Come avviare una foresta alimentare

Giardini e frutteti possono sembrare ordinati, ma non rimangono così naturalmente. Ecco perché le foreste alimentari - foreste costituite interamente da piante che possono essere mangiate - stanno diventando popolari.

Questi ecosistemi impiegano molto tempo per andare avanti, ma una volta in movimento si mantengono sostanzialmente. Inoltre, possono fornire molto più cibo rispetto alla maggior parte dei giardini tradizionali.

Nimrod Hochberg, un organizzatore della comunità israeliana, sta costruendo una foresta alimentare all'interno di un parco di Tel Aviv. Vive anche nella foresta di cibo della sua famiglia in campagna, dove aiuta a mantenere 500 acri di frutta e verdura, tutti crescendo selvaggiamente.

Mi sono seduto con Hochberg per scoprire come è possibile avviare una di queste foreste, che tu abbia un enorme appezzamento di terra o un piccolo cortile.

Inizia con le basi

Come con qualsiasi tipo di giardinaggio, conosci il tuo terreno prima di iniziare a piantare la tua foresta alimentare. (Foto: Ilana Strauss)

"La prima cosa di cui hai bisogno è la pazienza e la conoscenza che stai iniziando un progetto a lungo termine", ha spiegato Hochberg. "La seconda cosa di cui hai bisogno è un pezzo di terra: più grande è, meglio è."

È allettante acquistare immediatamente alberi da frutto e piantarli, ma Hochberg afferma che il terreno è la prima cosa a cui dovresti prestare attenzione.

"Un buon agricoltore non coltiva piante, coltiva il suolo", mi ha detto Hochberg.

In un ambiente naturale, le foglie morte di un albero cadono a terra, lentamente compostando e trasformandosi in terra. Nei frutteti tradizionali, quelle foglie morte vengono spesso rimosse e sostituite con fertilizzanti, ma in natura gli alberi usano questo compost per crescere.

"Per creare un sistema sostenibile, devi imitare i modelli che vedi in natura", ha continuato Hochberg. "Quando mettiamo il pacciame sul terreno, imitiamo questo ciclo naturale".

Quindi inizia la tua foresta coprendo la tua terra con una forte dose di pacciame e dandogli il tempo di decomporsi.

Ricorda l'acqua

Gli urbanisti tendono a deviare l'acqua nei tunnel e lontano dalle città, il che può rendere difficile la crescita delle piante. Quindi devi capire da dove verrà l'acqua della tua foresta.

Nella sua foresta, Hochberg ha allestito una piscina per catturare l'acqua piovana. La pioggia colpisce prima un tetto, quindi sfocia nella piscina e viene utilizzata per annaffiare la foresta.

"Dipende da dove ti trovi", ha sottolineato Hochberg. Se ti trovi in ​​Israele o in California, potresti aver bisogno di un sistema elaborato come questo. D'altra parte, se sei in Costa Rica e piove troppo, probabilmente puoi semplicemente fare affidamento sulla natura.

Passa sulle piante di avviamento

Ora che il terreno è compostato e irrigato, sei pronto per iniziare a piantare. Ma non comprare ancora quel melo!

"Innanzitutto, coltiva piante che crescono in modo facile e veloce", ha spiegato Hochberg.

Devi iniziare con piante resistenti, come leguminose e trifogli, prima di investire in alberi più delicati. Lascia che le piante dure crescano letteralmente come erbacce per alcuni mesi o anche un anno. Renderanno l'area più ospitale ad altre piante mettendo più nutrimento nel terreno, bloccando i venti forti e creando un microclima migliore.

"Gli alberi sono incredibili moderatori di temperatura", ha detto Hochberg.

L'attrazione principale

Alla fine, la tua foresta alimentare produrrà prodotti deliziosi, come le melanzane. (Foto: Ilana Strauss)

Finalmente è tempo di piantare quegli alberi da frutto. Scegli alberi che crescono naturalmente nella tua zona (ad esempio, non cercare di coltivare arance a New York) e piantali tra i tuoi alberi "di partenza".

Per il primo anno, dovrai prestare molta attenzione a questi delicati alberi da frutto. Li innaffi, aggiungi il compost e generalmente li cuccioli. Dopo un anno, avrai un terreno migliore e i tuoi alberi saranno più forti, quindi sarai in grado di farli crescere da soli.

"Dopo alcuni anni, non hai davvero bisogno di mantenere nulla", ha detto Hochberg. "La foresta della mia famiglia è al sesto anno e per circa l'80 percento degli alberi non trattiamo più".

Non limitare la tua foresta agli alberi. Le foreste reali hanno molti diversi tipi di piante che vivono nello stesso ambiente, e anche le foreste alimentari. Hochberg raccomanda di piantare "strati" - grandi alberi, piccoli alberi, cespugli, piccole piante, viti ed erbe - uno accanto all'altro. Potresti avere grandi alberi di noci pecan con piccoli alberi di gelso sotto di loro e lattuga, broccoli, erbe e funghi sul terreno.

"Grazie agli strati, puoi ottenere molto cibo", ha detto Hochberg. "Puoi ottenere molto più cibo da una foresta alimentare che da un frutteto normale."

Inoltre, le piante si aiutano a vicenda. Gli alberi danno ombra alle verdure, che forniscono pacciame agli alberi. Potresti anche considerare di far vivere alcune galline nel tuo nuovo ecosistema in modo da ottenere uova fresche dai tuoi mangiatori di insetti incorporati.

"Crea la sensazione di una foresta, non di un frutteto", ha detto Hochberg.

Elimina gli antipasti

Le foreste alimentari possono avvicinarti a tutti i cicli della natura. (Foto: Ilana Strauss)

Dopo alcuni anni, le tue piante alimentari prospereranno e non avrai più bisogno delle piante di avviamento.

"Abbattili", disse Hochberg. "Hanno fatto il loro lavoro."

Costruire una foresta alimentare è un processo che richiede tempo, ma i risultati possono essere piuttosto sorprendenti.

"Diventi molto intimo con la tua terra. Conosci ogni albero, conosci ogni arbusto, ogni insetto", ha detto Hochberg. "Ti connette al mondo reale, ti fa uscire dagli schermi. Perché la natura è molto più interessante."

Articoli Correlati