6 modi per aiutare gli elefanti

La maggior parte dell'avorio illegale venduto in tutto il mondo proviene da elefanti che sono stati recentemente uccisi. Non proviene da vecchie scorte di avorio, ma da elefanti che sono stati affogati negli ultimi anni, secondo i ricercatori.

In genere, le autorità non saprebbero quando l'avorio è stato affogato, ma con la nuova tecnologia i ricercatori hanno usato la datazione al carbonio per studiare centinaia di campioni di avorio confiscati da tutto il mondo. L'analisi ha rilevato che la maggior parte dell'avorio proveniva da elefanti uccisi meno di tre anni fa.

Tra gli elefanti africani che vivono nella savana, le popolazioni stanno diminuendo di circa l'8% all'anno, secondo il censimento del grande elefante, compreso un calo del 30% tra il 2007 e il 2014. Allo stesso modo, il numero di elefanti africani che vivono nelle foreste è calato di un incredibile 62% da Dal 2002 al 2013. Queste morti, osserva la rivista Smithsonian, sono "intimamente legate al commercio illegale globale di avorio".

Ciò suggerisce che la crisi del bracconaggio potrebbe essere persino più terribile di quanto si pensasse in precedenza.

Nel 1989, la Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione (CITES) ha vietato il commercio internazionale di avorio di elefante africano, tranne in alcune rare circostanze. Nello stesso anno, il Congresso degli Stati Uniti approvò l'African Elephant Conservation Act (AECA), vietando l'importazione di avorio dagli elefanti africani. Da allora, il mercato americano dell'avorio commerciale è praticamente crollato.

Questo non è il caso in Asia, tuttavia. Circa il 70% dell'avorio illegale attualmente saccheggiato viene inviato in Cina. Venerato per millenni come un oggetto di lusso raro e che migliora lo stato, l'avorio è stato a lungo fuori portata per la maggior parte. Ma poiché il boom economico della Cina ha creato una vasta classe media, molti nuovi clienti sono entrati nel mercato, il che ha elevato il prezzo dell'avorio a uno sbalorditivo $ 1.000 per libbra per le strade di Pechino. Le zanne di un singolo elefante adulto possono valere più di 10 volte il reddito medio annuo per un lavoratore africano.

La brama di avorio e la situazione in Africa hanno creato quella che potrebbe essere la più grande perdita percentuale di elefanti nella storia. Molti temono che gli elefanti africani non sopravviveranno.

Cosa possiamo fare?

Se sei un mercenario, puoi allacciare la tua attrezzatura Rambo e andare in Africa per combattere signori della guerra e bracconieri. Se sei in Cina e acquisti oggetti d'avorio, puoi decidere di smettere. E il resto di noi? Nessuno di noi può fermare da solo il commercio di avorio, ma non siamo indifesi, per quanto possa sembrare. Ecco sei azioni che possiamo intraprendere per sostenere queste grandi creature.

1. Ovviamente, non comprare avorio.

O vendilo o indossalo. Il nuovo avorio è severamente vietato, ma l'avorio antico può essere legalmente disponibile per l'acquisto. (I regolamenti sono complicati; questa è una buona panoramica.) L'avorio è stato tradizionalmente usato per gioielli, palle da biliardo, stecche da biliardo, domino, ventole, chiavi di pianoforte e ninnoli intagliati. Evitare l'avorio antico è un chiaro messaggio per i rivenditori che il materiale non è il benvenuto, ed è un modo semplice per mostrare la tua solidarietà con gli elefanti.

2. Compra caffè e legno adatti agli elefanti.

Le coltivazioni di caffè e legname sono spesso coltivate in piantagioni che distruggono gli habitat degli elefanti. Assicurati di acquistare legname certificato Forest Stewardship Council (FSC) e caffè certificato del commercio equo e solidale.

3. Supportare gli sforzi di conservazione.

Se solo potessimo essere tutti Jane Goodall o Dian Fossey, trasferirci nella giungla o nelle pianure e dedicare completamente la nostra vita alla fauna selvatica. Ahimè, per la maggior parte di noi è roba da sogni ad occhi aperti. Nel frattempo, possiamo supportare le organizzazioni che sono attivamente impegnate nella conservazione degli elefanti. Ce ne sono molti, ma qui ce ne sono alcuni:

  • International Elephant Foundation
  • Sheldrick Wildlife Trust
  • Fondazione per la fauna selvatica africana
  • Amboseli Trust for Elephants

4. Siate consapevoli della difficile situazione degli elefanti in cattività.

Storicamente, i giardini zoologici e i circhi hanno offerto agli elefanti una vita di schiavitù praticamente identificata. Fortunatamente, l'industria dello zoo sta iniziando a svegliarsi e sta iniziando a sviluppare ambienti più adatti agli elefanti, ma hanno ancora molta strada da fare. Circhi, anche oltre. Fai la differenza boicottando i circhi che usano gli animali e boicottando gli zoo che offrono spazio insufficiente per consentire agli elefanti di vivere in gruppi sociali e dove lo stile di gestione non consente loro di avere il controllo della propria vita. Vedi ElephantVoices per maggiori informazioni.

5. Adotta un elefante.

Chi non vorrebbe portare a casa un elefante carino, proteggerlo dai cattivi e allevarlo come loro? OK, quindi non è realistico, ma ci sono organizzazioni che offrono adozioni di elefanti in modo da ottenere immagini carine del "tuo" elefante e ottenere finanziamenti per i loro sforzi di conservazione degli elefanti. World Wildlife Foundation, World Animal Foundation, Born Free e Defenders of Wildlife hanno tutti programmi di adozione e sono buoni posti per iniziare a cercare quel pachiderma speciale.

6. Fatti coinvolgere da Roots & Shoots.

Fondato nel 1991 dalla Dott.ssa Jane Goodall e da un gruppo di studenti della Tanzania, Roots & Shoots è un programma per giovani creato per stimolare un cambiamento positivo. Ci sono centinaia di migliaia di bambini in oltre 120 paesi della rete Roots & Shoots, tutti impegnati a creare un mondo migliore. È un ottimo modo per coinvolgere i giovani nella conservazione e perseguire una carriera per aiutare gli elefanti e altri animali selvatici.

Nota del redattore: questa storia è stata originariamente pubblicata nel settembre 2012 ed è stata aggiornata con nuove informazioni.

Articoli Correlati