8 fatti demistificanti sul leopardo delle nevi

Leoni e tigri ottengono tutta la gloria, ma c'è un altro grosso gatto che merita la tua attenzione: il leopardo delle nevi. Conosciuto anche come "oncia", questi bellissimi felini sono uno dei mammiferi più sfuggenti al mondo.

A testimonianza della loro enigmatica maestà, i leopardi delle nevi sono stati dichiarati Patrimonio Nazionale Animale sia del Pakistan che dell'Afghanistan. A livello globale, c'è persino una vacanza in onore di questi splendidi gatti - International Snow Leopard Day il 23 ottobre.

Ecco alcune altre cose che potresti non sapere sui leopardi delle nevi.

1. A loro piace vivere la vita alta

I leopardi delle nevi si trovano su catene montuose alpine e subalpine dell'Asia centrale e meridionale. Partendo dall'ovest del lago Baikal della Siberia, la catena del gatto grande attraversa i Cinque Stan e in Afghanistan e Pakistan prima di farsi strada attraverso l'Himalaya e l'altopiano tibetano.

Secondo lo Snow Leopard Trust, la specie preferisce "il terreno spezzato di scogliere, affioramenti rocciosi e burroni. Questo tipo di habitat offre una buona copertura e una visione chiara per aiutarli a trovare la preda e avvicinarsi di soppiatto."

2. I loro corpi sono costruiti per climi amari e innevati

Tutto ciò che riguarda il corpo di un leopardo delle nevi è stato ottimizzato per gli ambienti di montagna freddi. Mentre i loro corpi tozzi e la folta pelliccia sono evidenti vantaggi, vantano anche lunghe code che li aiutano a bilanciare su terreni alpini rocciosi, grandi cavità nasali che li aiutano a respirare aria fredda e sottile e orecchie piccole e arrotondate che minimizzano la perdita di calore. Usano persino la coda extra lunga e spessa come una coperta per il viso mentre dormono!

3. Usano le loro zampe larghe come le racchette da neve

Un altro adattamento al clima freddo per cui questi gattini sono famosi sono le loro zampe massicce e robuste. Sono spesso paragonati a "racchette da neve" naturali perché la loro larghezza considerevole consente ai gatti di distribuire meglio il loro peso mentre camminano sulla neve. Sono inoltre foderati con pellicce extra sui cuscinetti delle zampe, che forniscono trazione contro le superfici ghiacciate.

4. Sono in pericolo

Dalle tigri ai ghepardi, c'è un numero preoccupante di gatti selvatici che sono considerati minacciati o in via di estinzione. Il leopardo delle nevi è uno di questi. La specie è stata elencata come minacciata dall'International Union for Conservation of Nature (IUCN) nel 2008 a seguito del rilascio di dati che hanno mostrato un calo delle popolazioni di almeno il 20% negli ultimi due decenni. Ci sono attualmente tra le 4000 e le 7000 persone rimaste allo stato brado. Secondo il suo elenco IUCN, le principali minacce a questi felini includono "l'esaurimento della base delle prede, il commercio illegale, i conflitti con la popolazione locale e la mancanza di capacità di conservazione, politica e consapevolezza".

5. Non siamo sicuri di quanto possano vivere allo stato brado

A causa della loro natura solitaria, gli scienziati non sono totalmente sicuri della longevità media dei leopardi delle nevi selvatici, ma è probabilmente paragonabile ad altri grandi felini. Le tigri, i loro parenti più stretti, vivono in genere da 10 a 15 anni in natura. Tuttavia, quando si tiene conto della cattività, l'aspettativa di vita dei grandi felini aumenta in modo significativo. Il leopardo delle nevi più antico del mondo, Shynghyz (nella foto sopra), aveva 25 anni quando morì di insufficienza renale il 10 ottobre 2015, allo zoo di Tama a Tokyo, in Giappone.

6. Non possono ruggire

Quando pensi ai suoni di un grosso gatto, il maestoso ruggito di un leone africano è la prima cosa che viene in mente. Tuttavia, non tutti i grandi felini ruggiscono così, incluso il leopardo delle nevi! Il motivo per cui questi adorabili felini non possono ruggire probabilmente ha a che fare con l'assenza di alcune caratteristiche della laringe che i leoni e altri grandi felini ruggenti hanno. Invece di ruggiti, i leopardi delle nevi comunicano attraverso sibili, ringhi, lamenti e soffocamento, che è una vocalizzazione breve e non minacciosa che viene utilizzata nel saluto tra due gatti. L'unico altro grande gatto che soffoca è il parente più vicino del leopardo delle nevi, la tigre.

7. Sono pacifisti

A differenza dei leoni o delle tigri, i leopardi delle nevi generalmente cercano di evitare scontri con gli umani. Mentre sono indubbiamente abili cacciatori carnivori, diventare aggressivi con un umano invadente non è proprio il loro stile. In effetti, potresti persino chiamarli "gatti scaraci". Secondo Snow Leopard Trust, "non è mai stato verificato un attacco di leopardo delle nevi verificato a un essere umano. Anche se disturbato durante l'alimentazione, un leopardo delle nevi ha maggiori probabilità di scappare che cercare di difendere il sito".

8. Sono un gruppo segreto

I leopardi delle nevi sono famosi per il loro comportamento timido. Parte del motivo per cui non sono visti molto è che sono animali crepuscolari, il che significa che sono più attivi all'alba e al tramonto. Per non parlare del fatto che vantano il camuffamento perfetto per rimanere nascosti nel terreno innevato della montagna! La loro natura misteriosa è uno dei motivi per cui non abbiamo una buona stima di quanti leopardi delle nevi esistono attualmente in natura.

Nota del redattore: questa storia è stata aggiornata con nuove informazioni da quando è stata pubblicata nell'ottobre 2016.

Articoli Correlati