7 motivi per considerare i test di qualità dell'aria negli ambienti chiusi

L'aria non è leggera come sembra. Sta spingendo sulla tua pelle in questo momento con fino a 15 libbre di pressione per pollice quadrato, un peso così familiare che non riesci a sentirlo. I tuoi polmoni lo avvertono, soprattutto quando è impantanato di tossine. E mentre tendiamo a considerare l'inquinamento atmosferico come una minaccia all'aperto, può essere ancora peggio all'interno degli edifici in cui viviamo e lavoriamo.

Le cause dell'inquinamento dell'aria interna variano da regione a regione, da casa a casa e persino da una stanza all'altra. L'aria contaminata penetra dall'esterno, ma si diffonde anche da una vasta gamma di fonti interne come materiali da costruzione, prodotti di consumo, muffe, insetti e animali domestici. Una scarsa ventilazione può farla accumulare a livelli pericolosi, un problema che spesso si innalza in autunno e in inverno mentre sigilliamo gli edifici per conservare il calore.

Se sei preoccupato per l'aria all'interno della tua casa o del tuo ufficio - due posti in cui molte persone fanno la maggior parte della loro respirazione - potresti voler separarlo con test di qualità dell'aria interna. Per aiutarti a liberare l'aria una volta per tutte, ecco alcuni dei più comuni inquinanti dell'aria interna, come rilevarli e come gestirli.

1. Combustione

I gas e le particelle della combustione sono le principali fonti di inquinamento dell'aria interna in tutto il mondo. Le cucine domestiche da sole uccidono circa 4 milioni di persone ogni anno, principalmente nei paesi in via di sviluppo, ma questa categoria comprende anche stufe, caminetti, forni, stufe e fumo di tabacco. I principali inquinanti rilasciati dalla combustione sono monossido di carbonio (CO), biossido di azoto (NO2) e particolato.

Il CO provoca una serie di sintomi - dal mal di testa e dalla nausea alla confusione e all'incoscienza - e uccide circa 500 persone negli Stati Uniti all'anno. L'NO2 irrita le mucose e causa mancanza di respiro e l'esposizione a lungo termine a livelli bassi può aumentare il rischio di infezioni polmonari o enfisema. Le particelle sospese nell'aria possono depositarsi nei polmoni, danneggiando potenzialmente i tessuti e persino penetrando nel flusso sanguigno.

Il CO è incolore e inodore, quindi il modo migliore per rilevarlo è installare allarmi di CO vicino a camere da letto e apparecchi a combustione. Tali apparecchi dovrebbero anche essere ispezionati almeno una volta all'anno da un tecnico qualificato, così come i camini, i camini e i sistemi di trattamento dell'aria. Altri prodotti della combustione sono più facili da vedere e da annusare - l'NO2 è bruno-rossastro con un odore acre, per esempio - ma alcuni livelli possono essere rilevati anche con determinati strumenti. E quando si utilizza una stufa, un termosifone o un camino, ventilare con un ventilatore o una finestra.

2. Radon

Un altro gas incolore e inodore, il radon, è la seconda causa di cancro ai polmoni negli Stati Uniti, uccidendo circa 21.000 americani ogni anno. Quasi tutto il suolo contiene bassi livelli di uranio in decomposizione, che emette radon, anche se alcune regioni hanno più di altre. Si dissipa normalmente in modo innocuo nell'aria esterna, ma può anche fluire negli edifici attraverso spazi vuoti nelle fondamenta, raggiungendo infine livelli non sicuri negli scantinati e nei piani inferiori.

Mentre la mappa della zona radon dell'EPA può suggerire il tuo rischio generale, i test di qualità dell'aria sono l'unico modo per essere sicuri. I kit di test del radon fai-da-te sono disponibili online e nei negozi di articoli per la casa, ma l'EPA suggerisce di contattare prima l'ufficio statale del radon, poiché alcuni stati offrono kit gratuiti o scontati. E poiché devono essere prese precauzioni per garantire una lettura accurata, molte persone optano per un ispettore qualificato del radon, soprattutto quando acquistano una casa.

Il livello medio di radon interno è di 1, 3 pico curies per litro (pCi / L) e l'EPA raccomanda di intervenire se si rileva un livello di 4 pCi / L o superiore. Il risanamento del radon comporta la sigillatura degli interni dell'edificio dal suolo esposto, un compito complesso che in genere è meglio lasciare ai professionisti. Il costo medio è di circa $ 1.200, secondo l'EPA.

3. Amianto

Come il radon, l'amianto si trova naturalmente nel terreno, presentando scarsi rischi per la salute fino a quando non arriva in casa. Mentre il radon si intrufola, tuttavia, la maggior parte dell'amianto è un ospite invitato che ha superato la sua accoglienza. La fibra minerale resistente al calore è stata a lungo utilizzata come materiale da costruzione e isolante, ma il suo stock si è schiantato negli ultimi decenni tra le notizie che l'inalazione delle sue fibre può causare cancro ai polmoni, mesotelioma e cicatrici polmonari a lungo termine.

La maggior parte delle case e degli uffici moderni ora utilizza materiali alternativi, ma gli edifici più vecchi possono ancora contenere amianto. Anche in questo caso, le fibre si diffondono nell'aria solo quando sono disturbate, quindi la soluzione più pratica è spesso quella di lasciare da solo l'amianto. Questa non è sempre un'opzione, tuttavia, una casa che invecchia potrebbe aver bisogno di riparazioni nella sua soffitta rivestita di amianto, ad esempio, o gli scoiattoli potrebbero aver sollevato le fibre mentre cercavano un posto dove trascorrere l'inverno.

Dati i rischi, la bonifica dell'amianto fai-da-te è raramente una buona idea. Non è consigliabile nemmeno prelevare i propri campioni per i test. Se sospetti che un materiale contenga amianto, cerca i segni di danno senza toccarlo, quindi contatta un ispettore professionista per saperne di più. La legge federale non richiede l'accreditamento per il lavoro di amianto in case unifamiliari, ma alcuni stati e comuni lo fanno. Vedi questo elenco di contatti di amianto dello stato per aiuto.

4. Composti organici volatili

I composti organici volatili (COV) sono presenti in innumerevoli prodotti di consumo, dalla vernice e colla alle stampanti e alle tende da doccia. Hanno bassi punti di ebollizione, che li fanno "sfogare" molto vapore anche a temperatura ambiente. Alcuni vapori di COV causano problemi di salute a breve termine come mal di testa e nausea, spesso raggruppati come "sindrome dell'edificio malato". Altri pongono rischi a lungo termine, dal danno cerebrale al cancro.

I livelli medi di alcuni COV sono da due a cinque volte più alti all'interno che all'esterno, secondo l'EPA, e sono soggetti a oscillazioni drammatiche. Durante e per diverse ore dopo la sverniciatura, ad esempio, i livelli di COV interni possono salire a 1.000 volte la media esterna. La miglior difesa è usare con parsimonia i prodotti contenenti COV e impedire l'accumulo dei loro fumi usandoli all'aperto o ventilando con ventilatori e finestre.

I test per la maggior parte dei VOC non sono utili, poiché non esistono standard federali per le impostazioni non industriali. Tuttavia, alcuni COV giustificano un ulteriore controllo a causa dei loro legami con il cancro. Uno dei più famosi è la formaldeide, che si diffonde da prodotti in legno pressato, colle, tessuti, stufe a gas e fumo di tabacco. L'EPA suggerisce la mitigazione se i livelli interni superano 0, 1 parti per milione. Sono disponibili kit di test fai-da-te, ma secondo la School of Public Health dell'Università del Minnesota, "nei casi in cui l'accuratezza dei risultati è importante, solo i professionisti qualificati dovrebbero misurare la formaldeide a causa della difficoltà di ottenere buoni dati e interpretare i risultati". Un altro COV cancerogeno da evitare è il benzene.

5. Muffa e muffa

I funghi sono noti inquinatori dell'aria interna, che sfruttano le condizioni calde e umide per colonizzare e contaminare. Le epidemie spesso iniziano negli scantinati e nei bagni, ma possono diffondersi rapidamente con sufficiente umidità. Gli effetti sulla salute variano in base al tipo di muffa e alla sensibilità personale; i sintomi possono includere naso chiuso, respiro sibilante e irritazione cutanea. Gli studi hanno anche collegato l'esposizione di muffe indoor allo sviluppo dell'asma nei bambini.

Il modo migliore per combattere la muffa è combattere l'umidità. Mantenere l'umidità relativa all'interno al di sotto del 60 percento e utilizzare un deumidificatore o una ventola per asciugare l'aria, se necessario. Le tasche di muffa possono essere rimosse dalle superfici dure strofinando con acqua e sapone, una soluzione di candeggina o acqua ossigenata, ma controllare le linee guida EPA per pulizie su larga scala.

La maggior parte degli stampi causa problemi di salute umana, ma la nostra sensibilità varia e non esistono standard federali, quindi i test di qualità dell'aria non sono generalmente consigliati come primo passo. "Non è necessario conoscere il tipo di muffa che cresce nella propria casa e CDC non consiglia né esegue campionamenti di routine per gli stampi", afferma il CDC. "La migliore pratica è quella di rimuovere lo stampo e lavorare per prevenire la crescita futura". Alcune circostanze possono richiedere informazioni più specifiche, tuttavia, e la maggior parte delle società di prove aeree offrono ispezioni di stampo.

6. Polvere, peli e escrementi

La muffa non è l'unico inquinatore biologico dell'aria interna. Molti edifici sono afflitti da acari della polvere e scarafaggi, due artropodi molto diversi che entrambi lasciano una scia di feci allergeniche e parti del corpo. I fumi provenienti dall'urina di roditori e dagli escrementi possono anche causare problemi respiratori, così come i peli di animali domestici e le proteine ​​disperse nell'aria dalla saliva del gatto. Inoltre, l'aria interna può essere invasa da pollini e batteri dall'esterno.

Questi contaminanti innescano spesso reazioni allergiche e asma e i sintomi possono peggiorare con l'esposizione cronica. I bambini, gli anziani e le persone con altri problemi respiratori sono particolarmente a rischio di agenti biologici in aree ristrette, avverte l'EPA.

I test possono fiutare alcuni inquinanti biologici, ma come con la muffa, può essere più facile usare indizi visivi. Avvistamenti regolari di scarafaggi, ratti o loro escrementi indicano un'infestazione, nel qual caso il controllo dei parassiti è probabilmente il modo migliore per liberare l'aria. Gli acari della polvere non sono visibili ad occhio nudo, ma possiamo vedere pile del loro cibo omonimo - e ripulire la polvere può anche alleviare le allergie da peli di animali domestici. Oltre a un buon servizio di pulizia, la ventilazione può aiutare a evitare che allergeni inevitabili raggiungano alte concentrazioni.

7. Pesticidi

Anche se roditori, insetti e altri parassiti sono una fonte comune di inquinamento dell'aria interna, eliminarli con veleni può aumentare il rischio di scambiare un problema con un altro. I pesticidi sono intrinsecamente tossici, le note EPA, spesso con composti organici che si aggiungono ai livelli esistenti di COV presenti nell'aria. Gli effetti sulla salute variano a seconda della sostanza chimica e del dosaggio, ma i sintomi dell'esposizione ai pesticidi variano da mal di testa e nausea a danni cerebrali a lungo termine e aumento del rischio di cancro.

Tre quarti delle famiglie statunitensi hanno usato almeno un pesticida in casa negli ultimi anni, secondo l'EPA, principalmente insetticidi e disinfettanti. Questi prodotti chimici per interni rappresentano fino all'80% dell'esposizione totale della maggior parte delle persone ai pesticidi.

L'uso di alternative non chimiche può essere più pratico del test dell'aria per i pesticidi. Tuttavia, i test di qualità dell'aria interna hanno dimostrato che i livelli di pesticidi di alcune case sono troppo alti per essere spiegati dal recente uso di pesticidi da solo, indicando altre fonti come contenitori di pesticidi immagazzinati in modo improprio o residui rintracciati all'interno da prati trattati. Se si utilizzano pesticidi chimici in ambienti chiusi, seguire le istruzioni sull'etichetta e ventilare accuratamente. Molti pesticidi cancerogeni come il clordano sono ora vietati negli Stati Uniti, ma diffidare delle palle antitarme che contengono paradiclorobenzene, che ha causato il cancro negli animali da laboratorio.

***

Per ulteriori informazioni sulla qualità dell'aria interna e sulle tattiche di prova, consultare l'introduzione dell'EPA alla qualità dell'aria interna e i relativi collegamenti di seguito dal sito.

Storie di aria indoor correlate sul sito:

  • 15 piante d'appartamento per migliorare la qualità dell'aria interna
  • Qualità dell'aria interna: essere sani a casa
  • L'aria più pulita dell'appartamento è un filtro porta fuori

Fai clic per i crediti fotografici

Stufa a gas: Damien Meyer / AFP / Getty Images

Portico e crawlspace: Ivy Dawned / Flickr

Amianto: Charly Triballeau / AFP / Getty Images

Secchi di vernice: Erich Ferdinand / Flickr

Muro ammuffito: Matti Mattila / Flickr

Ratto in una pipa: AFP / Getty Images

Pompa insetticida: Wikimedia Commons

Articoli Correlati