7 fatti fantastici sull'uomo di guerra portoghese

Con la sua caratteristica simile al mohawk, l'uomo di guerra portoghese è una creatura marina decisamente punk-rock. Ma questo è solo uno dei tanti fatti strani e interessanti su questo organismo - o dovremmo dire organismi?

1. L'uomo di guerra portoghese è composto da quattro organismi che lavorano come uno. L'uomo di guerra può sembrare un singolo organismo, ma sono quattro diversi organismi, o zooidi, che non possono funzionare l'uno senza l'altro. Ognuno fornisce una funzione necessaria per la sopravvivenza degli altri.

Lo zooide superiore, che ricorda una chiazza con il suddetto mohawk, è lo pneumoforo. Fondamentalmente è una borsa piena di gas che consente all'uomo di guerra di galleggiare. I successivi due zooidi, gastrozooidi e dattilocloidi, sono i tentacoli dell'uomo di guerra. I primi, come suggerisce il nome, sono i tentacoli di alimentazione dell'organismo. Questi ultimi sono per la difesa e la cattura di prede. Gli zooidi finali, i gonozooidi, si occupano della riproduzione.

2. È stato chiamato per la sua somiglianza con le navi. Quel mohawk è anche il modo in cui l'uomo di guerra ha preso il suo nome. Assomiglia molto alle navi usate dalla marina portoghese nei secoli XV e XVI quando erano a vele spiegate. Il nome può anche riferirsi ai caschi superiori indossati dai soldati portoghesi nello stesso periodo.

I tentacoli di un uomo di guerra portoghese possono raggiungere i 165 piedi di lunghezza. (Foto: Roberto La Rosa / Shutterstock)

3. L'uomo di guerra portoghese non è una medusa. Una medusa è un singolo organismo, non più di uno combinato in uno solo. L'uomo di guerra è, di conseguenza, una specie completamente diversa chiamata Physalia Physalis. Gli uomini di guerra e le meduse appartengono allo stesso phylum, Cnidaria, ma anche altri 10.000 animali.

4. Fornisce una puntura orribile. Potrebbe non essere una medusa, ma l'uomo di guerra ha un tratto che comunemente associamo alle meduse: punture dolorose. I dattilozooidi sono coperti da nematocisti piene di veleno, che è il modo in cui gli uomini di guerra uccidono le loro prede, in genere piccoli pesci e plancton. Le punture sono dolorose per l'uomo, ma raramente sono fatali.

Con tentacoli che possono raggiungere fino a 165 piedi, avvolgersi in essi può farti sembrare come se fossi stato colpito da una frusta. I trattamenti per le punture sono stati oggetto di accesi dibattiti, ma uno studio del 2017 sulle riviste Toxins ha raccomandato all'aceto di lavare via eventuali nematocisti rimanenti una volta rimossi i tentacoli e quindi immergere l'area interessata in acqua calda, idealmente 113 gradi Fahrenheit (45 gradi Celsius) per circa 45 minuti.

Potrebbe avere un nome spaventoso e una puntura dolorosa, ma l'uomo di guerra portoghese ha ancora i suoi predatori. (Foto: NOAA / OER / Wikimedia Commons)

5. Ha predatori. Nonostante la sua puntura, i tavoli accendono l'uomo di guerra, proprio come con qualsiasi altro animale. La tartaruga caretta e il pesce sole dell'oceano divorano entrambi Physalia physalis, il che non è troppo sorprendente poiché entrambe le specie mangiano anche meduse. Notevole anche tra i suoi predatori è il polipo coperta. Questo grande polpo è stato avvistato con viticci di uomini di guerra sconfitti attaccati alle loro ventose, probabilmente usandoli sia per offesa su prede che per difesa contro i predatori.

6. Va con il flusso - letteralmente. L'uomo di guerra non ha alcun mezzo di propulsione, quindi semplicemente va alla deriva, cavalcando le correnti dell'oceano o navigando mentre i suoi pneumofori catturano la brezza marina. Se c'è una minaccia sulla superficie, la creatura può sgonfiare temporaneamente il suo pneumoforo per affondare sott'acqua.

Anche quando sono morti, gli uomini di guerra portoghesi possono ancora fare una puntura. (Foto: NFKenyon / Shutterstock)

7. L'uomo di guerra portoghese si lava molto sulle rive. Forse a causa di come si muove, l'uomo di guerra si lava sulle spiagge di tutto il mondo, dalla Carolina del Sud, dalla Gran Bretagna all'Australia. Quando un gruppo di loro si è presentato a migliaia sulla costa meridionale della Gran Bretagna nel 2017, un esperto della Marine Conservation Society ha citato "una combinazione di fattori" per spiegare la presenza degli uomini di guerra, compresi gli uragani. Anche se non sono nell'oceano, gli uomini di guerra possono ancora pungerti, quindi evitali se sono bagnati sulla spiaggia.

Articoli Correlati