6 cose strane che accadono dopo la tua morte

La natura non è gentile con il corpo umano dopo la morte. Per fortuna, i giorni della decomposizione naturale sono stati sostituiti da rituali di morte decisamente moderni. Possiamo scegliere di ritardare il processo di decomposizione venendo imbalsamati, dove i nostri fluidi corporei vengono sostituiti con conservanti. Oppure possiamo essere cremati, dove siamo cotti a temperature fino a 2.000 gradi Fahrenheit per diverse ore mentre passiamo alla cenere.

Mentre i nostri rituali di smaltimento moderni potrebbero non sembrare interessanti, il processo della natura che ci ricostituisce sulla Terra lo è ancora di meno. Anche il primo uomo sapeva come mettere una certa distanza tra se stesso e i suoi morti in decomposizione. Nel 2003, gli archeologi hanno trovato prove di antichi umani che avevano seppellito i loro morti nel nord della Spagna circa 350.000 anni fa.

Quindi cosa succede dopo la morte? Ecco alcuni modi strani in cui i nostri corpi si decostruiscono dopo la morte.

Le tue cellule si sono aperte.

Il processo in cui il corpo umano si decompone inizia pochi minuti dopo la morte. Quando il cuore smette di battere, sperimentiamo algor mortis, o il "brivido della morte", quando la temperatura del corpo scende di circa 1, 5 gradi Fahrenheit all'ora fino a raggiungere la temperatura ambiente. Quasi immediatamente, il sangue diventa più acido con l'accumulo di anidride carbonica. Questo fa sì che le cellule si spaccino, svuotando gli enzimi nei tessuti, che iniziano a digerire dall'interno.

Diventi bianco - e viola.

La gravità lascia il segno sul corpo umano nei primi momenti dopo la morte. Mentre il resto del tuo corpo diventa mortalmente pallido, i globuli rossi pesanti si spostano verso le parti del tuo corpo più vicine al suolo. Questo perché la circolazione si è fermata. I risultati sono macchie viola sulle parti inferiori note come livor mortis. In effetti, è studiando i segni del livor mortis che il medico legale può dire esattamente a che ora sei morto.

Il calcio fa contrarre i muscoli.

Abbiamo tutti sentito parlare del rigor mortis, in cui un cadavere diventa rigido e difficile da muovere. Il rigore mortale in genere si attiva dopo 3-4 ore dalla morte, raggiunge picchi a 12 ore e si dissipa dopo 48 ore. Perché succede? Ci sono pompe nelle membrane delle nostre cellule muscolari che regolano il calcio. Quando le pompe smettono di funzionare nella morte, il calcio inonda le cellule, causando la contrazione e il irrigidimento dei muscoli. Quindi, c'è rigor mortis.

I tuoi organi si digeriranno.

La putrefazione, o quando i nostri corpi iniziano a sembrare comparse in un film di zombi, segue il rigor mortis. Questa fase è ritardata dal processo di imbalsamazione, ma alla fine il corpo soccomberà. Gli enzimi nel pancreas fanno sì che l'organo inizi a digerire se stesso. I microbi taggeranno questi enzimi, trasformando il corpo in verde dalla pancia in poi. Come scrive Caroline Williams in New Scientist, "i principali beneficiari sono tra i 100 trilioni di batteri che hanno trascorso la vita vivendo in armonia con noi nelle nostre viscere". Mentre questo batterio ci scompone, rilascia putrescina e cadaverina, i composti che fanno sentire l'odore del corpo umano nella morte.

Potresti essere coperto di cera.

Dopo la putrefazione, il decadimento si muove rapidamente per trasformare il corpo in uno scheletro. Tuttavia, alcuni corpi prendono una svolta interessante lungo la strada. Se un corpo viene a contatto con terreno freddo o acqua, può sviluppare adipocere, un materiale grasso e ceroso formato dai batteri che distruggono il tessuto. Adipocere funziona come conservante naturale sugli organi interni. Può indurre in errore gli investigatori a pensare che un corpo sia morto molto prima di quanto non sia realmente accaduto, come nel caso di un cadavere adipocere di 300 anni trovato in Svizzera.

Probabilmente ti sposterai

Sembra strano, ma è vero. Una ricercatrice in Australia che si è impegnata a studiare i cadaveri per 17 mesi ha scoperto che i nostri corpi non si limitano a contrarsi, ma si muovono molto.

Il ricercatore Alyson Wilson, che ha visitato l'Australian Facility for Taphonomic Experimental Research (AFTER), ha scoperto che le braccia che erano state vicine al corpo sono state scoperte gettate di lato.

"Pensiamo che i movimenti si riferiscano al processo di decomposizione, quando il corpo mummifica e i legamenti si seccano", ha detto Wilson ad AFP.

Le sue scoperte sono state pubblicate sulla rivista Forensic Science International: Synergy.

Alla fine, torniamo tutti sulla Terra: è solo una questione di come. Ma che si tratti del compostaggio o dei fuochi della cremazione, ci rivolgiamo tutti alla polvere e alla cenere e, in alcuni casi, alla cera.

Nota del redattore: questa storia è stata aggiornata da quando è stata pubblicata nel febbraio 2012.

Articoli Correlati