5 cose che non sapevi sull'ecidna strana e appuntita

L'echidna è spesso chiamato un formichiere spinoso, ma questa creatura non è in realtà correlata ai formichieri. In realtà, è un mammifero insolito che sfida la categorizzazione in molti modi.

Ecco cinque affascinanti dettagli su questo adorabile ma strano animale:

1. Sebbene sia un mammifero, depone le uova . Oltre alle echidna, l'unica specie che lo fa è l'ornitorinco dal becco d'anatra, che è il parente più stretto dell'ecidna. Ogni anno, l'echidna femmina depone un singolo minuscolo uovo delle dimensioni di un centesimo - che arrotola in un sacchetto che si sviluppa appena prima di deporre l'uovo. L'uovo si schiude 10 giorni dopo e il bambino, chiamato puggle, getta il latte secreto dalla madre nel marsupio fino a quando non è pronto per uscire a quasi 2 mesi di età (e poco prima che inizi a crescere spine). Rimane quindi in una tana, alimentata da sua madre ogni 5-7 giorni, fino a quando non ha circa 7 mesi e pronto a vivere da solo.

2. Le specie Echidna sono chiamate dal becco lungo o dal becco corto, ma le echidna in realtà non hanno becchi . Piuttosto, hanno il naso molto lungo, che usano per fiutare i pasti di insetti, termiti, lombrichi e altre prelibatezze. Un echidna può anche usare il naso per percepire le vibrazioni prodotte dalla preda, permettendogli di abituarsi. Quindi usa una lunga lingua appiccicosa per strappare il pasto.

3. Le echidna possono sembrare palle di spine che si allungano, ma sono molto attive, viaggiando attraverso una gamma domestica che potrebbe avere una dimensione di oltre 200 acri. Sono anche bravi nell'autodifesa. Secondo lo zoo di San Diego, “L'echidna ha tre opzioni di fronte al pericolo: scappare sulle sue gambe corte e tozze, scavare o rannicchiarsi. L'abilità di scavo dell'echidna è di solito la scommessa migliore. Alcuni dicono che può scavare una buca più veloce di un essere umano usando una pala! L'echidna scava direttamente nello sporco fino a quando non si vede solo una parte posteriore spinosa, rendendo quasi impossibile per un predatore afferrarlo ed estrarlo. Può anche proteggersi rannicchiandosi in una palla stretta e appuntita, nascondendo viso e piedi. Sorprendentemente, l'echidna è anche un eccellente nuotatore e scalatore di alberi! "

4. Quelle spine sono in realtà peli. Le punte lunghe sono fatte di cheratina e possono essere lunghe fino a due pollici con estremità appuntite che aiutano l'animale a proteggersi dai predatori. Ci sono muscoli alla base di ogni colonna vertebrale che consentono all'ecidna di controllarne il movimento in modo indipendente. Questo è utile per incastrarsi saldamente nelle fessure rocciose per proteggersi o per raddrizzarsi se mai viene arrotolato sulla schiena. Anche con tali protezioni, può ancora diventare un pasto per dingi, gatti selvatici, volpi, goannas e diavoli della Tasmania. Un'altra minaccia significativa per un echidna sono le automobili. Centinaia di persone vengono colpite ogni anno mentre provano ad attraversare strade.

5. Tre delle quattro specie di echidna sono gravemente minacciate a causa della distruzione dell'habitat e della caccia, tra cui l'ecidna dal becco lungo di Sir David, l'ecidna dal becco lungo orientale e l'ecidna dal becco lungo occidentale. Sebbene la quarta specie, l'echidna dal becco corto, sia più diffusa ed è etichettata come Minima preoccupazione, è ancora protetta dalla legge australiana.

Articoli Correlati