Come coltivare il ginseng

Il ginseng è uno dei rimedi erboristici più famosi al mondo. Sia il ginseng americano ( Panax quinquefolius ) che il ginseng asiatico ( P. ginseng ) sono stati usati per tutto, dagli afrodisiaci e stimolanti ai miorilassanti e ai trattamenti per il diabete; il loro uso nel corso della storia è rinomato.

Se usi il ginseng e vivi lungo gran parte della costa orientale, ovunque al confine con il fiume Mississippi o nel nord-ovest del Pacifico, sei fortunato. Non devi guidare fino al negozio di erbe più vicino o fare acquisti online per acquistare questa meravigliosa erba. Puoi coltivarlo nel tuo giardino perenne o, se sei davvero fortunato e hai un ambiente simile a un bosco o uno che è per lo più all'ombra, puoi coltivarlo proprio come cresce in natura - specialmente se la tua area boschiva è in pendenza terreno.

Il Ginseng è particolarmente attento ai requisiti del suolo ed è una buona idea sottoporsi al test del suolo, consiglia Jenny Cruse Sanders, vicepresidente per la scienza e la conservazione presso il Giardino Botanico di Atlanta. "Le piante hanno bisogno di un terreno più neutro e non andranno bene in terreni acidi", afferma. "Un pH del terreno di circa 5, 6 a 6 dovrebbe andare bene. A seconda del pH del tuo terreno, considera di regolare il pH con la calce per ottenere il giusto equilibrio. "

Oltre a vivere nella giusta area geografica (il ginseng non può tollerare il calore, quindi nel profondo sud dovresti vivere dentro o vicino ai monti Appalachi), essere in grado di fornire il pH del terreno corretto e avere circa l'80% di ombra, dovrai solo soddisfare un altro requisito per coltivare il ginseng. Pazienza. E in abbondanza. Il ginseng può impiegare dai 5 ai 10 anni per raggiungere una dimensione in cui le radici pregiate possano essere raccolte.

Ecco un processo passo-passo per far crescere il ginseng usando quello che viene chiamato il metodo simulato selvatico. Questo metodo cerca di duplicare come il ginseng cresce naturalmente.

Ordina semi o radici

Il ginseng può essere coltivato da semi o radici. Le radici, ovviamente, raggiungeranno la maturità molto più velocemente dei semi. Se ordini le radici, non tagliarle in sezioni. Le radici di ginseng devono rimanere intere e possono essere piantate in primavera prima che inizino a germogliare, di solito marzo o aprile, o in autunno dopo la caduta delle bacche.

Se vivi vicino agli Appalachi all'interno della gamma naturale della specie, cerca semi di provenienza locale da una fonte attendibile, suggerisce Sanders. "Il seme ideale sarà coltivato biologicamente (sia che sia certificato biologico o meno)." È anche importante se ordini semi per posta per acquistarli sempre da un produttore rispettabile.

I semi delle piante di ginseng non spuntano l'anno successivo. Germoglieranno l'anno dopo essere caduti a terra perché impiegheranno un anno a perdere la polpa delle bacche che li racchiudono e a guadagnare abbastanza energia per germogliare. Questo processo si chiama stratificazione. La maggior parte dei semi di ginseng offerti in vendita sono stratificati. Sono disponibili semi "verdi" che non sono stati stratificati, spesso a metà del prezzo dei semi stratificati. Molti coltivatori di ginseng preferiscono pagare il prezzo più alto dei semi stratificati piuttosto che aspettare un anno affinché i semi verdi diventino vitali.

Seleziona un sito adatto

La posizione ideale sarà in una zona boscosa ben ombreggiata dall'80 al 90 percento all'ombra dove crescono alberi di latifoglie - come pioppo tulipano, acero, faggio, noce, noce e quercia. Più spessa è la chioma, migliore sarà la riduzione del numero di piante sottostanti che sovrastano l'ombra o superano la concorrenza del ginseng. Se l'area in crescita prende troppo sole, la quantità di luce incoraggerà la crescita di erba ed erbe infestanti e queste soffoceranno il ginseng. In un habitat naturale boscoso, il posto migliore per piantare il ginseng sarà su un pendio rivolto a nord o est dove il terreno sarà più fresco rispetto ai pendii rivolti a sud o ovest. Saprai di avere il posto giusto se le piante da compagnia di ginseng crescono nell'area. Le piante che favoriscono le stesse condizioni di crescita del ginseng includono trillium ( Trillium spp ), cohosh blu o nero ( Caulophyllum thalactroides, Cimicifuga racemosa ), jack-in-pulpito ( Arisaema atrorubens), igname selvatico ( Dioscorea villosa ), goldenseal ( Hydrastis canadensis ) e il sigillo di Salomone ( Polygonatum biflorum ). Un drenaggio eccellente è essenziale; evitare aree pesanti di argilla.

Piantare

Semina i semi in autunno o all'inizio dell'inverno quando il terreno è umido. Un momento ideale per farlo sarebbe dopo una pioggia o una neve. Distanzia i semi ad almeno 14-18 pollici di distanza. Per piantare, rimuovere i detriti delle foglie e utilizzare una lama di coltello per verificare che ci siano almeno 2 pollici di terreno prima di colpire qualsiasi strato di roccia. Scava un piccolo buco profondo circa 1/4 di pollice, fai cadere un seme nel buco, quindi copri il buco premendo saldamente il terreno verso il basso e aggiungendo fino a 3 pollici di detriti fogliari sulla zona di semina. Il metodo simulato selvaggia richiede che non venga effettuata alcuna lavorazione, il che potrebbe aumentare la possibilità di attivare agenti patogeni del suolo che potrebbero danneggiare il seme. Se si pianta su un pendio e si crea un letto con un rastrello o una zappa, far scorrere i letti su e giù per il pendio anziché attraverso il pendio per creare un drenaggio ottimale dell'aria e dell'acqua intorno alle piante.

Pazienza

Come accennato in precedenza, ci vorranno dai 5 ai 10 anni per far maturare le piante. Fortunatamente, non avranno bisogno di manutenzione durante questo periodo. Controllare periodicamente il raccolto per problemi di parassiti o funghi. A parte questo, lascia che le piante crescano come farebbero se crescessero naturalmente dai semi. Competeranno con altre piante e molte delle tue piantine di ginseng probabilmente moriranno. Tuttavia, le difficoltà che sopravviveranno le tue piante "selvagge" che sopravvivono sono ciò che darà loro il loro carattere unico e - se puoi sopportare di separartene - un prezzo 10 o 20 volte superiore al ginseng coltivato.

Raccogliere

Il primo ordine del giorno è quello di scavare attentamente per evitare di danneggiare la radice. Spingi un forcone o una paletta nel naso a circa 6 pollici dalla pianta, scava sotto la pianta e fai leva delicatamente sulla radice. Se esiste il rischio di danneggiare le radici delle piante adiacenti e immature di ginseng, non tentare di raccogliere la pianta.

Lavare e asciugare le radici. Immergi brevemente le radici in un secchio di acqua fresca per rimuovere il terreno in eccesso. Quindi posizionare le radici in un unico strato su un vassoio di legno (non lasciare che il ginseng tocchi il metallo) e lavarle sotto un rubinetto del lavandino o con un tubo. Non strofinarli o lavarli troppo vigorosamente: si ritiene che alcune sostanze chimiche medicinali siano concentrate nei peli della radice e la loro rimozione ridurrà l'utilità e il valore della radice. Assicurarsi che le radici non si tocchino e lasciarle asciugare su una griglia di legno in una stanza ben ventilata.

Coltivazione di ginseng in vaso

Se decidi di coltivare il ginseng in vaso su un patio o un mazzo, lascia che il metodo simulato selvatico sia la tua guida. Pianta i semi e coprili con circa 1 pollice di foglie in decomposizione o pacciamatura. Pianta i semi in autunno. Germoglieranno in primavera. I semi possono essere piantati in piccoli vassoi di plastica o vassoi di torba e trapiantati quando diventano alti diversi pollici. Quando trasferisci le piantine in vasi, scegli vasi di plastica profondi almeno 8 pollici. Non usare vasi di terracotta per il ginseng perché l'argilla assorbe l'umidità e si asciuga più facilmente della plastica. A scopo decorativo, i vasi di plastica possono essere inseriti in vasi di terracotta. Assicurati di tenere i vasi in una zona ombreggiata.

    Articoli Correlati