Alla Soul Kitchen di Bon Jovi, puoi pagare in anticipo o pagare con il tuo tempo

Grazie a una certa megastar del Garden State, nessuno ha bisogno di soffrire la fame se vive vicino a Red Bank o Toms River, nel New Jersey. E presto, lo stesso sarà vero a Newark.

JBJ Soul Kitchen, un ristorante comunitario e un programma creato dalla Jon Bon Jovi Soul Foundation, è stato progettato per garantire a tutti l'accesso a un pasto caldo nutriente e delizioso. Ora ci sono due sedi, con una terza in apertura il 23 gennaio nel campus della Rutgers-Newark University di Newark.

A differenza del tuo ristorante standard, la JBJ Soul Kitchen è un ristorante con una missione. Non troverai i prezzi elencati nel menu. Per cenare, hai due opzioni: puoi fare una donazione o fare volontariato. Un'ora di lavoro cucinando, lavando i piatti, occupando i tavoli o facendo la cameriera guadagna a chiunque un pasto di tre portate. Nelle posizioni originali per coprire un pasto in contanti, gli ospiti sono invitati a fare una donazione minima di $ 20, o più se vogliono aiutare a coprire il costo degli altri. La posizione di Newark sarà di almeno $ 12.

Quell'ora di lavoro o donazione ti comprerà una zuppa o un'insalata, un antipasto e un dolce appena sfornato, tutti fatti con ingredienti freschi, locali e, quando disponibili, biologici.

'Abbiamo bisogno del tuo aiuto'

Cosa ha ispirato il cantante ad aprire una struttura così unica? Bon Jovi ha raccontato a The Daily Beast quando JBJ Soul Kitchen ha aperto per la prima volta nel 2011, "Una persona su sei in America soffre di notte e va a letto affamata, e una famiglia su cinque vive al di sotto o al di sotto della soglia di povertà".

“Ciò che questo ristorante vuole veramente fare è potenziare. Non vieni qui con un senso di diritto. Tu vieni qui e fai volontariato perché abbiamo bisogno del tuo aiuto. "

Lo scopo di JBJ Soul Kitchen non è solo quello di nutrire il corpo. È anche costruito per nutrire la comunità. Come si dice sul loro sito web, "L'amicizia è il nostro speciale quotidiano". Ciò significa che quando sei seduto, potresti non conoscere la persona che mangia vicino a te o di fronte a te, ma sei incoraggiato a presentarti agli altri commensali e a costruire relazioni con i tuoi vicini.

Secondo il sito web, JBJ Soul Kitchen ha servito 105.893 pasti. Circa il 54% delle persone che vengono pagate con una donazione, e il resto sono clienti bisognosi che si offrono volontari per guadagnare il loro pasto.

La speranza è che, avendo quelli che possono permettersi un pasto e quelli che non possono cenare insieme, le persone vedranno che aspetto ha la fame e saranno motivate a contribuire a fare una vera ammaccatura nella questione sostenendo il cambiamento.

Nell'annunciare la più recente localizzazione a Newark, Bon Jovi e sua moglie Dorothea Hurley hanno dichiarato di voler aprire altre cucine soul in futuro.

"La fame non sembra ciò che la tua mente potrebbe immaginare", ha detto Hurley alla CBS domenica mattina. "Sono le persone nella tua chiesa. Sono i bambini che vanno a scuola con i tuoi figli. E penso che ciò abbia aperto gli occhi a gran parte della comunità qui che ha detto: 'Oh, non ci sono senzatetto qui.' E si guardano intorno al ristorante, e io dico: "Posso nominare cinque persone in questo momento che so che sono senzatetto in questo ristorante in questo momento, ma non sembrano come pensi che sembreranno."

Nota del redattore: questa storia è stata aggiornata con nuove informazioni da quando è stata pubblicata nell'aprile 2015.

    Articoli Correlati