BPA provoca l'accoppiamento interspecie, i risultati dello studio

Il bisfenolo-A sta sfocando le linee tra le specie di pesci, un nuovo studio ha scoperto, potenzialmente scatenando un boom del sesso tra le specie che potrebbe rovesciare alcuni ecosistemi.

Meglio conosciuta come BPA, la sostanza chimica industriale imita l'estrogeno, permettendogli di interrompere gli ormoni in una vasta gamma di animali. È usato come agente indurente in molti tipi di plastica, ma il suo uso diffuso lo rende anche un comune inquinante in natura.

"Le sostanze chimiche provenienti da prodotti per la casa e prodotti farmaceutici finiscono spesso nei fiumi e il BPA è noto per essere presente negli ecosistemi acquatici negli Stati Uniti", afferma la ricercatrice principale Jessica Ward, ecologa all'Università del Minnesota, in un comunicato stampa sullo studio . "Fino ad ora gli studi si sono concentrati principalmente sull'impatto sui singoli pesci, ma il nostro studio dimostra l'impatto del BPA a livello di popolazione".

Lo studio si concentra sul modo in cui il BPA influenza i luccicanti della coda nera e i luccicanti rossi, due pesci trovati nei fiumi e nei corsi d'acqua negli Stati Uniti Entrambi sono nativi del Nord America, ma il luccichio rosso può diventare invasivo quando si avventura oltre il suo nativo centro degli Stati Uniti, anche se è solo in una regione vicina del paese. Questo è il caso della Georgia, ad esempio, da dove provengono i pesci in questo studio - e secondo i risultati, i blacktail nativi e i rossi non nativi sembrano andare troppo d' accordo.

"La nostra ricerca mostra come la presenza di questi prodotti chimici artificiali porti a una maggiore probabilità di ibridazione tra specie", afferma Ward. "Questo può avere gravi conseguenze ecologiche ed evolutive, incluso il potenziale per il declino delle nostre specie autoctone." L'indagine geologica degli Stati Uniti studia questo problema da anni e un rapporto del 2002 ha offerto uno sguardo su come si ibridano:

SHINER SHIFT: quando lo shiner dalla coda nera (1) e lo shiner rosso (2) si riproducono, la loro prole (3) può essere riconosciuta da un punto intermedio vicino alla coda e dalla sua forma intermedia. (Foto: USGS)

Nel nuovo studio, pubblicato questa settimana sulla rivista Evolutionary Applications, Ward e il co-autore Michael Blum della Tulane University hanno raccolto entrambe le specie shiner da due flussi della Georgia. Hanno quindi tenuto separate varie persone per 14 giorni in serbatoi, alcuni dei quali contenevano BPA. Il 15 ° giorno, hanno introdotto i pesci provenienti dai diversi serbatoi tra loro, osservando eventuali cambiamenti fisiologici o comportamentali come dimensioni, colore, corteggiamento o scelta del compagno.

Poiché assomiglia così da vicino agli estrogeni, il BPA può innescare una vasta gamma di cambiamenti nel corpo di un animale che sono normalmente regolati dagli ormoni. Negli shiners, ha alterato le dimensioni, la colorazione e il comportamento di alcuni pesci; i lustri rossi maschili esposti al BPA, ad esempio, hanno mostrato meno intensità nel colore del corpo rispetto ai maschi non esposti. Questi cambiamenti sembrano far sembrare i pesci come altre specie di luccichio, che possono "abbattere l'isolamento sessuale tra specie autoctone e invasive", come affermano i ricercatori.

Ricerche precedenti hanno mostrato altre stranezze riproduttive nei pesci degli Stati Uniti, tra cui un rapporto del 2009 sull'aumento del branzino intersessuale - principalmente maschi con uova nei loro testicoli, ma anche alcune femmine con tratti maschili - che potrebbero essere stati influenzati da "composti endocrini attivi" come pesticidi, PCB, saponi e prodotti farmaceutici. Nello studio shiner, gli autori osservano che un recente lavoro ha dimostrato come gli interferenti endocrini come il BPA possano "femminilizzare" il pesce maschio, "potenzialmente causando la perdita di popolazioni".

"Questo processo comporta conseguenze ecologiche a lungo termine, specialmente nelle aree minacciate dall'introduzione di specie invasive", scrivono. "Il BPA e altre sostanze chimiche che imitano gli ormoni possono intensificare la perdita di biodiversità nativa abbattendo le barriere delle specie e promuovendo l'invasore." I ricercatori hanno anche notato che gli ibridi rosso / coda nera sono noti per dominare gli habitat shiner, suggerendo che l'esposizione al BPA potrebbe indirettamente condannare alcune specie autoctone.

"I nostri risultati contribuiscono a un numero crescente di prove che dimostrano che gli effetti dell'alterazione ambientale mediata dall'uomo possono estendersi ben oltre il successo riproduttivo a livello individuale", aggiungono, "con conseguenze evolutive significative per le popolazioni e le specie".

Anche sul sito:

  • I pesci luminosi rivelano i segreti dell'inquinamento
  • Il BPA può bloccare il successo in vitro
  • Il tuo shampoo ti fa ingrassare?

Articoli Correlati