Come coltivare azalee autoctone

L'autorità nazionale di azalea, nota a livello nazionale, Ernest Koone III ricorda ancora una delle prime cose che abbia mai letto su queste piante a fioritura primaverile ed estiva. Era la prima frase in un piccolo opuscolo non datato, e aveva solo 11 o 12 anni.

"Le specie native di azalea degli Stati Uniti sudorientali sono state chiamate, da molte autorità vegetali, la più bella di tutti i nostri arbusti autoctoni."

L'opuscolo è stato scritto da Fred Galle, direttore di vecchia data dell'orticoltura nei Callaway Gardens a Pine Mountain, in Georgia, dove la Plumleaf azalea, Rhododendron prunifolium, è la pianta caratteristica.

L'affermazione "è diventata parte di me", afferma Koone, presidente del vivaio Lazy K di Pine Mountain, il più grande produttore di specie di azalea autoctone e varietà coltivate nel paese. “Assolutamente nessun altro gruppo di piante native americane si confronta con le azalee native in varietà e brillantezza di colore e profumo, su arbusti grandi e piccoli con tempi di fioritura dall'inizio della primavera alla fine dell'estate.

Ecco alcuni suggerimenti di Koone su come coltivare le azalee, le piante americane più autoctone.

Gamma naturale

La maggior parte delle 17 specie di azalee native si trovano dal Texas alla Florida e lungo la costa orientale dalla costa alle montagne appalachiane fino alla Virginia. La gamma naturale continua a nord fino alla costa atlantica nel Maine e in Canada. Una singola specie occidentale trovata in California, Washington e Oregon, R. occidentale, è molto difficile da coltivare a est del Mississippi. Una specie, R. canadense, cresce dal New Jersey a nord in Canada.

Selezione di piante

Molte azalee native - R. prunifolium (plumleaf azalea), R. atlanticum (azalea costiera) e R. vaseyi (azalea a conchiglia rosa) - sono molto resistenti al freddo e possono crescere molto al di fuori della loro gamma meridionale naturale. Altri, come R. canadense, che cresce dal nord del New Jersey a Labrador, non crescerà bene a sud del New Jersey. Le piante del sud-est ad alta quota, come R. prinophyllum (azalea di roseshell), non andranno bene nelle quote più basse, anche nel sud-est. In questi casi, le estati sono troppo calde. Al contrario, alcune specie più meridionali - R. austrinum (azalea fiamma della Florida), R. canescens (azalea piemontese) e R. alabamense (azalea Alabama) - cresceranno nei climi settentrionali ma spesso non fioriranno lì perché i germogli, che formano in estate, si bloccherà prima di poter aprire in primavera. Si possono ottenere eccezioni e le piante possono fiorire a notevole distanza dalla loro gamma nativa collocandole in appropriati microclimi.

Posizionamento delle piante

L'errore più comune nel piantare azalee autoctone è pensare che si tratti di piante da ombra e sottovalutare quanto sole hanno bisogno per fiorire bene. I fioritura precoce (marzo-maggio) e quelli di mezza stagione (maggio-giugno) danno il meglio con almeno mezza giornata di sole. I fioristi tardivi (luglio-agosto) hanno bisogno dell'ombra pomeridiana a causa dell'intensità del sole estivo.

Come piantare

Le azalee autoctone necessitano di un terreno da giardino ben drenato, acido e ricco di humus. Per ottenere ciò, modifica il terreno con sostanze organiche come corteccia di pino macinato, corteccia di pino fine o un additivo per terreno a base di corteccia. Un pH del terreno di 5, 0-6, 0 è l'ideale. Poiché le azalee hanno radici poco profonde, piantare la zolla leggermente sopra la superficie del suolo. Pacciamare leggermente, preferibilmente con paglia di pino.

acqua

Mantenere le giovani piante ben irrigate per i primi due anni mentre stabiliscono i sistemi di radici è fondamentale. Una regola empirica: mantenere il terreno delicatamente umido. Le azalee non possono tollerare l'acqua stagnante.

Fertilizzante

Si consiglia un fertilizzante ad alto contenuto di azoto, come 12-6-6. Le piante dovrebbero essere fertilizzate in primavera quando emergono nuove foglie e di nuovo poco prima del 4 luglio. Non concimare dopo il Giorno dell'Indipendenza perché ciò stimolerà un'ulteriore nuova crescita alla fine della stagione che potrebbe essere uccisa dal gelo.

Potatura

Molte azalee native possono crescere in piccoli alberi alti 12 piedi o più. Con una potatura giudiziosa, possono essere formati in arbusti folti e mantenuti alti sei piedi o meno. I boccioli si formano a giugno per la fioritura del prossimo anno, quindi potate i fioristi di inizio e metà stagione immediatamente dopo che i fiori si sbiadiscono. Potare i fioristi di fine stagione in qualsiasi momento.

Errori comuni

Ci sono tre errori comuni nella piantagione di azalee native. Loro sono:

  1. Posizionare le piante in troppa ombra.
  2. Piantare troppo in profondità.
  3. Annaffiatura insufficiente mentre si stanno stabilendo le piante.

Perché scegliere i nativi?

Le azalee native sono diverse in molti modi chiave dalle azalee viste più spesso nei garden center. Le azalee non autoctone vendute nei vivai sono allevate con piante asiatiche. Questi sono arbusti sempreverdi da piccoli a grandi, mentre le azalee autoctone sono decidue e possono crescere in piccoli alberi. Molte azalee autoctone sono distintamente profumate, mentre le piante asiatiche non hanno quasi profumo. Le azalee native hanno una gamma di colori maggiore rispetto ai sempreverdi: non ci sono sfumature di giallo o oro nei sempreverdi.

Sapere di più su come coltivare le azalee? Lasciaci una nota nei commenti qui sotto.

Articoli Correlati