7 idee genitoriali "vecchia scuola" che non volerebbero mai oggi

Da bambino, Christian Cotroneo di Site faceva sempre colazione prima di partire per la scuola, per gentile concessione di suo padre. Ma mentre gli esperti di salute oggi applaudirebbero ai suoi sforzi, potrebbero alzare alcune bandiere rosse al pasto effettivo che suo padre ha servito: "Quella colazione consisteva in un'antica, orribile ricetta tramandata dai suoi genitori nel sud Italia: latte caldo e pane. Lo mise tutto insieme nella zuppa - e poi aggiunse un secchio di zucchero. E andammo a scuola! "

Allo stesso modo, mia madre mi ha dato il whisky da bambino per lenire le gengive e alcune volte nei miei anni di scuola elementare quando avevo i denti tirati. Bastava strofinare le gengive per alleviare il dolore, ma non c'è dubbio che dare l'alcool a un bambino non volerebbe mai oggi.

Io e Cotroneo non siamo certamente gli unici adulti a guardare indietro alla nostra infanzia e a chiederci cosa stessero pensando i nostri genitori. Secondo Allana Robinson, coach per l'efficacia dei genitori e stratega del comportamento infantile, ci sono molte cose che i genitori di una volta hanno fatto quando hanno cresciuto i loro figli che sembrano discutibili oggi. Ecco alcuni dei suoi preferiti:

Dormire

Giugno 1923: un bambino nel lettino su una sporgenza fuori da una finestra a Bloomsbury, Londra. (Foto: agenzia di stampa topica / Hulton Archive / Getty Images)

I genitori hanno usato alcune tattiche discutibili in passato, nel tentativo di far dormire sonni tranquilli i loro figli durante la notte. Non è chiaro se il bambino nella foto sia stato posizionato sul davanzale per ottenere aria fresca (anche se a Londra degli anni '20 sembra improbabile) o per ridurre al minimo la distrazione delle sue grida, ma in entrambi i casi l'intero scenario urla una cattiva idea.

Anche dopo che i genitori hanno smesso di mettere i loro figli su sporgenze all'interno di una gabbia, li hanno messi a dormire sulla pancia e li hanno avvolti in coperte che avevano lo scopo di tenerli al caldo ma alla fine hanno causato un pericolo di soffocamento. "La campagna" Ritorno al sonno "a metà degli anni '90 ha ridotto la mortalità infantile del 50%", ha affermato Robinson. Il sonno è ancora un problema complicato per molti genitori, ma almeno è più sicuro per i bambini di quanto non lo sia mai stato in passato.

Sculacciata

La ricerca è chiara: la disciplina fisica è dannosa per i bambini sia adesso che in futuro. (Foto: polya_olya / Shutterstock)

Ai vecchi tempi, ai nuovi genitori veniva consigliato che risparmiare la verga significava rovinare il bambino. Ma mentre ci sono ancora alcuni genitori che continuano questa pratica antiquata, molti ora si rendono conto che la sculacciata è un metodo orribile per disciplinare i bambini. Numerosi studi, tra cui uno studio del 2016 condotto da ricercatori dell'Università del Texas, intitolato "Rischi di danno da sculacciata confermati dall'analisi dei cinque decenni di ricerca", hanno dimostrato che i bambini che sono sculacciati hanno maggiori probabilità di sfidare i loro genitori, si impegnano in rischiosi comportamento, esibiscono comportamenti antisociali e hanno difficoltà con la salute mentale e la cognizione da adulti.

Anche l'American Academy of Pediatrics (AAP) ha aggiornato la sua politica nel novembre 2018 per dire che si oppone alla sculacciata e ad altre forme di punizione corporale. L'AAP ha affermato che "la punizione corporale può provocare un circolo vizioso di crescente comportamento povero e punizione più severa". Avvertono anche che l'uso a lungo termine della punizione corporale può indurre i bambini a "sviluppare comportamenti più aggressivi, una maggiore aggressività a scuola e un aumentato rischio di disturbi di salute mentale e problemi cognitivi".

Aggiunta di succo / zucchero / riso ai biberon

Oggi, i pediatri consigliano ai genitori di attendere almeno sei mesi prima di consentire ai bambini di avere il succo e anche in questo caso dovrebbe essere parsimonioso poiché il succo ha meno nutrizione della formula e più calorie dell'acqua. (Foto: Oksana Kuzmina / Shutterstock)

Ai vecchi tempi, alle nuove madri veniva spesso consigliato di aggiungere riso ai biberon per addensare la formula del bambino e aiutare i loro piccoli ad ingrassare. Ma ora sappiamo che il riso può causare problemi intestinali, problemi di bavaglio e rischi di soffocamento per i bambini piccoli. "Se i genitori sentono che il cibo dei loro figli deve essere" ammassato ", devono parlare con il loro pediatra e usare solo addensanti per il latte approvati", afferma Robinson. Alcuni genitori hanno anche dato ai loro bambini succo di frutta o addirittura acqua (senza fiato) nelle loro bottiglie.

Oggi, ai genitori viene consigliato di non dare il succo ai loro bambini fino a quando non avranno superato i 6 mesi. Anche allora, dovrebbero farlo solo raramente poiché il succo ha più calorie rispetto all'acqua senza avere la nutrizione aggiunta di latte in polvere o latte materno. L'acqua zuccherata non è mai raccomandata.

Seggiolini per auto (o loro mancanza)

I seggiolini auto nel corso della giornata consistevano a malapena di alcuni bar per tenere un bambino sopra il sedile principale. (Foto: simpleinsomnia / Flickr)

I genitori di nuovi bambini oggi sono probabilmente cresciuti in sella ai seggiolini auto che li hanno tenuti al sicuro in ogni viaggio. Ma quelli di noi che hanno qualche chilometro in più sui nostri contachilometri possono ricordare i giorni in cui si trovavano sul pavimento delle auto dei nostri genitori senza nemmeno una cintura di sicurezza. E i pochi seggiolini disponibili erano a dir poco discutibili. Ora sappiamo che i bambini dovrebbero essere seduti nei seggiolini auto e nei seggiolini fino a almeno 12 anni. Dovrebbero essere ancora sul sedile posteriore, ma dovrebbero essere fissati in un seggiolino auto adatto alla loro età e sicuramente non sdraiati sul pavimento.

timeout

Alcuni esperti ritengono che i timeout possano comportare un comportamento scorretto dei bambini anche più di altre forme di punizione. (Foto: Suzanne Tucker / Shutterstock)

"L'isolamento sociale non è efficace a lungo termine e può causare danni a lungo termine", afferma Robinson. I timeout sono una buona cosa quando interrompono il comportamento negativo e danno al bambino uno spazio sicuro per calmarsi. Ma indietro nel tempo, i timeout sono stati assegnati in maniera negativa o negativa, sia a casa che a scuola, come conseguenza di quasi ogni infrazione. E il sottotesto del timeout era quello dell'umiliazione. Fare in modo che il piccolo Johnny affrontasse il muro nell'angolo perché stava parlando durante la lezione era un modo per metterlo in imbarazzo, non un modo per affrontare costruttivamente le cause alla base del suo comportamento. "Dare a tuo figlio la stessa conseguenza per ogni trasgressione insegna ai bambini a obbedire ciecamente invece di pensare criticamente alle loro azioni, e causa PIÙ del comportamento scorretto che i genitori stanno cercando di frenare", ha aggiunto Robinson.

Pulendo i loro piatti

Costringere i bambini a mangiare quando non hanno fame insegna loro a mettere a tacere ciò che sentono nei loro corpi e a mangiare solo per il gusto di mangiare. (Foto: plantico / Shutterstock)

Sì, sappiamo tutti che ci sono ancora bambini affamati in altre parti del mondo che sarebbero grati per il cibo nei nostri piatti. E sappiamo che i bambini non sono sempre interessati a fermare qualsiasi cosa stessero facendo per sedersi e mangiare. Ma sappiamo anche ora che costringere i bambini a mangiare quando semplicemente non sono affamati è un buon modo per insegnare loro a mettere a punto i loro segnali corporei e mangiare quale cibo ci sta di fronte.

Vogliamo tutti che i nostri bambini mangino molti cibi sani per aiutarli a crescere. Ma l'alimentazione forzata non è la risposta. Con i tassi di obesità infantile che continuano ad aumentare, la maggior parte degli esperti di salute ora consiglia di offrire ai bambini una gamma di scelte alimentari sane durante i pasti e di lasciare loro decidere quando ne hanno avuto abbastanza. "Va bene se i bambini non mangiano tutto nei loro piatti" secondo l'American Academy of Pediatrics. "A questa età, dovrebbero imparare a sapere quando sono pieni."

Invio di bambini nelle loro stanze

Le camerette dei bambini non sono così noiose come una volta. (Foto: junpinzon / Shutterstock)

Quando ero un bambino, non c'era niente di peggio che essere mandato nella mia stanza quando mi stavo comportando male. Questo perché la mia stanza era noiosa. Non c'erano televisione, né computer, né telefono, e nemmeno il Wi-Fi e gli smartphone esistevano. Tutto quello che potevo fare era leggere libri, ascoltare musica, piegare i vestiti puliti che giacevano sul pavimento e pensare a ciò che avevo fatto per meritare il mio esilio. Questo era il punto.

I bambini di oggi non possono nemmeno immaginare una simile esperienza. In questi giorni, la mia adolescente implora di essere mandata nella sua stanza dove può guardare Netflix, giocare a PlayStation, mandare messaggi ai suoi amici o sfogliare Tumblr in pace. Inviare i bambini nelle loro stanze non è più la punizione di una volta. Ma sai cos'è? Portare via la password Wi-Fi. Ciò attira l'attenzione dei miei figli più velocemente di quanto si possa dire "disco in vinile".

Nota del redattore: questo articolo è stato aggiornato da quando è stato pubblicato originariamente nell'aprile 2018.

Articoli Correlati