5 fatti di gufo che ti stupiranno

I gufi sono pieni di abilità impressionanti. (Foto: Rui Saraiva / Shutterstock)

Trovato in tutti i continenti tranne l'Antartide, i gufi fanno parte della cultura umana e della mitologia per millenni. Sono visti come di tutto, dagli incantevoli vecchi portafortuna ai demoniaci predatori della morte. Perché tale simbolismo? Parte di quel fascino deriva da una strana anatomia, che li fa risaltare tra le altre specie di uccelli.

Molte specie sono notturne, sono volantini quasi silenziosi, possono ruotare la testa, spesso sono più facilmente udibili di quelle viste grazie all'eccezionale mimetizzazione e hanno certamente volti espressivi. Tutto ciò si aggiunge a un uccello molto strano. Ecco alcuni modi in cui i gufi sono strani, ma meravigliosamente.

Non esattamente i bulbi oculari

Tanto meglio vederti, mia cara. (Foto: jadimages / Shutterstock)

I gufi non hanno i bulbi oculari. Piuttosto, sono più come i tubi oculari. Sono allungati e tenuti in posizione da "anelli sclerotici", una struttura ossea nel cranio. Per questo motivo, i gufi non possono davvero muovere o alzare gli occhi. Ecco perché hanno aumentato la mobilità nel collo, ma ci arriveremo più tardi.

Poiché gli occhi sono rivolti in avanti, i gufi hanno una visione binoculare simile agli umani, il che significa che possono vedere un oggetto con entrambi gli occhi allo stesso tempo. Questo dà ai gufi una grande capacità di giudicare altezza, peso e distanza. Tuttavia, mentre gli esseri umani hanno un campo visivo di 180 gradi con circa 140 gradi binoculari, i gufi hanno solo un campo visivo di 110 gradi con circa 70 gradi di visione binoculare. Ma ciò che manca alla visione binoculare compensa la straordinaria visione notturna e lungimiranza.

Tuttavia, poiché sono lungimiranti, non possono vedere gli oggetti da vicino. Quando catturano le prede, usano i filoplumi - piccole piume simili a capelli sui becchi e sui piedi - per sentire il cibo.

Infine, i gufi non hanno una, non due, ma tre palpebre: una è per battere le palpebre, una è per dormire, e una è per mantenere puliti quei preziosi peepers.

Girocollo

Un grande gufo cornuto gira bruscamente la testa. (Foto: jctabb / Shutterstock)

Okay, chiariamo subito una cosa. I gufi non possono girare il collo a 360 gradi. Sembra che possano farlo, ma in realtà è solo (solo ?!) 135 gradi in entrambe le direzioni da guardare in avanti. Questo dà loro un totale sorprendente di 270 gradi di movimento.

Non è facile girare la testa per vedere oltre le spalle, quindi i gufi hanno alcuni adattamenti speciali. Innanzitutto, invece di sette vertebre sul collo come l'uccello medio, i gufi hanno il doppio di quel numero! Ma i loro adattamenti vanno ben oltre. Hanno aggiornamenti extra che li aiutano a sopravvivere mentre girano la testa in modo così drammatico e rapido. Hanno vasi sanguigni alternativi che indirizzano il sangue alla testa, sistemi di pool di sangue per mantenere il sangue circolante da e verso il cervello quando il movimento del collo interrompe la circolazione e involucri dei vasi ammortizzati all'aria in modo da non rompere un vaso sanguigno quando si spezzano il collo circa 135 gradi per guardare oltre la spalla sinistra.

Orecchie Wonky

Le "orecchie" omonime di un gufo comune sono in realtà solo ciuffi di piume. (Foto: Piotr Krzeslak / Shutterstock)

I gufi hanno occhi incredibili, certo. Ma spesso sono le loro orecchie a fare il vero lavoro di caccia. Molte specie di gufi hanno orecchie che non solo sono posizionate asimmetricamente sulla testa ma hanno anche dimensioni diverse. Le due orecchie posizionate in modo diverso ricevono il suono in momenti leggermente diversi, fornendo agli uccelli un'eccezionale capacità di individuare la posizione del suono; quando un suono è ugualmente forte in entrambe le orecchie, il gufo sa che si è azzerato sulla sorgente e sulla distanza.

Nel frattempo, i loro volti appiattiti incanalano il suono nelle orecchie, ingrandendolo in modo che possano rilevare anche il minimo suono da una piccola preda.

Piume furtive

I gufi sono i ninja del mondo degli uccelli. (Foto: zpics [CC BY-ND 2.0] / Flickr)

I gufi sono conosciuti come volantini silenziosi. Devono essere completamente silenziosi se vogliono avventarsi su prede in rapido movimento. Per fare ciò, hanno ali larghe che consentono loro di scivolare e ridurre al minimo lo sbattimento, che è ciò che crea la maggior parte del rumore di un uccello in volo. Inoltre, molte specie di gufi hanno speciali piume di volo che minimizzano il suono quando sbattono le ali.

Lungo i bordi di entrata delle piume di volo primarie vi sono frange rigide, che ricordano i denti di un pettine, che agiscono per ridurre la turbolenza. Quindi sui bordi finali delle stesse piume ci sono frange morbide, un po 'come i bordi sfilacciati di un pezzo di stoffa strappato, che riduce ulteriormente la turbolenza residua. Le ali sono inoltre ricoperte di piume lanuginose per smorzare ulteriormente il suono.

Con queste piume appositamente progettate, invece del suono woosh-woosh-woosh che sentiamo dai battiti delle ali di grandi uccelli come i corvi, è difficile sentire i gufi. Questo dà loro la possibilità di intrufolarsi in prede ignare.

Piedi funky

Anche i piedi di un gufo sono speciali. (Foto: Chris Gladis [CC BY-ND 2.0] / Flickr)

I gufi hanno una struttura del piede chiamata zigodattilo, che è simile alla struttura dei piedi di picchi e pappagalli. I gufi hanno quattro dita, tre delle quali rivolte in avanti e una all'indietro quando volano. Tuttavia, quando si appollaia o afferra una preda, la punta anteriore esterna può ruotare all'indietro in modo che due dita siano rivolte in avanti e due all'indietro. Ciò consente a un gufo una migliore presa su una preda o un ramo.

Ma per una presa davvero eccezionale, i gufi hanno la capacità di bloccare le dita dei piedi attorno a un oggetto in modo che non debbano contrarre continuamente i muscoli. Massima presa con il minimo sforzo.

Articoli Correlati