7 fatti da mito sul sonnambulismo

Nel film muto "Il gabinetto del dottor Caligari", un ipnotizzatore squilibrato controlla un sonnambulo, usandolo per commettere crimini. Ovviamente, questo film del 1920 non è una rappresentazione accurata del sonnambulismo, ma anche un secolo dopo l'uscita del film, questo disturbo del sonno non è ancora particolarmente ben compreso. Non sappiamo nemmeno cosa lo causi.

In effetti, probabilmente c'è più finzione che fatto che circonda il sonnambulismo, e sapere così poco al riguardo non fa che aumentare la mistica del disturbo.

Tuttavia, ci sono cose che sappiamo e che la conoscenza può aiutare a dissipare parte del mistero sul sonnambulismo.

1. I sonnambuli possono svolgere una serie di attività. Una cosa che tendiamo a capire sul sonnambulismo, soprattutto dato che è proprio lì nel nome, è che le persone camminano o addirittura svolgono alcune attività mentre dormono. Queste attività, secondo il National Health Service (NHS) del Regno Unito, possono variare dal semplice passeggiare per casa per vestirsi o persino mangiare. I casi più gravi possono comportare compiti complessi, come guidare un'auto.

2. Il sonnambulismo si verifica principalmente durante una fase del ciclo del sonno. Il sonno è diviso in fasi e i nostri corpi si comportano diversamente in ognuno. Il sonnambulismo si verifica nella fase tre del sonno non rapido del movimento oculare o del sonno non REM. Durante questa fase, i nostri cervelli producono più onde delta, provocando un periodo di sonno profondo dal quale è difficile svegliare il dormiente. Oltre al sonnambulismo, è probabile che si verifichino terrori notturni durante questa fase. Se il sonnambulismo si verifica durante il sonno REM, potrebbe essere un segno di un disturbo del sonno molto più grave chiamato disturbo del comportamento del sonno REM e può essere associato a condizioni neurologiche come il morbo di Parkinson.

I sonnambuli hanno maggiori probabilità di essere bambini o ragazzi rispetto agli adulti. (Foto: Africa Studio / Shutterstock)

3. La maggior parte dei sonnambuli sono bambini e ragazzi. Il sonnambulismo si verifica in bambini e adolescenti più che negli adulti per la semplice ragione che gli adulti sperimentano meno sonno di terza fase rispetto ai bambini. I ricercatori non sono sicuri del perché ciò accada. Il sonnambulismo può ancora verificarsi negli adulti; è solo meno comune.

4. Il sonnambulismo potrebbe essere ereditario. Ci sono prove che suggeriscono che il sonnambulismo corre in famiglia. Uno studio del 2014 in JAMA Pediatrics ha esaminato 1.940 bambini nati tra il 1997 e il 1998, seguendo le loro abitudini di sonno da marzo 1999 a marzo 2011. Il trenta percento dei bambini nello studio ha riferito di sonnambulismo. Se un genitore era un sonnambulo, il bambino aveva tre volte più probabilità di sonnambulismo, e se entrambi i genitori erano sonnambuli, il bambino aveva sette volte più probabilità di essere un sonnambulo.

5. Il sonnambulismo ha altri segni. Oltre a camminare o vestirsi mentre dormono, i sonnambuli possono mostrare alcuni dei seguenti sintomi, secondo la National Library of Medicine degli Stati Uniti:

  • Gli occhi aperti mentre dormono
  • Espressione facciale vuota
  • Non ricordare sonnambulismo al risveglio
  • Confusione o disorientamento al risveglio
  • Comportamento potenzialmente aggressivo se qualcuno li sveglia

Guidare un sonnambulo a letto è forse il modo migliore per riportarli a dormire. (Foto: Nitikorn Poonsiri / Shutterstock)

6. Svegliare un sonnambulo non li ucciderà. Forse il più grande mito del sonnambulismo è che svegliare un sonnambulo è pericoloso per la sua salute. "Puoi spaventare i sonnambuli e possono essere molto disorientati quando li svegli e possono avere reazioni violente o confuse, ma non ho sentito parlare di un caso documentato di qualcuno che muore per essere stato svegliato", Michael Salemi, direttore generale al California Center for Sleep Disorders, ha detto a Scientific American nel 2007. Gli esperti generalmente raccomandano di guidare delicatamente una persona sonnambula a letto.

7. Il sonnambulismo manca di opzioni terapeutiche. Non ci sono trattamenti specifici per il sonnambulismo perché in genere non richiede alcun. I tranquillanti a breve durata d'azione possono essere prescritti per ridurre la frequenza con cui accade, ma i cambiamenti nello stile di vita possono aiutare. Sviluppare una normale routine del sonno, evitare bevande contenenti caffeina e rilassarsi prima di dormire spesso può risolvere il problema con la necessità di farmaci.

Articoli Correlati