7 sorprendenti benefici per la salute dei funghi

Culture di tutto il mondo hanno mangiato o usato funghi in medicina per secoli, risalendo all'antico Egitto. La leggenda narra che ai faraoni piacesse così tanto il loro sapore terroso, che dichiararono il cibo dei reali dei funghi e vietarono ai cittadini comuni di toccarli. Quei faraoni avidi conservavano l'intera scorta per se stessi.

Velocemente avanti di 5000 anni circa fino al XIX secolo, quando la produzione di funghi si fece strada dalla Francia (dove iniziò nel 1600 sotto il re Luigi XIV) attraverso l'Atlantico verso l'America. Oggi, l'industria del miliardo di dollari coltiva quasi 900 milioni di libbre di funghi ogni anno e siamo il secondo produttore di funghi al mondo dietro la Cina, secondo il Agricultural Marketing Resource Center.

Le stime variano sul numero di varietà commestibili da 300 a 2.000, ma solo circa 10 sono coltivate commercialmente, secondo l'Università dell'Idaho. Gli americani divorano di più il pulsante bianco, l'ostrica e i funghi shiitake, ma molte varietà nascondono i superpoteri nutrizionali sotto i loro cappelli e branchie bianchi o marroni.

Che tu li mangi crudi o cotti (dovresti cucinarli, ma ne parleremo più avanti), ecco alcuni dei benefici per la salute che otterrai quando aggiungi funghi alla tua dieta.

I funghi Maitake hanno dimostrato di sopprimere la crescita delle cellule tumorali al seno. (Foto: yoshi0511 / Shutterstock)

1. Hanno proprietà antitumorali. Uno studio pubblicato sulla rivista Experimental Biology and Medicine ha testato cinque tipi di funghi (maitake, crimini, portabella, ostriche e bottone bianco) e ha scoperto che "sopprimevano significativamente" la crescita e la riproduzione delle cellule del cancro al seno, suggerendo che "sia i funghi comuni che quelli speciali possono essere chemoprotettivo contro il cancro al seno. "

Inoltre, i funghi shiitake contengono lentinan, un tipo di molecola di zucchero, secondo il Memorial Sloan Kettering Cancer Center, che aggiunge che il lentinan può aiutare a prolungare la sopravvivenza dei pazienti con alcuni tumori se usato con la chemioterapia. In effetti, è stato approvato come adiuvante per il cancro allo stomaco in Giappone dal 1985 poiché ha effetti antitumorali. "Il lentinan non uccide direttamente le cellule tumorali. Invece, migliora il sistema immunitario, il che può aiutare a rallentare la crescita dei tumori. Il lentinan uccide anche virus e microbi direttamente negli studi di laboratorio", secondo il centro oncologico.

I ricercatori in Giappone hanno studiato più di 36.000 uomini per più di un decennio e hanno scoperto che coloro che mangiavano regolarmente funghi avevano un rischio inferiore di sviluppare il cancro alla prostata. Coloro che consumavano funghi tre o più volte alla settimana avevano un rischio inferiore del 17% rispetto a quelli che mangiavano funghi meno di una volta alla settimana. È stato particolarmente significativo per gli uomini di età pari o superiore a 50 anni. I risultati sono stati pubblicati sull'International Journal of Cancer.

I funghi shiitake contengono lentinano e beta-glucani, entrambi buoni per migliorare il sistema immunitario. (Foto: inewsfoto / Shutterstock)

2. I funghi sono stimolatori dell'immunità. Ora sappiamo che il lentinan può rafforzare il sistema immunitario, ma ha anche un aiuto. Il beta-glucano è uno zucchero presente nelle pareti cellulari dei funghi (tra le altre piante) che aiuta anche a rafforzare il sistema immunitario. Il lentinano proviene dai funghi shiitake, ma il beta-glucano si trova in molte varietà, in particolare i comuni funghi da bottone.

In uno studio, i funghi di ostrica rosa hanno abbassato la quantità di colesterolo cattivo nei ratti con colesterolo alto, anche se sono necessari ulteriori studi per vedere se gli stessi risultati sono veri per l'uomo. (Foto: socrates471 / Shutterstock)

3. Aiutano a ridurre il colesterolo. In generale, i funghi sono privi di colesterolo, ma sono anche una buona fonte di chitina e beta-glucano, che sono fibre che abbassano il colesterolo. Uno studio dell'International Journal of Medicinal Mushrooms nell'International Journal of Medicinal Mushrooms ha scoperto che i funghi di ostriche rosa hanno ridotto il colesterolo totale e LDL (colesterolo "cattivo") nei ratti ipercolesterolemici.

I funghi Shiitake contengono un composto che aiuta il fegato a elaborare il colesterolo e a rimuoverlo dal flusso sanguigno, secondo Andrew Weil, MD, fondatore e direttore dell'Arizona Center for Integrative Medicine presso l'Università dell'Arizona Health Sciences Center. E Josh Ax, DNM, autore e nutrizionista di successo, scrive che i funghi "contengono potenti fitonutrienti che aiutano a evitare che le cellule si attacchino alle pareti dei vasi sanguigni e formino un accumulo di peste, che mantiene la pressione sanguigna sana e migliora la circolazione".

I funghi cremini sono ricchi di vitamina B12, che è importante per i vegetariani poiché la B12 si trova più spesso in carne, pollame, uova, pesce e latticini. (Foto: Brian Yarvin / Shutterstock)

4. Sono ricchi di vitamine del gruppo B e D. I funghi sono una delle poche fonti alimentari per la vitamina D, una vitamina liposolubile che i nostri corpi possono produrre con l'esposizione alla luce solare, perché i coltivatori espongono le loro colture a piccole quantità di luce ultravioletta, riferisce WebMD. I funghi porcini e in particolare i criminali sono ricchi di vitamina D, ma anche i criminali sono ricchi di un'altra vitamina chiave: la vitamina B12, che è la chiave per i vegetariani come si trova più spesso nei prodotti di origine animale. Le vitamine del gruppo B sono importanti perché convertono il cibo in carburante per i nostri corpi, dandoci energia; Le vitamine D sono importanti perché aiutano i nostri corpi ad assorbire il calcio e promuovono la crescita ossea.

I reishis sono funghi duri e legnosi che hanno un sapore amaro, motivo per cui alcune persone li preferiscono essiccati, macinati e in forma di compresse. (Foto: apiguide / Shutterstock)

5. I funghi hanno poteri anti-infiammatori. Ax dice che i funghi contengono un potente antiossidante chiamato ergotioneina, che aiuta a ridurre l'infiammazione in tutto il corpo. Weil aggiunge che in particolare i funghi reishi, che sono stati usati in medicina in Asia per migliaia di anni, hanno anche significativi effetti anti-infiammatori. Numerosi studi hanno dimostrato che i funghi reishi hanno molteplici benefici per la salute: combattono le malattie, riducono l'infiammazione, sopprimono le risposte allergiche, riducono la crescita tumorale e altro ancora.

Circa 200 funghi producono psilocibina, che è il composto naturale che rende i funghi psichedelici. Si ritiene che la Psilocybe mexicana sia il primo fungo da cui fu estratta la psilocibina nel 1959. (Foto: Alan Rockefeller [CC BY-SA 3.0] / Wikimedia Commons)

6. I funghi "magici" possono aiutare i malati di cancro. In un paio di studi clinici separati presso la School of Medicine della Johns Hopkins University e il Langone Medical Center della New York University, a 80 malati di cancro che soffrivano di ansia, depressione o paura della morte è stata somministrata la psilocibina, un composto psichedelico naturale trovato in circa 200 tipi di funghi. Circa l'80% di loro ha sperimentato "un aumento dell'ottimismo, un sentimento di connessione con altre persone ed esperienze mistiche e spirituali. Gli effetti sono persistiti durante il periodo di follow-up di sei mesi", riporta il Washington Post. La ricerca, pubblicata sul Journal of Psychopharmacology, suggerisce che la psilocibina potrebbe essere utile per le persone con depressione o disturbo post traumatico da stress.

7. Potrebbero aiutare a combattere l'invecchiamento. In uno studio presso Penn State, i ricercatori hanno scoperto che i funghi hanno elevate quantità di due antiossidanti, ergotioneina e glutatione, entrambi associati a proprietà anti-invecchiamento. "Quello che abbiamo scoperto è che, senza dubbio, i funghi sono [la] più alta fonte dietetica di questi due antiossidanti presi insieme e che alcuni tipi sono davvero ricchi di entrambi", ha dichiarato Robert Beelman, professore emerito di scienze alimentari e direttore del Penn State Center for Plant and Mushroom Products for Health, in una nota. Le quantità di antiossidanti variano a seconda della specie; il vincitore "di gran lunga" è stato il fungo porcino selvaggio, hanno detto i ricercatori.

Allo stesso modo, uno studio del 2019 ha scoperto che gli anziani che mangiavano più di 300 grammi di funghi cotti alla settimana avevano la metà delle probabilità di avere un lieve deficit cognitivo. Lo studio di sei anni, condotto dal 2011 al 2017, ha raccolto dati da oltre 600 anziani di età superiore ai 60 anni che vivono a Singapore. I ricercatori hanno considerato l'ergotioneina come la possibile ragione di questo impatto.

Crudo vs. cotto

La cottura dei funghi abbatte le dure pareti cellulari, rendendo i nutrienti più facilmente disponibili per il tuo sistema digestivo. (Foto: Studiovd / Shutterstock)

Per sfruttare tutti questi benefici per la salute, dovresti davvero cucinare i tuoi funghi. Ecco perché:

"Le pareti cellulari dei funghi sono resistenti, rendendo difficile per il sistema digestivo raggiungere tutti i nutrienti al loro interno", scrive Weil. Inoltre, "i funghi spesso contengono composti chimici che possono interferire con la digestione e l'assorbimento dei nutrienti. Una cottura sufficiente abbatte le dure pareti cellulari, inattiva gli elementi anti-digestivi e distrugge molte tossine", secondo WebMD.

Uno studio spagnolo ha scoperto che il modo più salutare per cucinare i funghi è cuocerli al microonde o grigliarli. A differenza della frittura o della griglia, i funghi al microonde provocano la perdita di meno nutrienti durante il processo di cottura. E anche se grigliare può causare una perdita di nutrienti, l'uso di un po 'di olio nel processo aggiunge alcuni antiossidanti, i ricercatori hanno scoperto.

Nota del redattore: questa storia è stata aggiornata da quando è stata pubblicata originariamente nel dicembre 2016.

Articoli Correlati