9 film da incubi nucleari da incubo

Il peggior incidente della centrale nucleare della storia, il disastro di Chernobyl, ora, 26 anni dopo, sta ottenendo il suo film horror di grande budget. In uscita il 26 maggio, "The Chernobyl Diaries" è un thriller soprannaturale scritto e prodotto da Oren Peli ("Paranormal Activity") e sembra essere un ibrido tra "The Blair Witch Project" e "The Hills Have Eyes" con una svolta del turismo disastroso: un gruppo di giovani turisti americani per qualche motivo pensa che sarebbe una fantastica idea intraprendere un tour guidato di Pripyat, la città ucraina un tempo vivace e ora abbandonata all'ombra del reattore nucleare di Chernobyl. (Nota: in realtà, Pripyat è davvero aperto a gruppi di "turismo estremo" anche se "The Chernobyl Diaries" non è stato girato sul posto.) Il tour diurno di Pripyat è abbastanza snervante (indizio di uno scatto obbligatorio di una bambola inquietante, abbandonata giacendo nella sporcizia), ma le cose si fanno davvero spaventose quando cala l'oscurità e il gruppo controrotante di Geiger ritorna al loro veicolo solo per scoprire che è stato sabotato da forze invisibili. Immagino che ciò significhi che dovranno passare la notte in una città fantasma radioattiva!

Mentre "The Chernobyl Diaries" rischia di essere etichettato tanto insensibile quanto spaventoso data la sua tragica ambientazione, i film popcorn a tema nucleare non sono una novità. In effetti, i mostri incazzati che nascono dai siti di test atomici e dalle aree del disastro sono una tradizione cinematografica amata che risale ai tempi di "Godzilla". Durante gli anni '50, i film dell'orrore nucleare erano di gran moda quando Hollywood ha scatenato una stalla di bestie radioattive mutate su spettatori che hanno lasciato i teatri terrorizzati dalle stesse creature e, naturalmente, l'imminente minaccia di annientamento nucleare per mano dell'Unione Sovietica.

Negli anni '70 e '80, le caratteristiche delle creature atomiche si spensero un po 'e cedettero il posto a thriller post-apocalittici e film umanoidi mangia-carne (per un po' lì, i mutanti erano di gran moda ... doppi punti se cavalcavano motociclette) che erano meno sulla guerra atomica e più preoccupato per l'energia nucleare e i rifiuti tossici. Forse il film catastrofico nucleare più importante e più terrificante di quell'epoca, "The China Syndrome", è stato rilasciato nel 1979, solo due settimane prima dell'incidente di Three Mile Island, un parziale crollo di una centrale nucleare nella contea di Dauphine, Pennsylvania. Pur non essendo un film horror in sé, il concetto immaginario di "The China Syndrome" - un incidente con perdita di liquido refrigerante in cui i componenti principali di un reattore nucleare si sciolgono attraverso la crosta terrestre e viaggiano fino alla Cina - sono riusciti a spaventare le mutande degli spettatori americani.

Di seguito, per celebrare l'uscita di "The Chernobyl Diaries", abbiamo raccolto nove importanti film dell'orrore nucleare che coprono più di 50 anni di omicidi, caos e crolli di reattori. Ce n'è uno importante che ci siamo persi? Parlaci nella sezione commenti!

“Godzilla” (1954)

Molti pubblici moderni spesso non riescono a rendersi conto che l'indiscusso peso massimo dei mostri cinematografici, Godzilla (o Gojira nel suo nativo giapponese), non è solo una sorta di indistruttibile bestia rettiliana che è emersa casualmente dal mare per la prima volta nel 1954 per provocare il caos su persone innocenti. Godzilla è in realtà una metafora dell'ultima arma nucleare, una bestia preistorica risvegliata dai test atomici nell'Oceano Pacifico e dotata di ogni sorta di superpoteri radioattivi (e no, non è un fuoco che respira ma respiro atomico) usato per terrorizzare gli umani e combattere il suo Kaiju co-protagonisti (Rodan, Mothra, Gamera, Anguirus, et al.). Osservazioni Peter Wynn Kirby in un eccellente articolo d'opinione per il New York Times pubblicato nei giorni seguenti al disastro nucleare di Fukushima Daiichi: "Il pubblico che si è riversato su" Gojira "stava chiaramente guardando più di un semplice film mostruoso. Le scene di apertura del film hanno evocato l'esplosione nucleare nel Pacifico e i corpi giapponesi danneggiati così toccanti per gli spettatori domestici. Godzilla - implacabile, vendicativo, sinistro - incombe come un simbolo palese della scienza impazzito. "

***

"Loro!" (1954)

Rilasciato lo stesso anno dell'originale "Godzilla", "Loro!" è tra i primi, e forse il più per antonomasia, di una serie di "film di mostri nucleari" dell'era della Guerra Fredda (le nostre scuse per la "Bestia da 20.000 Fathoms") che presentano tutte creature stravaganti e sovradimensionate convocate da test atomici. Ma mentre il Giappone ha un mostro marino che respira radiazioni che ha generato un intero franchise e innumerevoli imitatori, l'America ha ottenuto formiche atomiche delle dimensioni di Cadillac e un messaggio antinucleare non così sottile alla conclusione del film: “Quando l'uomo entrò nell'era atomica, ha aperto la porta a un nuovo mondo. Ciò che alla fine potremmo trovare in quel nuovo mondo, nessuno può prevedere. " E loro!" non è stato l'unico film mostruoso messo a dura prova dai test nucleari ambientato nel deserto del New Mexico: c'è "The Hills Have Eyes", che offre uno sguardo molto diverso sugli effetti delle ricadute nucleari sulle popolazioni locali.

***

“Fiend Without A Face” (1958)

Naturalmente, quando i corpi di civili che vivono in una città vicino a una remota base militare iniziano a salire a bordo, il cervello delle vittime e il midollo spinale vengono rubati dai loro corpi, vorresti immediatamente dare la colpa agli alieni dello spazio, giusto? Destra. Ma nel caso di "Fiend Without A Face", un notevole ingresso britannico nel genere delle creature atomiche, i cattivi che bevono il cervello (all'inizio sono invisibili ma alla fine si trasformano in mostri cerebrali striscianti e con antenne) sono 100 per cento nostrano, il risultato di test nucleari top-secret in detta base militare. E naturalmente c'è anche un eccentrico scienziato in pensione dietro tutto. Naturalmente, l'unico modo per impedire alle creature moltiplicatrici di continuare con la loro orribile campagna di espulsione di organi è quello di distruggere il reattore nucleare nella base militare. A conclusione del film, l'eroe del film fa proprio questo, causando, secondo le parole della recensione del New York Times originale, "i piccoli mostri a cadere senza vita dagli alberi come bruchi in una calda giornata estiva".

***

“The Horror of Party Beach” (1964)

Scelto come uno dei primi film antinucleari di PBS Frontline, il classico cult di The Ten-Drive "The Horror of Party Beach" è il film stereotipato degli anni '60 con una terrificante svolta atomica: oltre alle ragazze in bikini, ragazzacci in sella a una moto, numeri musicali rock 'n' roll e pigiama party richiesti, c'è anche una moltitudine di mostri radioattivi dall'aspetto seriamente ridicolo che emergono dal mare per inseguire e banchettare con il sangue di giovani, Gidgets-in-training del nubile . Come era consuetudine dei film di mostri in quel momento, queste creature simili ai crostacei formate da un fango nucleare scaricato nell'oceano mostrano una propensione al genere su chi esattamente terrorizzano ... se sei un ragazzaccio che si esibisce in cromosomi XY, in realtà non poteva essere disturbato.

***

“The Chain Reaction” (1980)

Terremoti! Inseguimenti in auto ad alta velocità! Ricordi cancellati! Cover-up! Impianti di stoccaggio di rifiuti nucleari! Descritto frequentemente e per lo più accuratamente come "'Mad Max' incontra 'La sindrome della Cina'", questo acclamato successo australiano del 1980 (da non confondere con il thriller Morgan Freeman / Keanu Reeves del 1996) è più un film d'azione guidato da una prodezza che una scala -out film horror. Tuttavia, la trama è da incubo: un uomo ferito con amnesia indotta da radiazioni che "conosce troppo" è perseguito incessantemente da criminali assassini che indossano spaventose tute da contaminazione. E sul tema dell'incubo, se tieni gli occhi aperti, non prenderai altro che lo stesso "Mad Max", il signor Mel Gibson, in un piccolo ruolo non accreditato come meccanico.

***

“The Children” (1980)

Rilasciato sulla scia del peggior incidente della centrale nucleare nella storia americana, The Three Mile Island Accident, "The Children" è un film zombi a basso budget con parabola antinucleare piena di cattiva recitazione, una colonna sonora per gentile concessione di Harry Manfredini ("Friday the 13 ") e una trama che è praticamente il peggior incubo di tutti i genitori: sulla strada di casa da scuola, uno scuolabus pieno di ragazzi passa attraverso una nuvola di gas radioattivo (sapete, vi è stato appena un grave incidente vecchia centrale nucleare locale). Come risultato dell'esposizione chimica, i bambini di Ravensback, Massachussets, si trasformano in semi-catatonici, neri inchiodati con le dita che sono davvero grandi nell'abbracciare. Sì, abbracci. Mentre il film esplora nei dettagli cruenti, abbracciare il tuo bambino zombi atomico è una pessima idea.

***

“CHUD” (1984)

Crime. Corruzione. Infrastruttura fatiscente. I residenti di New York City nei primi anni '80 avevano abbastanza di cui preoccuparsi poiché, per non parlare del fatto che i senzatetto che vivevano nella rete di tunnel della metropolitana abbandonati venivano a contatto con i rifiuti radioattivi (segretamente nascosti lì dalla Commissione di regolamentazione nucleare, naturalmente) che li ha trasformati in mutanti omicidi o, più precisamente, abitanti sotterranei umanoidi cannibali. Anche se il concetto di "CHUD" è ridicolo - come una battuta del primo di aprile nel 2002, la Criterion Collection ha annunciato l'intenzione di ristampare il film su Blu-ray e DVD - il film ha alcuni momenti terrificanti che coinvolgono i mostri dagli occhi luminosi che salgono alle strade della città da sotto i tombini. Inoltre, vede protagonisti Daniel Stern e John Heard che si sono riuniti sei anni dopo per un tipo molto diverso di film horror: “Home Alone”.

***

“Class of Nuke 'Em High” (1986)

Come tutti i film (vedi: "Il pollame: Night of the Chicken Dead" e "Sgt. Kabukiman, NYPD") prodotto dalla fabbrica di trucchi Schoma Entertainment, la trama di "Class of Nuke 'Em High" sfugge alla facile descrizione. Nella sua recensione del New York Times, il critico Vincent Canby prende una pugnalata, chiarendo innanzitutto che il film si svolge in una scuola superiore del New Jersey situata accanto a una centrale nucleare difettosa "che ha tubi di scarico che sembrano essere stati rubati dall'originale House of Seven Gables. " Spiega Canby: “Quando l'unico studente libresco della scuola fa l'errore di bere un liquido verde che sgorga dalla fontana d'acqua, si schiude alla bocca e alle orecchie e salta fuori da una finestra. Le persone a Tromaville non sono brave a mettere insieme due e due. Danno la colpa allo strano comportamento del ragazzo per il fatto che possiede due forni a microonde. La povera e vergine Chrissy, la ragazza più dolce e carina della classe senior, fa il primo errore della sua giovane vita quando fuma marijuana coltivata in terreno radioattivo. Immediatamente dorme con il suo ragazzo e, il giorno successivo, dà alla luce una salamandra radioattiva. "

***

“The Hills Have Eyes” (2006)

Mentre lo shock del 1977 del maestro dell'orrore Wes Craven suggerisce solo che gli antagonisti del film - un clan di abitanti delle colline deformi e sconvolti che terrorizzano una famiglia americana sana e incapace di strada - sono stati mutati da ricadute radioattive, il remake del 2006 di Alexandre Aja "The Hills Have Eyes" interpreta l'intero retroscena dei test nucleari dell'era della Guerra Fredda e poi alcuni. In effetti, uno dei "incestuosi sbibacchiatori cannibalisti gnashing" stesso - un tipo particolarmente sgradevole di nome Big Brain - è abbastanza premuroso da spiegare l'origine della sua "famiglia nucleare" a una delle sue vittime intenzionate schizzate di sangue: "Il tuo popolo ha chiesto al nostro le famiglie lasciano le città e tu distruggi le nostre case. Siamo entrati nelle miniere, hai fatto esplodere le bombe e hai trasformato tutto in cenere. Ci hai reso ciò che siamo diventati. Boom! Boom! Boom!" Morale della storia? Non tutti quelli che sembrano "Bradipo" di "I Goonies" vogliono essere tuoi amici. Inoltre, aiuta davvero avere il tuo fedele pastore tedesco con te quando viaggi nel tuo camper attraverso desolati siti di test nucleari nel deserto del New Mexico.

Anche sul sito: i 10 migliori film ambientali di tutti i tempi

Articoli Correlati