7 creature mitologiche irlandesi che non sono folletti

Tutti hanno sentito parlare di folletti. Quei piccoli uomini barbuti che hanno un'affinità con pentole d'oro, arcobaleni e il colore verde. Ma a parte questi personaggi birichini, ma generalmente innocui, ci sono molte altre creature interessanti nel folklore irlandese. Alcuni non sono altrettanto innocenti; in effetti, potrebbero persino provocare alcuni incubi.

Qui ci sono sette leggende irlandesi affascinanti e talvolta terrificanti che non ottengono la stessa pubblicità ma sono altrettanto affascinanti.

Banshee

Sebbene tipicamente raffigurato come una vecchia strega, la banshee (mostrata sopra) può assumere una delle tre forme: una fanciulla giovane e attraente, una matrona a figura intera o una vecchia osso. Ha molti nomi tra cui la Piccola Lavandaia, Hag of the Mist e Hag of the Black Head, ma spesso è semplicemente conosciuta come la donna delle fate. Qualunque sia il suo nome o la sua forma fisica, il suo arrivo predice sempre il destino, il disastro e la morte, spesso di un membro della famiglia.

Abhartach

Conosciuto come il "re nano", questo piccolo tiranno aveva poteri che si estendevano oltre la tomba. La leggenda narra che Abhartach si alzò dalla sua cripta per bere il sangue dei suoi sudditi. Le storie dicono che poteva essere trattenuto solo se fosse stato rianimato sottosopra, trafitto da una spada di tasso, o se la sua tomba fosse circondata da spine. Molte persone pensano che Bram Stoker abbia basato la sua storia di "Dracula" su questa storia precedente di una creatura malvagia morta.

sluagh

Lo sluagh è uno spirito dei morti irrequieti. (Foto: TheoJunior / flickr)

A volte visti come peccatori che non erano i benvenuti in paradiso o all'inferno, gli sluagh venivano lasciati per perseguitare il mondo dei vivi. Arrabbiati per il loro destino, si dice che questi spiriti irrequieti catturino le anime di chiunque accada sul loro cammino. A volte le persone manterranno le finestre chiuse sui lati occidentali delle loro case, specialmente se qualcuno è malato o è morto di recente, per paura che una folla di sluagh venga a chiamare.

Far darrig

Il lontano darrig o il temuto caro - che significa "uomo rosso" - è una fata louta che indossa un berretto rosso e un cappotto. È noto per il raccapricciante scherzo pratico, tra cui strappare i bambini dalle loro culle e lasciare al loro posto degli elfi malati.

Paura Gorta

Letteralmente significa "uomo della fame", la paura gorta è un essere che vaga per la Terra durante i periodi di carestia. Sembra un uomo emaciato mentre chiede aiuto e promette buona fortuna a coloro che glielo danno.

clurichaun

Una rappresentazione di un clurichaun in "Fairy Legends and Traditions of the South of Ireland" di TC Croker. (Foto: Wikipedia)

Una variante del leprechaun, il clurichaun è una fata nota per il suo amore per il bere. È famoso per ossessionare le cantine e aiutare se stesso al loro contenuto. Di piccola statura, l'elfo è alto solo pochi centimetri ed è spesso descritto come un imbroglione e un burlone pratico. La fata è così simile al suo parente vestito di verde che alcuni pensano che potrebbe essere solo un leprechaun in una baldoria.

Selkie

Una donna selkie esce dal mare e perde la pelle di foca. (Foto: Carolyn Emerick / Wikimedia Commons)

Si dice che queste mitologiche creature marine vivano come foche nell'acqua, ma poi si trasformino in esseri umani, perdendo la pelle di foca mentre arrivano a riva. Spesso descritti come incredibilmente belli o belli, si diceva spesso che i selkie attirassero gli umani sull'acqua, per non tornare mai più. Allo stesso modo, è stato detto agli umani di amare i selkies e di nascondere la loro pelle di foca in modo che non possano mai tornare al mare.

Articoli Correlati