hanno una corolla (il vortice di petali che scendono nei nettari) la lunghezza e la curvatura corrispondono esattamente a quelle del suo becco. È interessante notare che i maschi e le femmine hanno fatture di forma diversa, un tratto evolutivo che i ricercatori ritengono abbattuto sulla concorrenza tra loro per le fonti alimentari.

Silfo a coda lunga: i maschi del siluro a coda lunga (nella foto sotto) sfoggiano una coda incredibilmente lunga - così a lungo che ostacola il loro volo e un maschio deve essere un volantino particolarmente forte e abile per sopravvivere all'età riproduttiva. Le femmine scelgono di accoppiarsi con i maschi con le penne della coda più lunghe, poiché la lunghezza dimostra il livello di forza e fitness del maschio.

Coquette dalla cresta rufous: le coquettes sono alcune delle specie più piccole di colibrì, e la coquette dalla cresta rufous misura solo poco più di 2, 5 pollici di lunghezza e pesa poco meno di 3 grammi. Questo è un peso piuma!

Colibrì topazio rubino: questa specie può sembrare piccola e delicata ma non lasciarti ingannare dalle sue dimensioni. I maschi si appollaieranno in luoghi ben visibili e difenderanno in modo aggressivo i loro territori dai concorrenti.

Il colibrì di Anna: quelli di noi che vivono lungo la costa occidentale del Nord America probabilmente riconosceranno le specie sottostanti. Questo è il colibrì più comune lungo la costa del Pacifico. E hanno un'affascinante danza di corteggiamento. I maschi voleranno fino a 130 piedi nel cielo e piomberanno sulla Terra con una velocità allarmante, emettendo un suono cinguettante con le piume della coda prima di tornare di nuovo in cielo. Puoi vedere un video del comportamento qui.

Colibrì con coda a racchetta: il maschio di questa specie ha un paio di piume di coda impressionanti. Le piume si estendono ben oltre il suo corpo e finiscono in due bagliori iridescenti a forma di racchetta. Molte piante da fiore autoctone fanno affidamento su questa specie di colibrì per l'impollinazione, secondo Avian Web, poiché possono raggiungere i lunghi fiori tubolari che escludono l'accesso a api o farfalle.

Colibrì alla cannella: questo adorabile dalle ali lunghe prende il nome dalla sua colorazione marrone chiaro sulla parte inferiore del suo corpo. Trovato nel Messico occidentale fino al Costa Rica nordoccidentale, prosperano nelle foreste secche e sono talvolta avvistati fino a nord come il Texas e il sud-ovest degli Stati Uniti

Colibrì eremita verde: questa è una delle più grandi specie di colibrì, che misura circa 5, 3 pollici di lunghezza corporea. In questa specie, i maschi hanno code più corte rispetto alle femmine, ma continuano a muovere orgogliosamente queste piume dalla punta bianca durante esibizioni competitive con altri maschi mentre gareggiano per compagni di sesso femminile.

Colibrì dalla coda rufous: questo è un uccello comune di rive e boschi, che vive ovunque dalla campagna aperta ai bordi delle foreste e persino alle piantagioni di caffè (sì, il tuo caffè mattutino potrebbe essere stato impollinato da un colibrì dalla coda rufous!). Non solo il tuo caffè, ma forse anche la banana su cui fai uno spuntino, poiché adorano anche visitare i fiori dei banani. Altamente aggressivi nel difendere il loro territorio di alimentazione, di solito sono i migliori colibrì in una zona.

Colibrì marrone viola: non lasciarti ingannare dalla colorazione relativamente scialba di questa specie. Sfoggiano alcune piume iridescenti meravigliosamente colorate sotto la gola e, naturalmente, hanno quel granello di viola sopra le orecchie, da cui il loro nome. Possono svasare queste piume viola in un bellissimo display. Possono essere trovati nel baldacchino delle foreste pluviali, nelle alte foreste della seconda crescita e visitano anche piantagioni di caffè come il colibrì dalla coda rufous. Le piantagioni che utilizzano metodi di coltivazione dell'ombra aiutano gli uccelli (e altri impollinatori nativi) a prosperare fornendo sia una fonte di cibo che l'habitat arbustivo necessario per il ricovero e l'allevamento.

Colibrì brillante incoronato verde: questo smeraldo è una delle più grandi specie di colibrì e si trova negli altopiani dal Costa Rica all'Ecuador occidentale. Invece di librarsi sui fiori come la maggior parte delle specie di colibrì, il colibrì brillante coronato verde si appollaia in realtà durante l'alimentazione.

Coronet petto castagna: questo colibrì è ammirato per il sorprendente contrasto tra il suo sottoscocca dai colori vivaci e la testa e la schiena verde brillante. Ha anche un tratto caratteristico di tenere le ali dritte sulla schiena per alcuni istanti dopo l'atterraggio su un nuovo trespolo. Si può trovare sui pendii orientali della catena montuosa delle Ande, secondo Avian Web.

Colibrì innevato: ti daremo una supposizione su come questa specie abbia preso il nome. Nonostante i suoi segni distintivi, è una specie di colibrì molto difficile da trovare in quanto sono estremamente localizzati e non visitano gli alimentatori. Inoltre, sono lunghi solo 2, 5 pollici e pesano meno di un centesimo - quindi cercarli è come cercare un fiore in movimento tra gli altri fiori!

Stella delle colline ecuadoriana: il nome di questa specie è appropriato, dato che vivono ad alta quota nelle Ande, nutrendosi lungo i pendii fino alla linea di neve. Poiché vivono in zone così fredde tutto l'anno, risparmiano energia rifugiandosi nei posatoi protetti e entrando nel torpore (riduzione del metabolismo, della frequenza cardiaca, dell'assunzione di ossigeno e della temperatura corporea) di notte.

Colibrì giacobino dal collo bianco: è difficile perdere questa specie di colibrì, con la pancia e la coda bianche brillanti dei maschi e, naturalmente, quella testa blu scuro. Come molte specie di colibrì, il giacobino si nutre non solo di nettare, ma ottiene anche proteine ​​da piccoli insetti, che cattura tramite "falco" o strappando a mezz'aria.

Corona di velluto viola: questo uccello incredibilmente bello all'inizio può sembrare tutto nero, ma aspetta solo che la luce catturi quelle piume iridescenti e vedrai lampi di vivido viola, blu e verde. Le parti inferiori delle sue ali sono anche di colore castano contrastante. Nessuna meraviglia che si chiama un gioiello volante!

Colibrì di mango dalla gola verde: questa specie ama le foreste di mangrovie e paludi e può essere trovata lungo una stretta striscia della costa atlantica lungo il nord e il sud dello sbocco del Rio delle Amazzoni. Sebbene non si sappia molto su questa specie, è noto che la popolazione presente a Trinidad è ora rara a causa della perdita del suo habitat preferito di palude e mangrovie.

Articoli Correlati