Castori: 8 cose da sapere sugli ingegneri paesaggisti più impressionanti della natura

I castori sono una delle creature più conosciute e riconoscibili nel regno animale. Ma al di là dei denti storti e del comportamento indaffarato, cosa ne sai davvero di loro? Dal loro coltellino svizzero di coda al loro potere di spostare la biodiversità degli ecosistemi e alterare il livello delle falde acquifere, ecco otto delle caratteristiche più affascinanti dei castori che potrebbero cambiare il modo in cui pensi a loro.

Ci sono 2 specie di castori nel mondo

Esistono differenze distinte tra le due specie di castoro. (Foto: grusgrus444 / Shutterstock)

Poiché il castoro fa parte della storia relativamente recente dell'economia e della politica nordamericane, grazie all'intrappolamento diffuso dei castori per la loro folta pelliccia, è facile dimenticare che esiste più di una specie di castoro. Il castoro nordamericano è cugino dell'eurasiatico, che ha anche avuto un ruolo nella lunga storia commerciale dell'Europa e dell'Asia. Queste due specie sono gli unici membri della famiglia Castoridae, entrambi nel genere Castor .

Sebbene possano sembrare simili, sono abbastanza distinti da non poter incrociarsi. (Ci sono stati quasi 30 tentativi in ​​russo di ibridare le due specie, senza successo.)

La principale differenza tra le due specie è che il castoro eurasiatico è un po 'più grande, con un muso più grande e più stretto. Hanno uno zolfo più sottile e più leggero dei castori nordamericani. I castori nordamericani tendono anche ad essere più scuri nel colore della pelliccia.

Imbarazzante sulla terra, ma aggraziato nell'acqua

I castori sono fatti per una vita in acqua. (Foto: grusgrus444 / Shutterstock)

I castori non sono esattamente camminatori lisci. La loro corporatura pesante e le zampe corte significano che devono spostarsi dal punto A al punto B. Invece di superare i potenziali predatori quando si trovano sulla riva, si affrettano a tornare in acqua il più rapidamente possibile, dove la loro abilità nel nuotare li può liberare dal pericolo . I loro piedi posteriori palmati si comportano come pinne e le loro code piatte di forma ovale funzionano come timoni, aiutandoli a sfrecciare sull'acqua a velocità fino a 5 miglia all'ora.

Altri adattamenti che consentono ai castori di godersi una vita semi-acquatica includono le narici che si chiudono strettamente quando nuotano, le terze palpebre trasparenti che consentono loro di vedere sott'acqua, i muscoli nelle orecchie in modo da poterli piegare in piano e impedire all'acqua di entrare, e uno spesso strato oleoso che tiene a bada l'acqua e il freddo.

I castori hanno molti usi per le loro code piatte

I castori hanno una coda inconfondibile. (Foto: Zadiraka Evgenii / Shutterstock)

Molti di noi conoscono già quel famoso schiaffo della coda di un castoro sull'acqua, che manda un avvertimento ad altri castori sul pericolo in attesa. E ovviamente la coda del castoro è utile come timone quando nuota. Ma questi non sono gli unici usi per quella coda spessa e coriacea.

La coda può crescere per essere lunga 15 pollici e larga 6 pollici. Una coda così grande e robusta è utile quando il castoro è a terra. Quando un castoro si trova su due zampe posteriori per rosicchiare rami o tronchi d'albero, la coda agisce come una gamba in più, aiutando il castoro a bilanciarsi. La coda può anche essere utilizzata come leva quando si tenta di trascinare rami voluminosi e pesanti intorno alla riva o in posizione in una diga.

La coda di un castoro è un ottimo strumento, ma c'è un malinteso comune su come viene utilizzato. "Contrariamente alla credenza comune, i castori non usano la coda per intonacare il fango sulle loro dighe", afferma il Dipartimento di pesce e fauna selvatica di Washington.

I castori secernono un goo profumato alla vaniglia usato nell'aroma alimentare

Castoreum è un aroma alimentare approvato dalla FDA. (Foto: H. Zell / Wikipedia)

Questo è forse il fatto più strano che tu abbia mai sentito parlare di castori: formano un composto chimico in una ghiandola profumata chiamata sacche di ricino, situata sotto la coda. È un goo simile alla melassa usato per contrassegnare il loro territorio e, sorprendentemente, profuma di vaniglia.

Questa secrezione, chiamata castoreum, è approvata dalla Food and Drug Administration (FDA) ed è talvolta usata negli aromi alimentari in sostituzione del sapore di vaniglia. A volte viene aggiunto alle sigarette. Il consumo di castoreum è molto basso, tuttavia, in piccola parte per come è ottenuto.

“[G] selezionare un castoro per produrre castoreum ai fini della lavorazione degli alimenti è difficile. I buongustai desiderosi di acquisire alcune delle cose appiccicose devono anestetizzare l'animale e poi "mungere" le sue regioni inferiori ", riferisce National Geographic. “A causa di tale spiacevolezza per entrambe le parti, il consumo di castoreo è piuttosto ridotto - solo circa 292 libbre (132 chilogrammi) all'anno. Tale statistica include castoreum, estratto di castoreum e liquido di castoreum, secondo il Manuale degli ingredienti aromatici di Fenaroli ".

Il castoreum è stato anche usato nella produzione di profumi e si credeva avesse proprietà medicinali che potevano aiutare mal di testa, febbre, bassa pressione sanguigna e una vasta gamma di altri disturbi. Naturalmente, ora sappiamo che non è in alcun modo medicinale.

I castori erano intrappolati al punto di scomparire

Le pelli di castoro sono state molto apprezzate per secoli, guidando il forte declino delle popolazioni di castori in tutto il continente (Foto: Ralston Dan H, US Fish and Wildlife Service / Wikipedia)

I castori furono pesantemente intrappolati nel Nord America dopo l'arrivo degli europei. Le loro pelli erano molto richieste per l'industria della moda in Europa e il loro castoreum veniva utilizzato per vari scopi. Ma ciò che può sorprendere è la misura in cui sono stati cacciati. Il castoro fu quasi spazzato via dal continente. Si stima che fossero tra i 100-200 milioni quando arrivarono gli europei e all'inizio del 1800 erano quasi spariti. In effetti, gran parte dell'esplorazione occidentale degli Stati Uniti è stata guidata da cacciatori di caccia alla ricerca di castori dopo la scomparsa delle popolazioni orientali.

Oggi, dopo significativi sforzi di conservazione a partire dalla metà del 1900, i numeri sono rimbalzati a circa 10-20 milioni.

Anche i castori eurasiatici sono stati fortemente intrappolati, anche per la pelliccia e il castoreum. In effetti, furono così pesantemente intrappolati che si estinsero nel Regno Unito per 400 anni. Diverse migliaia ora vivono lungo l'Elba e il Rodano e stanno rimbalzando in altre parti d'Europa. In Gran Bretagna, furono reintrodotti nel Gloucestershire nell'ottobre 2005, nel Lancashire nel 2007, e furono reintrodotti in Scozia nel 2009.

La reintroduzione dei castori nel loro vecchio habitat è tuttavia debole, poiché la loro capacità di trasformare vaste aree di terra asciutta in zone umide non è necessariamente apprezzata dagli attuali residenti umani.

I castori possono trasformare le foreste in stagni e prati

I castori sono animali laboriosi e sono responsabili della rimozione di macchie di foresta in zone umide e prati. (Foto: Henrik Larsson / Shutterstock)

"La capacità di Beavers di cambiare il paesaggio è seconda solo agli umani", secondo il sito web Beavers: Wetlands and Wildlife. In effetti, la portata e i cambiamenti di lunga durata che una famiglia di castori può apportare a un ecosistema è incredibile.

L'habitat preferito di un castoro è quello con molta acqua, poiché è così che i castori restano fuori dalla portata dei predatori. Se un castoro si trasferisce in una zona boschiva un po 'troppo secca per i suoi gusti, il castoro può semplicemente lavorare cambiando il paesaggio in base alle sue esigenze. Abbattendo torrenti e insenature, un castoro abbatte la foresta e crea enormi stagni che forniscono acqua ad altri animali selvatici anche durante l'alta estate. Quando lasciano un'area e la diga si rompe, l'area allagata si asciuga e diventa un prato.

"I castori hanno un impatto enorme sugli ecosistemi", scrive Live Science. "Le dighe alterano il flusso dei fiumi e possono inondare centinaia di acri ... Man mano che si accumulano sedimenti e detriti, gli aumenti di carbonio e l'azoto diminuiscono. I cambiamenti chimici alterano il tipo di invertebrati, e la nuova fonte d'acqua attira nuove specie di uccelli, pesci e anfibi. Il legname allagato muore e una foresta diventa un ecosistema di acque libere. "

A causa del loro impatto, i castori possono essere animali altamente controversi. Mentre ritornano negli habitat dove un tempo fiorivano, non si accorgono delle persone che hanno costruito case, strade e intere città all'interno delle zone di inondazione create dalle loro dighe. Il danno da castoro costa agli americani circa $ 100 milioni ogni anno. Le aziende di controllo dei parassiti sono spesso chiamate a intrappolare i castori il cui lavoro laborioso non è apprezzato dai proprietari di case vicini. Mentre molti celebrano il ritorno dei castori, la loro presenza provoca brontolio quando le loro imprese ingegneristiche e le nostre imprese ingegneristiche si scontrano.

Le dighe di castoro aiutano con l'inquinamento

Una riduzione dell'inquinamento è tra i molti effetti che l'attività del castoro ha sul paesaggio. (Foto: Johnny Adolphson / Shutterstock)

Nonostante le polemiche che possono ispirare, le madri di castori sono utili in molti modi. Un recente studio condotto da scienziati dell'Università del Rhode Island ha misurato solo uno dei benefici positivi delle dighe: possono aiutare a rimuovere fino al 45% di azoto dannoso da corsi d'acqua e torrenti.

Secondo il Potomac Conservancy:

L'azoto è uno degli inquinanti più problematici nel Potomac e nella baia di Chesapeake. I nitrati, sostanze chimiche a base di azoto presenti nei fertilizzanti e in altri composti chimici, lavano le aree agricole e urbane dopo la pioggia sotto forma di deflusso inquinato. Anche gli impianti di trattamento delle acque reflue contribuiscono al problema. Queste sostanze chimiche causano fioriture di alghe, che a loro volta provocano zone morte, aree sottomarine prive di ossigeno in cui i pesci e altre specie acquatiche hanno difficoltà a sopravvivere.

Gli stagni che si accumulano dietro le dighe di castori incoraggiano la crescita delle piante acquatiche e la loro decomposizione sul fondo dello stagno favorisce la crescita dei batteri, lo studio ha scoperto. I batteri scompongono questi nitrati, rilasciando azoto come gas. Il risultato è un'acqua più pulita, tutto grazie ai castori.

"Penso che ciò che ci ha impressionato sia stato il fatto che i tassi fossero così alti", ha dichiarato Arthur Gold, capo ricercatore dello studio, a Nature World News. "Erano abbastanza alti e i castori stanno diventando abbastanza comuni, così che quando abbiamo iniziato a ridimensionarci ci siamo resi conto che gli stagni possono fare una notevole differenza nella quantità di nitrato che scorre dai nostri flussi ai nostri estuari."

I castori sono un alleato chiave contro la siccità

Quando si tratta di siccità, i castori non sono nemici. (Foto: Adwo / Shutterstock)

Come possiamo invertire gli effetti dei corsi d'acqua in rovina, prevenire la carenza di acqua in tutto il mondo e rivitalizzare le aree colpite dalla siccità con acqua dolce? La risposta potrebbe essere in parte in questo noto roditore. La collaborazione con i migliori ingegneri della via navigabile della natura potrebbe fare la differenza per i luoghi aridi.

Come accennato in un precedente fatto di castori, l'attività dei castori che danneggiano insenature e fiumi solleva la falda acquifera. Un recente studio triennale di Cherie Westbrook della Colorado State University e dei suoi colleghi e al US Geological Survey di Fort Collins, Colorado, ha esaminato gli impatti delle dighe di castori nel Rocky Mountain National Park. Hanno trovato diversi risultati interessanti che cambiano la nostra comprensione di come i castori contribuiscono al sistema delle acque sotterranee.

All'interno della valle, le dighe fanno sì che l'acqua si diffonda verso i lati della valle, piuttosto che correre attraverso la valle con il fiume, che non solo solleva la falda ma mantiene umida una parte maggiore della valle, anche nelle stagioni secche. Secondo Science Daily, "I ricercatori suggeriscono che gli elevati livelli di umidità presenti nel terreno circostante le dighe richiederebbero altrimenti acqua proveniente da un'alluvione naturale molto grande, che stimano come un'alluvione di 200 anni, per ottenere la stessa disponibilità di acqua espansiva per il fondovalle."

"Questo studio amplia la visione dell'importanza del castoro nei fondali della valle oltre gli stagni a monte", ha detto Westbrook a Science Daily. "Abbiamo scoperto che gli stagni a monte non erano il principale effetto idrologico delle dighe nella valle del fiume Colorado. Invece, le dighe del castoro hanno notevolmente migliorato i processi idrologici durante il flusso di picco e i periodi di flusso basso, suggerendo che il castoro può creare e mantenere ambienti adatti al formazione e persistenza delle zone umide ".

Mentre molte persone si lamentano comprensibilmente dell'impatto che può avere sull'infrastruttura creata dall'uomo, ha anche un impatto che presto apprezzeremo profondamente: le dighe di castori possono aiutare a ridurre l'impatto della siccità. Con le siccità più lunghe e più gravi che si verificano a causa dei cambiamenti climatici, quella capacità è una delle più apprezzate da coloro che cercano soluzioni alla carenza idrica. Un rapporto di WildEarth Guardians discute di un'intera strategia per utilizzare i castori nell'adattamento ai cambiamenti climatici, incluso l'incoraggiamento dei castori nelle foreste nazionali dove un tempo vivevano.

Ora che i castori stanno tornando nelle aree in cui sono stati intrappolati una volta, che siano incoraggiati o meno attivamente, potremmo vedere un impatto su una scala più ampia nella protezione delle aree a rischio di siccità dalla sofferenza attraverso la peggiore siccità.

Articoli Correlati