5 edifici a energia solare che cambieranno per sempre l'architettura

Con i prezzi dell'energia solare in calo per registrare i minimi e i progressi nella progettazione impennata, sempre più architetti e sviluppatori si rivolgono al solare per i suoi risparmi sui costi e il fascino estetico. Come vedremo nei prossimi due anni, alcuni dei più grandi progetti di costruzione del mondo stanno integrando il fotovoltaico dal tetto fino alla facciata. Di seguito sono solo alcuni esempi che non vediamo l'ora di vedere completati.

Sede spaziale di Apple HQ

La nuova sede di Apple a Cupertino produrrà oltre 16 megawatt di potenza dai pannelli sul tetto. (Foto: Apple)

La splendida nuova sede di $ 5 miliardi di Apple a Cupertino, in California, soprannominata "Nave spaziale", conterrà non solo i più grandi pezzi di vetro strutturale mai realizzati, ma anche uno dei più grandi array solari per un edificio aziendale al mondo. Il gigante della tecnologia sta sfruttando la sua copiosa superficie del tetto per installare migliaia di pannelli solari con una potenza stimata di 16 megawatt di potenza. Il campus includerà anche 4 megawatt di celle a combustibile a biogas e genererà ulteriore energia rinnovabile da un vicino impianto solare da 130 megawatt di First Solar.

Oltre alle energie rinnovabili, Apple sta aggiungendo 2.500 alberi nuovi e autoctoni (portando il totale a oltre 7.000), rivoluzionari elementi di design sostenibile e miglia di piste ciclabili e da jogging. In totale, il campus di 175 acri sarà l'80% di spazio verde.

"Stiamo costruendo un nuovo quartier generale che, credo, sarà l'edificio più verde del pianeta", ha dichiarato Tim Cook, CEO di Apple. "Sarà un centro per l'innovazione ed è chiaramente qualcosa che i nostri dipendenti vogliono e noi vogliamo. "

Il nuovo campus HQ di Apple dovrebbe essere completato entro la fine dell'anno.


Il grattacielo off-grid di Melbourne

Il Sol Invictus è stato progettato in modo tale da offrire la massima indipendenza dalla rete. (Foto: Peddle Thorp)

Un nuovo condominio di 60 piani previsto per lo skyline di Melbourne punta a offrire ai futuri residenti un'esperienza completamente fuori dalla rete. Per raggiungere questo obiettivo, Peddle Thorp Architects ha progettato un edificio con una facciata avvolta da celle solari e integrato con turbine eoliche montate sul tetto, design sostenibile e un enorme sistema di stoccaggio della batteria. Chiamato Sol Invictus ("sole invincibile"), l'edificio sarà orientato per dare al suo esterno curvo la capacità di catturare il più possibile il movimento est-ovest del sole.

"Questo concetto vedrebbe la tecnologia modellare una parte fondamentale dell'architettura", ha dichiarato l'architetto Peter Brook di Peddle Thorp a Curbed. "Molti progettisti progettano edifici per ridurre la loro esposizione al sole. In questo caso, stiamo facendo il contrario."

Secondo Brook, sfruttando i pannelli solari nella facciata rispetto al tetto ha permesso ai progettisti di espandere la metratura disponibile per energia rinnovabile da 4.305 piedi quadrati a 37.673 piedi quadrati. Mentre quel numero compenserà circa il 50 percento del fabbisogno energetico degli edifici, i progettisti sperano che i guadagni in termini di efficienza e altri miglioramenti lo avvicinino al 100 percento quando il progetto sarà completato nei prossimi tre o quattro anni.


Il quartier generale del "velo solare" di General Electric

Il nuovo quartier generale di Boston di General Electric presenterà un "velo solare" per aiutare a compensare i costi energetici. (Foto: GE)

In omaggio al patrimonio marittimo di Boston, la nuova sede sostenibile di GE che si affaccia sul Canale Fort Point della città includerà un drammatico velo solare. Secondo la rivista Boston, il velo sarà "composto da lamelle solari che faranno passare la luce, ma non prima che rimbalzi sulle loro superfici fotovoltaiche".

Oltre a riproporre due vecchi magazzini in mattoni sul sito di 2, 4 acri, GE installerà anche piantagioni native, giardini sul tetto e, come segno di cose a venire, piani terra elevati e sistemi critici per tenere conto del futuro innalzamento del livello del mare. Per incoraggiare l'uso del trasporto di massa, in bicicletta o a piedi al lavoro, il sito presenterà solo 30 parcheggi per i suoi 800 dipendenti previsti.

Dopo il completamento nel 2018, GE prevede che il suo quartier generale sarà certificato come uno degli edifici più verdi degli Stati Uniti


Tesla's Gigafactory

Il Gigafactory di Tesla, l'edificio più grande del mondo per area fisica, sarà alimentato da fonti rinnovabili al 100 percento. (Foto: Tesla)

Il Gigafactory di Tesla in Nevada, il futuro fulcro della produzione di batterie del suo impero di auto elettriche, non è solo il più grande edificio del mondo per area fisica (con un ingombro di fabbrica di 126 acri), ma anche un impianto a energia netta zero.

Secondo CleanTechnica, la società ha deciso fin dall'inizio di non costruire un gasdotto per la fabbrica allo scopo di "costringerlo" a fare affidamento sulle energie rinnovabili. Il piano attuale prevede non solo la copertura dell'intero tetto in pannelli solari, ma anche l'installazione di array nelle colline circostanti. Se ciò non soddisfa pienamente le esigenze della struttura, il CTO JB Straubel di Tesla Motors afferma che dovranno solo capire qualcosa.

"Quindi è stata un'attività divertente e molte sfide che si presentano", ha recentemente condiviso. "Ma in ogni singola fase del processo, siamo stati in grado di reinventare e trovare soluzioni."

Oltre al solare, Tesla prevede di acquisire energia pulita complementare da impianti geotermici e eolici in loco. Il sito è attualmente sulla buona strada per diventare pienamente operativo entro il 2020.


Copenhagen International School

La Copenhagen International School in Danimarca presenterà oltre 12.000 pannelli solari colorati. (Foto: Copenhagen International School)

Una volta completata nel 2017, la Copenhagen International School in Danimarca presenterà la più grande facciata solare del mondo. Gli oltre 12.000 pannelli solari colorati, integrati direttamente nella struttura e nel vetro dell'edificio, produrranno metà del fabbisogno energetico della scuola (circa 300 megawattora all'anno).

Nel tentativo di coinvolgere i 1.200 studenti con le caratteristiche di energia pulita della struttura, gli "studi solari" saranno integrati nel curriculum. Ciò consentirà agli studenti di monitorare la produzione di energia in tempo reale per l'uso in classi come fisica e matematica.

“Siamo orgogliosi che con la costruzione della nuova scuola possiamo integrare l'architettura innovativa nei nostri principi di insegnamento. L'obiettivo della scuola è quello di migliorare le competenze degli studenti in un ambiente internazionale in modo che diventino cittadini responsabili del mondo con un focus sulla sostenibilità ", ha dichiarato in una nota Brit van Ooijen, presidente del consiglio di amministrazione della Copenhagen International School.

Articoli Correlati