7 fatti sul ragno della vedova nera

Menziona il ragno della vedova nera e probabilmente verrai accolto con alcuni sguardi frenetici ed esclamazioni di "Cosa ?! Dove ?!"

La vedova nera, tuttavia, non è una creatura così pericolosa o monodimensionale come suggerisce la cultura popolare. Ha certamente un morso velenoso, ma ha anche una rete incredibilmente forte e un rituale decisamente strano e cortese in cui i ragni maschi diventano padroni di casa.

1. I ragni della vedova nera sono più che semplici neri. Appartenenti al genere Latrodectus, i ragni vedove comprendono 31 specie conosciute che esistono in tutti i continenti del mondo, tranne l'Antartide. Mentre le tre specie comuni in Nord America - meridionale (L. mactans), occidentale (L. hesperus) e settentrionale (L. variolus) - sono nere, alcune sono di colore da marrone chiaro a scuro, come il ragno della vedova marrone opportunamente chiamato (L geometricus). Alcune specie, ma non tutte, hanno una specie di addome marcato rosso distinto.

2. Il veleno dei ragni della vedova nera femminile è potente ma raramente mortale. Il veleno della vedova nera è decisamente potente, valutato per circa 15 volte più forte di quello di un serpente a sonagli, ma un morso da uno non significa morte. Il morso porterà dolore muscolare insieme a una varietà di altri sintomi, tra cui difficoltà respiratorie, nausea e intorpidimento intorno al sito del morso. Questi sintomi possono diventare gravi, ma se non sei un bambino o qualcuno che è già malato o ha un sistema immunitario indebolito, raramente sono fatali. Solo le vedove nere femminili avveleneranno un essere umano poiché solo le loro chelicere - una parte della bocca vuota e simile ad un ago - sono abbastanza lunghe da iniettare il veleno nell'uomo. Inoltre, è improbabile che i ragni della vedova nera ti mordano in situazioni a bassa minaccia e potrebbero anche non usare il loro veleno se ti mordono.

I ragni vedova nera maschio, uno dei quali è raffigurato sopra a destra, hanno una varietà di tecniche per accoppiarsi con le femmine. (Foto: Mark_Kostich / Shutterstock)

3. I ragni della vedova nera non mangiano spesso i loro compagni. A parte il loro aspetto distinto e il loro morso velenoso, la cosa per cui i ragni delle vedove nere sono più famosi è uccidere i loro compagni e divorarli dopo il sesso. Questo tratto è così comunemente applicato alle specie che la frase vedova nera viene usata per riferirsi a una donna umana che ha ucciso almeno un partner o un amante. Questa reputazione per l'omicidio, tuttavia, è generalmente immeritata. Il consumo dei compagni non è mai stato registrato in natura quando si parla della maggior parte delle specie nordamericane, secondo il Burke Museum; è stato osservato solo in ambienti di laboratorio in cui il maschio non poteva scappare. Ciò non significa che non accada con altri membri del genere, ma non è la norma.

4. Tuttavia, i ragni vedova nera maschio fanno del loro meglio per evitare di essere mangiati. Nonostante il cannibalismo sessuale sia piuttosto raro tra le vedove nere, i maschi fanno del loro meglio per non diventare uno spuntino post-coitale. Uno studio del 2014 pubblicato su Animal Behavior ha scoperto che le vedove nere maschi cercano vergini ben nutrite per l'accoppiamento. In entrambi gli studi sul campo controllato e in natura, i ricercatori hanno osservato che i maschi preferiscono tali femmine, distinguendole dalle altre femmine a causa dei feromoni che rilasciano. Oltre a evitare di essere divorati dalle femmine affamate, i ricercatori ritengono che i maschi pensino che una femmina più grassa si tradurrà in una prole più e più sana.

Le vedove nere maschili invieranno anche vibrazioni sulla rete di una femmina che indica che sono lì per l'accoppiamento e non sono cibo. Secondo uno studio del 2014 pubblicato su Frontiers in Zoology, le prese del web fatte dai maschi differiscono significativamente da quelle delle prede. Quando i ricercatori hanno riprodotto queste vibrazioni sulle femmine, avevano meno probabilità di fornire una risposta predatoria rispetto a quando i ricercatori hanno riprodotto le vibrazioni delle prede.

5. I ragni vedova nera maschio sono letterali homewreckers. Come in gran parte del regno animale, la competizione per l'accoppiamento può essere feroce, quindi i maschi ricorrono spesso a tutti i tipi di tattiche per assicurarsi che i loro geni siano quelli portati avanti. Nel caso della vedova nera occidentale, ciò comporta apparentemente la distruzione di una rete femminile. Le ragnatele delle vedove nere sono ragnatele disordinate a differenza delle ragnatele ordinate che vediamo spesso e quando sono pronte ad accoppiarsi, le femmine depositano feromoni sulle ragnatele. I maschi distruggeranno la rete, riducendo i feromoni delle femmine e rendendo la rete meno attraente per gli altri maschi. Da parte loro, le femmine non sembrano preoccuparsi della distruzione delle loro proprietà. I ricercatori ritengono che ciò sia dovuto alla riduzione delle potenziali molestie subite durante i periodi di accoppiamento. In effetti, la riduzione del web sembra persino rendere le femmine più ricettive all'accoppiamento.

6. Le ragnatele dei ragni vedova nera sono forti come l'acciaio. Questa particolare rete è nota per la sua forza, tanto che i ricercatori hanno fatto del loro meglio per replicare le proprietà della rete. I tentativi di farlo, tuttavia, non hanno prodotto materiali con la stessa resistenza o proprietà. Tuttavia, uno studio del 2018 pubblicato negli Atti della National Academy of Sciences potrebbe aver risolto questo problema. Utilizzando tecniche di imaging all'avanguardia, i ricercatori hanno dato uno sguardo più attento che mai alla ghiandola proteica in cui è stata creata la seta del nastro. Lì hanno scoperto un processo di assemblaggio delle proteine ​​più complesso. Essere in grado di replicare sinteticamente questo processo potrebbe comportare materiali più resistenti per i ponti, materiali migliori per la plastica e tessuti più durevoli per il personale militare e gli atleti.

7. I ragni della vedova nera si stanno dirigendo verso nord. Un altro segno dei tempi del cambiamento climatico, la gamma della vedova nera settentrionale si sta espandendo a quelli che erano i climi più freddi. Delineato in un articolo PLOS del 2018, i ricercatori canadesi, basandosi sui dati scientifici dei cittadini, hanno scoperto che la gamma più settentrionale delle specie è aumentata di circa 50 km tra il 1960 e il 2016, insinuandosi nell'Ontario orientale e nel Quebec.

Articoli Correlati