21 motivi per cui le foreste sono importanti

Le foreste coprono quasi un terzo di tutta la terra sulla Terra, fornendo infrastrutture organiche vitali per alcune delle raccolte di vita più dense e diversificate del pianeta. Supportano innumerevoli specie, compresa la nostra, eppure spesso non ne sappiamo nulla. Gli umani ora eliminano milioni di acri dalle foreste naturali ogni anno, specialmente ai tropici, lasciando che la deforestazione minacci alcuni degli ecosistemi più preziosi della Terra.

Tendiamo a dare per scontate le foreste, sottostimando quanto siano ancora indispensabili per tutti sul pianeta. Ciò cambierebbe rapidamente se scomparissero tutti, ma poiché l'umanità potrebbe non sopravvivere a quello scenario, la lezione non sarebbe molto utile per allora. Come il Once-ler finalmente realizza in "The Lorax" del Dr. Seuss, una crisi come la deforestazione dipende dall'indifferenza. "A MENO che qualcuno come te si preoccupi moltissimo", scrisse Seuss, "niente andrà meglio. Non lo è."

L'indifferenza, a sua volta, dipende spesso dall'ignoranza. Quindi, per aiutare le cose a migliorare nei boschi di tutto il mondo, saremmo tutti saggi per saperne di più sui benefici delle foreste e per condividere questa conoscenza con gli altri. Questo è l'obiettivo di eventi come l'Arbor Day e l'International Day of Forests, una festa delle Nazioni Unite osservata ogni anno il 21 marzo. Ma le foreste ci supportano ogni giorno dell'anno e poiché la deforestazione corre dilagante in tutto il mondo, hanno sempre più bisogno di noi per restituire il favore.

Nella speranza di far luce su ciò che le foreste fanno per noi e su quanto poco possiamo permetterci di perderle, ecco 21 motivi per cui le foreste sono così importanti:

La foschia di mattina avvolge una foresta tropicale al parco nazionale di Kaeng Krachan in Tailandia. (Foto: Stephane Bidouze / Shutterstock)

1. Ci aiutano a respirare.

Le foreste pompano l'ossigeno di cui abbiamo bisogno per vivere e assorbire l'anidride carbonica che espiriamo (o emettiamo). Si stima che un singolo albero maturo e frondoso produca una scorta di ossigeno per un giorno da 2 a 10 persone. Il fitoplancton nell'oceano è più prolifico, fornendo metà dell'ossigeno terrestre, ma le foreste sono ancora una fonte chiave di qualità dell'aria.

2. Sono più che semplici alberi.

Quasi la metà delle specie conosciute della Terra vive nelle foreste, incluso l'80% della biodiversità sulla terra. Quella varietà è particolarmente ricca di foreste pluviali tropicali, ma le foreste pullulano di vita in tutto il pianeta: insetti e vermi forniscono sostanze nutritive nel suolo, api e uccelli diffondono polline e semi e specie chiave di volta come lupi e grandi gatti tengono sotto controllo gli erbivori affamati. La biodiversità è un grosso problema, sia per gli ecosistemi che per le economie umane, ma è sempre più minacciata dalla deforestazione in tutto il mondo.

3. Anche le persone vivono lì.

Circa 300 milioni di persone vivono nelle foreste di tutto il mondo, tra cui circa 60 milioni di indigeni la cui sopravvivenza dipende quasi interamente dai boschi nativi. Molti milioni di più vivono lungo o vicino ai margini della foresta, ma anche solo una dispersione di alberi urbani può aumentare i valori delle proprietà e ridurre il crimine, tra gli altri benefici.

Il baldacchino domina una foresta costiera nella Nazionale del Circeo. (Foto: Nicola [CC BY 2.0] / Flickr)

4. Ci tengono tranquilli.

Coltivando un baldacchino per illuminare la luce del sole, gli alberi creano anche oasi vitali di ombra sul terreno. Gli alberi urbani aiutano gli edifici a rimanere freschi, riducendo la necessità di ventilatori elettrici o condizionatori d'aria, mentre le grandi foreste possono affrontare compiti scoraggianti come frenare l'effetto "isola di calore" di una città o regolare le temperature regionali.

5. Mantengono la Terra fresca.

Gli alberi hanno anche un altro modo per combattere il calore: assorbire CO2 che alimenta il riscaldamento globale. Le piante hanno sempre bisogno di CO2 per la fotosintesi, ma ora l'aria della Terra è così densa di emissioni extra che le foreste combattono il riscaldamento globale solo respirando. La CO2 viene immagazzinata in legno, foglie e suolo, spesso per secoli.

6. Fanno piovere.

Le grandi foreste possono influenzare i modelli meteorologici regionali e persino creare i propri microclimi. La foresta pluviale amazzonica, ad esempio, genera condizioni atmosferiche che non solo promuovono piogge regolari lì e nei vicini terreni agricoli, ma potenzialmente fino alle Grandi Pianure del Nord America.

7. Combattono le inondazioni.

Le radici degli alberi sono alleati chiave in caso di forti piogge, soprattutto per le zone basse come le pianure fluviali. Aiutano il terreno ad assorbire più di un'alluvione improvvisa, riducendo la perdita di terreno e i danni alle proprietà rallentando il flusso.

Erawan Falls scorre attraverso una foresta pluviale nelle colline Tenasserim della Thailandia occidentale. (Foto: Shutterstock)

8. Lo pagano in avanti.

Oltre al controllo delle inondazioni, assorbire il deflusso superficiale protegge anche gli ecosistemi a valle. Le moderne acque piovane trasportano sempre più sostanze chimiche tossiche, dalla benzina e dai fertilizzanti per prato ai pesticidi e al letame di suino, che si accumulano attraverso i bacini idrografici e alla fine creano "zone morte" a basso ossigeno.

9. Riempiono le falde acquifere.

Le foreste sono come spugne giganti, che catturano il deflusso piuttosto che lasciarlo rotolare sulla superficie, ma non riescono ad assorbire tutto. L'acqua che supera le loro radici scorre nelle falde acquifere, rifornendo le riserve idriche sotterranee che sono importanti per bere, risanare e irrigare in tutto il mondo.

10. Bloccano il vento.

L'agricoltura vicino a una foresta ha molti benefici, come pipistrelli e uccelli canori che mangiano insetti o gufi e volpi che mangiano topi. Ma gruppi di alberi possono anche fungere da frangivento, fornendo un cuscinetto per le colture sensibili al vento. E oltre a proteggere quelle piante, meno vento facilita anche l'impollinazione delle api.

11. Mantengono lo sporco al suo posto.

La rete di radici di una foresta stabilizza enormi quantità di suolo, rinforzando l'intero fondamento dell'ecosistema contro l'erosione del vento o dell'acqua. Non solo la deforestazione interrompe tutto ciò, ma la conseguente erosione del suolo può innescare nuovi problemi potenzialmente letali come frane e tempeste di polvere.

La coperta di alberi Pine Creek Gorge nella Pennsylvania State Forest di Tioga. (Foto: Nicholas A. Tonelli [CC BY 2.0] / Flickr)

12. Puliscono il terreno sporco.

Oltre a trattenere il terreno, le foreste possono anche utilizzare il fitorisanamento per ripulire determinati inquinanti. Gli alberi possono sequestrare le tossine o degradarle per renderle meno pericolose. Questa è un'abilità utile, che consente agli alberi di assorbire trabocchi di acque reflue, fuoriuscite lungo la strada o deflussi contaminati.

13. Puliscono l'aria sporca.

Annunciamo piante d'appartamento per purificare l'aria, ma non dimentichiamo le foreste. Possono ripulire l'inquinamento atmosferico su una scala molto più ampia e non solo di CO2. Gli alberi assorbono una vasta gamma di inquinanti presenti nell'aria, inclusi monossido di carbonio, anidride solforosa e biossido di azoto. Solo negli Stati Uniti, si stima che gli alberi urbani salvino 850 vite all'anno e 6, 8 miliardi di dollari di costi sanitari totali semplicemente rimuovendo le sostanze inquinanti dall'aria.

14. Attenuano l'inquinamento acustico.

Il suono si attenua nelle foreste, rendendo gli alberi una popolare barriera antirumore naturale. L'effetto smorzante è in gran parte dovuto al fruscio delle foglie - oltre ad altri rumori bianchi nei boschi, come i canti degli uccelli - e solo alcuni alberi ben posizionati possono tagliare il suono di fondo da 5 a 10 decibel, o circa il 50% come udito dalle orecchie umane.

15. Ci danno da mangiare.

Gli alberi non solo producono frutta, noci, semi e linfa, ma consentono anche una cornucopia vicino al suolo della foresta, da funghi commestibili, bacche e scarafaggi a selvaggina più grande come cervi, tacchini, conigli e pesci.

Le foreste orientali del Nord America pullulano di vireos dagli occhi rossi in estate. (Foto: Matt MacGillivray [CC BY 2.0] / Flickr)

16. Ci guariscono.

Le foreste ci forniscono molti farmaci naturali e ispirano sempre più spin-off sintetici. La teofillina per la cura dell'asma viene dagli alberi di cacao, per esempio, mentre un composto negli aghi di cedro rosso orientale combatte i batteri resistenti ai farmaci. Circa il 70% delle piante conosciute con proprietà antitumorali si verificano solo nelle foreste pluviali, ma meno dell'1% delle piante della foresta pluviale tropicale è stato testato per gli effetti medicinali. Anche solo camminare nei boschi può offrire anche benefici per la salute, tra cui sollievo dallo stress, riduzione della pressione sanguigna e un sistema immunitario più forte. Quest'ultimo può essere in parte dovuto agli alberi che rilasciano composti trasportati dall'aria chiamati fitoncidi, che spingono i nostri corpi a potenziare le cellule natural killer (NK) che attaccano le infezioni e proteggono dai tumori.

17. Ci aiutano a fare le cose.

Dove sarebbero gli umani senza legname e resina? Abbiamo usato a lungo queste risorse rinnovabili per realizzare qualsiasi cosa, dalla carta e ai mobili alle case e ai vestiti, ma abbiamo anche una storia di essere portati via, portando a un uso eccessivo e alla deforestazione. Grazie alla crescita della piantagione di alberi e della silvicoltura sostenibile, tuttavia, sta diventando più facile trovare prodotti per alberi di provenienza responsabile.

18. Creano posti di lavoro.

Oltre 1, 6 miliardi di persone dipendono in parte dalle foreste per il proprio sostentamento, secondo le Nazioni Unite, e 10 milioni sono direttamente impiegati nella gestione o nella conservazione delle foreste. Le foreste contribuiscono per circa l'1% del prodotto interno lordo globale attraverso la produzione di legname e prodotti non legnosi, quest'ultimo dei quali da solo supporta fino all'80% della popolazione in molti paesi in via di sviluppo.

19. Creano maestà.

La bellezza naturale può essere il beneficio più ovvio e tuttavia meno tangibile che una foresta offre. La miscela astratta di ombra, verde, attività e tranquillità può portare vantaggi concreti per le persone, tuttavia, come convincerci ad apprezzare e preservare foreste di vecchia crescita per le generazioni future.

Secondo quanto riferito, il delta del Danubio in Romania è il delta fluviale meglio conservato in Europa. (Foto: Daniel Mihailescu / AFP / Getty Images)

20. Ci aiutano a esplorare e rilassarci.

La nostra innata attrazione per le foreste, parte di un fenomeno noto come biofilia, è ancora nelle prime fasi della spiegazione scientifica. Sappiamo che la biofilia ci attira verso boschi e altri scenari naturali, incoraggiandoci a ringiovanirci esplorando, vagando o semplicemente rilassandoci nel deserto. Ci danno un senso di mistero e meraviglia, evocando i tipi di frontiere selvagge che hanno modellato i nostri lontani antenati. E grazie alla nostra crescente consapevolezza che trascorrere del tempo nelle foreste fa bene alla salute, molte persone ora cercano questi benefici con la pratica giapponese dello shinrin-yoku, comunemente tradotto in inglese come "balneazione nelle foreste".

21. Sono i pilastri delle loro comunità.

Come il famoso tappeto de "Il grande Lebowski", le foreste legano davvero tutto insieme - e spesso non le apprezziamo finché non se ne sono andate. Al di là di tutti i loro specifici vantaggi ecologici (che non possono nemmeno rientrare in un elenco così lungo), hanno regnato per eoni come l'impostazione di maggior successo della Terra per la vita sulla terra. La nostra specie probabilmente non potrebbe vivere senza di loro, ma sta a noi assicurarsi che non dovremo mai provare. Più ci divertiamo e capiamo le foreste, meno è probabile che ci perdano per gli alberi.

Nota del redattore: questo articolo è stato aggiornato da quando è stato pubblicato originariamente nel marzo 2014.

Articoli Correlati