'Dolphin Tale 2' ha molto più inverno e un po 'di speranza

La vera storia di Winter, un delfino di bottlenose salvato con una coda protesica, il film del 2011 "Dolphin Tale" è stato un successo immediato, incassando oltre $ 95 milioni in tutto il mondo e catturando il cuore del pubblico ovunque. "Dolphin Tale 2", il suo sequel appena pubblicato, continua la sua storia e mette in luce gli sforzi di conservazione e salvataggio dei mammiferi marini del Clearwater Marine Aquarium in Florida, la casa di Winter.

Il film iniziale ha fatto miracoli per la CMA, afferma David Yates, CEO dell'acquario e produttore esecutivo di "Dolphin Tale 2." "Siamo un'associazione no profit ed è guidato dalla consapevolezza della nostra missione e di ciò che stiamo facendo. L'inverno è diventato questa fonte d'ispirazione per milioni di persone in tutto il mondo. La nostra missione è salvare, riabilitare e liberare: farli stare bene e tornare nella natura fintanto che possono sopravvivere lì. Ha guidato la consapevolezza di ciò che facciamo e ha generato molto rispetto per la vita marina e l'ambiente. Siamo custodi della vita marina e dell'ambiente e "Dolphin Tale" ci ha aiutato a raggiungere questo obiettivo perché ha raggiunto milioni di altrimenti non avrei potuto raggiungere ".

La partecipazione è aumentata di dieci volte dalla prima uscita del film, e ciò ha permesso alla CMA di espandersi costruendo più aree per la cura degli animali. "È stato un processo surreale e molto divertente", afferma Yates, gratificato dal fatto che la gente abbia risposto al lavoro dell'acquario e alla storia molto comprensibile di Winter. "Penso che abbia risuonato perché le persone adorano il tipo di lavoro che facciamo, e la storia di Winter è molto avvincente. Ognuno ha problemi di vita, alcuni problemi che devono affrontare. Può essere qualsiasi cosa, dall'avere un grave problema fisico all'autismo sovrappeso per essere vittima di bullismo a scuola. Winter ha dato alla gente molta ispirazione. Se riesce a superare i suoi problemi, possono farlo anche loro. "

"Dolphin Tale 2" presenta Hope, un delfino orfano della morte di sua madre quando aveva due o tre mesi. "Aveva più o meno la stessa età di quando era stata salvata", osserva Yates. "Apparentemente la madre era piuttosto anziana - non c'erano segni di qualcosa come uno sciopero della barca." In ogni caso, Hope non ha mai imparato a cacciare cibo o badare a se stessa, quindi dovrebbe rimanere in cattività come Winter, che non potrebbe sopravvivere in natura con o senza la sua protesi.

Il film ritrae controverso il primo incontro dei due delfini, ma Yates rivela che "in realtà è andato un po 'meglio nella vita reale. Il regista lo ha superato un po' per il film. Winter ha considerato l'interno unire la sua casa e abbiamo introdotto questo nuovo delfino e lei diceva "Chi è questo adesso?" Stava impedendo a Hope di entrare nel suo carro armato e sulla sua piattaforma. È stato abbastanza divertente da guardare. "

Fortunatamente, questo è cambiato nel tempo per la coppia, che compirà nove e quattro anni in ottobre. "Ora sono i migliori amici È una relazione tra sorella maggiore e sorella minore, vanno d'accordo molto bene. Faranno un tiro alla fune su un giocattolo, è divertente. Ma oltre ad essere carini sono molto critici l'uno con l'altro. Hanno bisogno del partenariato sociale e si danno a vicenda ".

In effetti, il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti ha incaricato i delfini in cattività di avere un compagno dello stesso sesso. Quando la sua compagna e madre surrogata Panama morì di vecchiaia, Winter avrebbe potuto essere spedito in un altro acquario se Hope non fosse stato trovato, o se i due non avessero potuto andare d'accordo. Il film confonde un po 'la cronologia per un effetto drammatico - La speranza è stata effettivamente salvata prima della morte di Panama - ma la situazione era la stessa. "Abbiamo dovuto fare affidamento sulla speranza - nessun gioco di parole previsto - che Winter e Hope avrebbero avuto un rapporto abbastanza buono. Le prime due settimane eravamo molto preoccupati per questo", osserva Yates. "Se non fossero andati d'accordo, avremmo avuto un grosso problema: due delfini che non hanno partner."

"Dolphin Tale 2" si intreccia anche nel salvataggio di un delfino spiaggiato e bruciato dal sole di nome Mandy che è guarito ed è stato in grado di tornare sull'Atlantico. Anche questo è successo, ma prima dice Yates. Mandy è stato uno dei due delfini salvati, riabilitati e liberati nel 2006. Il peloso pellicano di nome Rufus, interpretato da una coppia di uccelli nel film, è basato su un pellicano che "vagava per le sale e frequentava" presso la CMA.

Mentre Winter e Hope recitano in alcune scene, non era pratico usare i delfini in altre. In primo luogo, la computer grafica è stata utilizzata per ridurre Hope del 61 percento alla dimensione di tre anni fa, "E qualsiasi cosa che fosse eccessivamente attiva, Winter non può fare, come saltare fuori dall'acqua, era CGI", afferma Yates. Gli stand-in animatronici sono stati usati per sequenze difficili o pericolose.

Come nel primo film, l'attrezzatura fotografica è stata introdotta in anticipo per familiarizzare con gli animali. La produzione non ha interrotto la routine quotidiana dell'acquario, che è rimasto aperto come al solito. "Ci siamo seduti con lo studio per il primo film e abbiamo detto che non possiamo interrompere il nostro lavoro di salvataggio e riabilitazione e hanno concordato", afferma Yates. "È stato impegnativo, ma è andato molto bene con molta pianificazione e comprensione del fatto che gli animali vengono per primi."

I titoli di coda di "Dolphin Tale 2" giocano su un montaggio straziante di adulti e bambini per lo più disabili che hanno visitato Winter al CMA, "Un'ondata di decine di migliaia di famiglie che sono venute o scritte per noi e ci hanno detto storie di come Winter li abbia ispirati ", osserva Yates. "Le famiglie hanno viaggiato dall'Europa, dall'Australia e da tutti gli Stati Uniti perché il loro bambino stava attraversando la chemioterapia o l'autismo o una vittima di ustioni e si era collegato alla storia di Winter e questo li ha aiutati a superare un momento difficile della loro vita. Questa è l'essenza di questi film. L'inverno dà alla gente l'ispirazione per perseverare ".

C'è di più nella storia del documentario "Winter: The Dolphin That Can", che ora è in fase di aggiornamento, ma una versione attuale è disponibile per l'acquisto su seewinter.com e verrà trasmessa in streaming più avanti in autunno. "Andiamo nei dettagli di come Winter è stato salvato, il processo di coda, le interviste con il team CMA e me, come Hope è arrivato durante la festa di" Dolphin Tale "e storie personali", dice Yates. “È ospitato da Cozi Zuehlsdorff che interpreta Hazel nei film. È molto stimolante ".

Per quanto riguarda i progetti futuri, un altro lungometraggio è "certamente una considerazione", rivela Yates. "Abbiamo altre storie qui. Vedremo come funziona" Dolphin Tale 2 "ma stiamo assumendo l'impegno di fare qualcosa, in qualche modo, forse la TV. Probabilmente faremmo qualcosa di diverso da un dramma settimanale. Potrebbe essere un reality show, uno spettacolo di ispirazione incentrato sui bambini con cui lavoriamo o una serie animata. È una storia molto stimolante che deve essere raccontata ".

"Dolphin Tale 2" è attualmente nelle sale.

Correlato sul sito:

  • 9 animali stimolanti che usano protesi
  • La coppia pianifica un parto assistito da delfini; gli esperti la definiscono la peggior idea di sempre
  • 10 video di animali che dipingono

Articoli Correlati