5 cose che non sapevi dello squalo elefante stranamente maestoso

Vedere uno squalo elefante nuotare attraverso l'oceano con la sua incredibile bocca spalancata deve essere uno spettacolo strano.

Ma considera che uno squalo elefante completamente cresciuto può crescere fino a 36 piedi di lunghezza, la sua bocca può aprirsi fino a 3 piedi di larghezza e pesa tra 6.600 e 13.000 libbre - ma si nutre di prede microscopiche.

È il secondo pesce più grande conosciuto nel mare ed è una meraviglia che questo maestoso animale marino abbia mai trovato abbastanza plancton da riempirsi.

Puoi vedere nel video del National Geographic sopra quanto sia spettacolare questo squalo e quanto sia intimidatorio vedere quella grande bocca se nuotassi nelle vicinanze.

Gli squali elefante sono davvero unici nel loro aspetto e nel loro comportamento. Ecco alcuni fatti su di loro che possono darti ancora più apprezzamento per la loro esistenza.

1. Gli squali elefante una volta erano chiamati sunfish

Questi grandi squali erano un tempo avvolti nel mistero, proprio come molte creature oceaniche erano nel 17 ° e 18 ° secolo. Di conseguenza, sono stati nominati in base a determinate abitudini.

In Scozia e in Irlanda, erano chiamati sunfish perché erano spesso visti vicino alla superficie e sembravano galleggiare verso la luce del sole.

Nel 1769, un naturalista gallese di nome Thomas Pennant decise di cambiare il loro nome per differenziarli dai pesci dell'oceano.

Alla fine è atterrato sullo squalo elefante a causa della frase comune "crogiolarsi al sole", in relazione al suo nome originale di sunfish.

Più tardi, coloro che studiano gli squali scopriranno che in realtà stanno vicino alla superficie perché è il luogo principale per il plancton da cui dipendono per il cibo.

2. Sono puzzolenti

Gli squali elefante sono creature puzzolenti. Sono coperti di muco e melma autoprodotti. È un meccanismo di difesa che tiene lontane le lamprede e altre creature oceaniche parassitarie.

La melma è corrosiva e ha anche dimostrato di bruciare le reti nel tempo. I prodotti chimici in questo muco producono un odore rancido.

Quindi c'è la possibilità che tu possa sentire l'odore di questo enorme squalo prima ancora di vederlo!

3. Sono uno dei 3 squali che mangiano plancton

La bocca di uno squalo elefante e il modo in cui mangia sono caratteristiche uniche per cominciare, ma questa creatura è anche una rarità: è uno dei soli tre squali che mangiano il plancton.

Gli altri due sono lo squalo balena e lo squalo megamouth. Ognuno di essi ha centinaia di piccoli denti che aiutano a filtrare ciò che viene in bocca, insieme alle branchie.

Lo squalo elefante fa un ulteriore passo avanti. Non succhia in acqua come fanno le sue due controparti; filtra solo ciò che scorre.

4. A loro piace uscire con gli altri

Gli squali elefante sono considerati relativamente sociali, considerando che tendono a viaggiare in gruppi divisi per sesso.

Sono stati conosciuti per formare scuole fino a 100 membri a volte.

Mentre mancano ancora informazioni sulle loro abitudini di accoppiamento e riproduzione, tendono ad essere visibili all'inizio dell'estate mentre viaggiano verso il nord Europa per accoppiarsi.

I ricercatori devono ancora definire con esattezza il periodo di gestazione per gli squali elefante, ma si ritiene che sia tra un anno e 3 anni.

La loro aspettativa di vita è di circa 50 anni e partoriscono solo ogni due o quattro anni.

5. Sono classificate come specie "vulnerabili"

Gli squali elefante sono elencati come specie "vulnerabili" nella Lista Rossa IUCN. Sono una specie completamente protetta nella costa del Golfo degli Stati Uniti, in Florida, in Nuova Zelanda, a Malta e nel Regno Unito.

Nonostante queste leggi, sono ancora frequentemente pescati a causa del valore delle loro pinne, fegato e olio. Negli anni 1700 e 1800, l'olio dei loro fegati veniva comunemente usato per il combustibile delle lampade.

La popolazione è diminuita drasticamente negli ultimi 20 anni, ma si prevede che le protezioni marittime faranno rivivere quei numeri.

Aggiungi queste meravigliose creature all'elenco di molti che gli umani devono fare un vero sforzo per proteggere al fine di mantenere la loro esistenza sul nostro pianeta.

Articoli Correlati