Brinicles: Cosa sono i "ghiaccioli della morte"?

Siamo abituati a vedere i ghiaccioli che si formano sui rami degli alberi e le grondaie degli edifici, ma possono anche formarsi in profondità sotto l'oceano, creando ciò che è noto come un ghiacciolo di salamoia, o setola.

Questi tentacoli sottomarini ghiacciati sono spesso indicati come "stalattiti marine" a causa del loro aspetto bizzarro, ma la loro natura mortale ha guadagnato loro un altro soprannome: "ghiaccioli della morte".

L'esistenza delle setole è stata scoperta solo negli anni '60, quindi c'è ancora molto da imparare su di loro. Tuttavia, gli scienziati pensano che la vita sulla Terra potrebbe aver avuto origine da queste stalattiti marine nei mari polari e che potrebbero favorire condizioni adatte alla vita su altri pianeti e lune, come Ganimede e Callisto di Giove.

Come si formano?

Quando il ghiaccio marino si sviluppa nell'Artico e nell'Antartico, le impurità come il sale vengono espulse, motivo per cui il ghiaccio creato dall'acqua di mare non è salato come l'acqua da cui si è formato.

Man mano che quest'acqua salata fuoriesce dal ghiaccio marino, l'acqua circostante diventa più salina, abbassando la sua temperatura di congelamento e aumentando la sua densità. Questo impedisce all'acqua di congelare il ghiaccio e fa affondare.

Mentre questa salamoia fredda raggiunge l'acqua di mare più calda sottostante, l'acqua si congela intorno, creando il tubo discendente di ghiaccio noto come brinicola.

Quando questa stalattite marina raggiunge il fondo del mare, una rete di ghiaccio si forma e si diffonde su di essa, congelando tutto ciò che tocca - compresa qualsiasi vita marina che incontra, come stelle marine e ricci di mare - che è il modo in cui le setole si sono guadagnate la reputazione di "ghiaccioli della morte" ".

"Nelle aree che avevano le setole o al di sotto di quelle molto attive, si formano piccole pozze di salamoia a cui ci riferiamo come pozze nere di morte", ha detto Andrew Thurber, professore alla Oregon State University, a Wired. "Possono essere abbastanza chiari ma hanno gli scheletri di molti animali marini che si sono avventurati a casaccio in loro."

Thurber, che si è tuffato sotto il ghiaccio marino dell'Antartide per raccogliere campioni, è uno dei pochi scienziati a vedere in prima persona la crescita delle setole.

“Sembrano cactus rovesciati che vengono soffiati dal vetro, come qualcosa dell'immaginazione del dottor Suess. Sono incredibilmente delicati e possono rompersi con il minimo tocco. "

Nel 2011, i cineasti della BBC sono diventati i primi a filmare la formazione di setole. Utilizzando telecamere time-lapse, hanno registrato i meravigliosi fenomeni in Antartide nell'acqua di mare a 28 gradi Fahrenheit.

Puoi guardare quella forma di setole - e congelare tutto sul suo percorso - nel video qui sotto.

Articoli Correlati