8 cani che hanno fatto molta strada per trovare il loro lieto fine

A prima vista, questi cani potrebbero sembrare qualsiasi altro animale domestico crogiolarsi nel calore della famiglia: leccare il gelato, dare il cinque migliori amici umani, sdraiarsi in un mare di giocattoli.

Non c'è traccia delle vite che una volta vivevano. O gli orrori che hanno subito.

Dopotutto, i cani non portano bagagli nella loro nuova vita, solo un cuore pieno di felicità e gratitudine.

Ma a volte, per capire quanto è profonda quella gioia - e l'eterna bellezza di salvare la vita di un cane - è importante ricordare almeno a noi stessi da dove proviene un cane.

Queste sono le storie di una manciata di cani salvati attraverso un'organizzazione canadese chiamata Dog Tales Rescue and Sanctuary - sopravvissuti le cui storie tristi hanno preso una svolta improvvisa per il finale più dolce.

Lucy ha mancato per un attimo un appuntamento con l'eutanasia

In effetti, dopo una vita di abusi, l'appuntamento di Lucy in un rifugio per animali a Miami avrebbe potuto sembrare una dolce liberazione.

Ma Rob Scheinberg aveva in mente qualcosa di diverso. Il fondatore di Dog Tales stava visitando Miami-Dade Animal Services, cercando di riportare in Canada i cani più disperatamente bisognosi del rifugio.

Ha trovato Lucy mentre veniva portata nella stanza dell'eutanasia.

Lucy il cane, come fu trovata per la prima volta al Miami-Dade Animal Services. (Foto: Dog Tales Rescue and Sanctuary)

Il cane brutalmente malnutrito era troppo malato per fare subito il viaggio in Canada, quindi il gruppo di soccorso la fece salire a bordo fino a quando non riprese la sua forza.

Non molto tempo dopo essere arrivato in Canada, Lucy ha trovato la versione più dolce di tutte: una vera famiglia.

Lucy, completamente guarita, e con la sua nuova famiglia. (Foto: Dog Tales Rescue and Sanctuary)

"Oggi Lucy sta vivendo una bellissima vita con la sua incredibile famiglia", afferma Claire Forndran, direttrice dei media di Dog Tales. “Trascorre le sue estati al cottage e ha imparato a pagaiare con i suoi umani. Le piace anche il cono gelato occasionale. "

Milo fu allevato per un tavolo da pranzo

Le persone che lo hanno messo in una gabbia hanno visto solo uno scopo nella vita di questo cane: come piatto allo Yulin Dog Meat Festival.

Sentendo parlare della sua situazione, Humane Society International intervenne e salvò Milo, insieme ad altri 62 cani destinati al piatto della cena.

E non molto tempo dopo, Milo arrivò in Canada, dove una famiglia vide il vero scopo di questo cane.

Milo si sta godendo la sua nuova vita di lusso, accanto al suo amico cagnolino. (Foto: Dog Tales Rescue and Sanctuary)

"Milo è ora un ambasciatore contro il vero commercio di carne di cane e sta vivendo la vita che ha sempre meritato con la sua meravigliosa famiglia e sorella di pellicce", afferma Forndran.

Le condizioni di Harley lo hanno reso il cane rifugio invisibile

A volte, un grande cuore che rimbalza non è abbastanza. Le persone hanno bisogno di vedere anche una coda scodinzolante. Ma Harley, la cui madre fu salvata da un rifugio fatiscente in Israele, nacque con una condizione spinale che lo rese incapace di controllare la sua metà inferiore.

Di conseguenza, è stato spesso trascurato da potenziali famiglie.

Harley è nato incapace di muovere le zampe posteriori o la coda. (Foto: Dog Tales Rescue and Sanctuary)

"Per fortuna, un giorno è arrivata la famiglia perfetta che ha visto Harley per l'incredibile, giocoso e bizzarro ragazzo che è", dice Forndran. "Harley ora ha la sua sedia a rotelle personalizzata e nulla lo sta rallentando."

Harley si muove sulla sedia a rotelle. (Foto: Dog Tales Rescue and Sanctuary)

Homer passò dalla gabbia e dimenticò la celebrità di Internet

L'odissea di Homer lo guidò, letteralmente, dalle fauci della tragedia - era un altro cane allevato per lo Yulin Dog Meat Festival - alle rive luminose della speranza.

Salvato dal festival nel 2016, Harley è stato portato in Canada, dove era uno dei pochi cani che aveva bisogno di un po 'di tempo per lasciarsi alle spalle l'oscurità.

Homer aveva paura di tutto quando arrivò per la prima volta in Canada. (Foto: Dog Tales Rescue and Sanctuary)

"Quando è arrivato, ha avuto paura degli estranei a causa della crudeltà e dell'orrore di cui ha sicuramente assistito e aveva bisogno di una famiglia speciale", spiega Forndran.

"Fortunatamente quella famiglia è arrivata, e ora Homer sta vivendo una vita straordinaria nel centro di Toronto."

In effetti, Homer ha persino il suo account Instagram.

Mabel era un improbabile clandestino in questo giro in libertà

A differenza di molti altri cani in questo santuario, Mabel è nata a Dog Tales - con sorpresa di tutti.

Sua madre, Imperatrice, era tra i 250 cani salvati da una proprietà fangosa e infestata dai topi in Israele.

La proprietà dove fu trovata la madre di Mabel. (Foto: Dog Tales Rescue and Sanctuary)

Ma nessuno si rese conto che l'imperatrice trasportava il suo prezioso carico sul volo. Era incinta.

Pochi dubitavano che i suoi cuccioli sarebbero sopravvissuti alla nascita in Israele.

Invece, l'imperatrice riuscì ad aspettare fino a quando non avesse attraversato l'Atlantico prima di dare alla luce una cucciolata di cuccioli.

"Mabel e i suoi fratelli e sorelle sono stati incredibilmente fortunati", dice Forndran del cane felice che puoi vedere nella foto in cima a questo post. “Siamo così grati che non dovranno mai soffrire come hanno fatto loro madre, e tutti hanno trovato case meravigliose.

Stephanie e Snoopy potrebbero essere felici solo insieme

Il legame tra Stephanie e suo figlio Snoopy era così forte che rendeva le loro possibilità di trovare una casa molto più difficile; erano un pacchetto. Salvati da una situazione di accaparramento, questi cani erano l'ancora di salvezza l'uno per l'altro.

Stephanie e Snoopy hanno dovuto aspettare ancora un po 'per trovare una casa insieme. (Foto: Gotcha Studios / Dog Tales Rescue and Sanctuary)

L'unico problema è che, una volta arrivati ​​in Canada, la loro insistenza nel stare insieme li ha trattenuti dal trovare una casa. Trascorsero un anno al santuario prima che qualcuno facesse spazio nella loro vita a due cani.

"Quest'anno, Snoopy è stata in grado di dare a Stephanie la sua prima carta per la festa della mamma", osserva Forndran. "Siamo sicuri che, per lei, il miglior regalo di tutti sia sapere che sia lei che suo figlio saranno insieme, e così amati, per il resto dei loro giorni."

Stephanie e Snoopy vanno in giro sul divano, accanto a una carta molto speciale per la festa della mamma. (Foto: Dog Tales Rescue and Sanctuary)

Max è stato allevato per una vita di violenza

Non c'è da meravigliarsi che Max abbia salutato gli altri cani al rifugio con una certa diffidenza. Dopotutto, il suo vecchio proprietario lo aveva addestrato per la fossa di combattimento sotterranea.

Salvato dal Quebec, in Canada, Max è stato "incredibilmente reattivo" agli altri cani, rendendo la sua adozione una proposta difficile per ogni famiglia.

Max è stato salvato da un'operazione di combattimento clandestino in Quebec. (Foto: Dog Tales Rescue and Sanctuary)

Il personale di Dog Tales ha impiegato più di un anno per contattare Max e aiutarlo a capire che la vita non è un anello di combattimento. Ma una volta fatto, Max ha più che compensato.

"Si è trasformato in uno dei cani più socievoli che abbiamo mai avuto", afferma Forndran.

In effetti, Max divenne un "cane da supporto"; il santuario lo usava per socializzare nuovamente i cani che non andavano d'accordo con gli altri.

Max ha aiutato a socializzare altri cani che avevano bisogno di imparare di nuovo a fidarsi. (Foto: Dog Tales Rescue and Sanctuary)

Max potrebbe aver dimenticato la vita che gli è stata imposta, ma alcune persone hanno avuto difficoltà a dimenticare da dove veniva.

"Quando Max era pronto per l'adozione, abbiamo provato tutto ciò che potevamo pensare per trovarlo quella casa perfetta, ma nulla sembrava funzionare", spiega Forndran.

Era perseguitato dalla sua stessa reputazione.

Poi si presentò la famiglia che stava aspettando - e Max portò il suo fascino offensivo al livello successivo.

"Max visita il nostro rifugio per il gruppo di gioco ogni poche settimane e, quando non è con noi, è impegnato a ricevere massaggi alla pancia e, apparentemente, a giocare a biliardo."

A Max piace rilassarsi attorno al tavolo da biliardo nella sua nuova casa. (Foto: Dog Tales Rescue and Sanctuary)

Roscoe affrontò una fine fredda e solitaria

Roscoe è stato trovato incatenato a un balcone. In una giornata gelida nel mezzo dell'inverno canadese.

Aveva anche un tumore spalancato sul naso.

Tutto sommato a una severa prognosi veterinaria: Roscoe non vivrebbe un altro mese.

"Sapendo questo, non potevo sopportare il pensiero che morisse in un rifugio e l'ho portato a casa", dice Forndran. Ma la sua ricerca per salvare il cane era solo all'inizio.

Roscoe aveva un tumore al naso delle dimensioni di una pallina da golf. (Foto: Dog Tales Rescue and Sanctuary)

Il team di Dog Tales ha contattato specialisti di tutto il mondo, alla ricerca di tecniche innovative che potessero rimuovere il tumore, ma senza risultati.

"Poi è successo un miracolo", ricorda Forndran. “L'attrice Maggie Q, che è una grande amante degli animali e fautrice, ha visitato il nostro salvataggio.

Maggie Q ha collegato Roscoe con il suo veterinario personale.

"Non aveva mai visto un tumore così complesso in carriera, ma sentiva che sarebbe valsa la pena provare a salvare la vita di Roscoe", afferma Forndran.

Un veterinario ha rimosso il 98% del tumore di Roscoe. (Foto: Dog Tales Rescue and Sanctuary)

Utilizzando una tecnica chiamata criochirurgia, il veterinario Marty Goldstein, è riuscito a rimuovere il 98 percento del tumore.

"Ora sembra un cane completamente nuovo", dice Forndran.

In effetti, le nuove splendide vite di tutti questi cani sono impressionanti. È solo un promemoria di quanta differenza può fare un'adozione.

Articoli Correlati