Come portare le tue piante in casa questo autunno

Ora che si avvicinano le fresche notti d'autunno, è tempo di iniziare il rituale annuale di preparazione delle piante d'appartamento per la fine delle loro vacanze estive.

Per quanto semplice possa sembrare questo compito, non è facile come raccogliere la tua felce in vaso e spostarla dal patio in un angolo della tana.

"Bisogna ricordare che l'ambiente esterno estivo è molto diverso rispetto all'ambiente interno riscaldato dell'inverno", afferma Harold Taylor, un giardiniere di sezione a Longwood Gardens a Kennett Square, in Pennsylvania.

Ecco alcuni suggerimenti da considerare prima di spostare le tue piante che li aiuteranno a sopravvivere alla mossa, a rimanere in salute durante l'inverno e a migliorare il tuo divertimento al loro interno.

Quando fare la mossa

Una volta che le temperature durante la notte iniziano a scendere sotto gli anni '60, è tempo di iniziare a pianificare. (Foto: txking / Shutterstock)

Poiché il clima varia ampiamente in tutto il paese, varia anche il tempo di portare le piante d'appartamento in autunno. Come regola generale, Taylor suggerisce che un buon momento per fare il trasloco è quando le temperature scendono regolarmente sotto i 60 gradi F.Per piante specifiche o per determinare quando si possono verificare costantemente bassi livelli notturni negli anni '50 nella propria zona, contattare il servizio di estensione agricola locale .

Pianificare in anticipo

Decidi quali piante porterai in casa molto prima della giornata in movimento. Una cosa da considerare è la salute della pianta. Se una pianta ha lottato per sopravvivere all'aperto, portandola al chiuso a bassa umidità, calore secco e bassi livelli di luce aumenteranno lo stress su di te e te. Per quanto sia difficile, di solito è meglio mettere le piante in difficoltà nel mucchio di compost.

Dai priorità alle piante sane e a quelle che hanno il valore più sentimentale. Se alcune delle tue piante sono aumentate di dimensioni e stanno per esplodere dai loro vasi, è una buona idea acquistare tutte le provviste di reimpianto necessarie per questo con largo anticipo rispetto alla giornata in movimento. Taylor consiglia un terriccio di alta qualità, contenitori adeguati con fori di drenaggio e piattini di plastica di dimensioni adeguate da posizionare sotto i vasi per evitare di macchiare pavimenti in legno o tappeti quando si innaffia.

Prepara le piante per il trasloco

Potresti voler rinvasare alcune piante, specialmente se c'è una colonia di formiche attiva o altri parassiti. (Foto: Sophie McAulay / Shutterstock)

La prima cosa da fare è controllare accuratamente l'esterno del vaso, le piante e il mezzo di impregnazione. Cerca i segni di autostoppisti, muschio o muffa sui vasi e ospiti indesiderati come insetti infetti o acari di ragno sul fogliame o lombrichi, lumache o formiche nel mix di impregnazione. Strofina l'esterno delle pentole sporche con una soluzione di candeggina per uso domestico al 10% e poi mantieni la soluzione di candeggina. Quindi, controlla gli autostoppisti che potrebbero nascondersi nel mezzo di impregnazione. Per fare questo, immergere la pentola in una vasca di acqua tiepida per circa 15 minuti. Qualsiasi parassita indesiderato che ha creato una casa nel terreno si arrampicherà in superficie in cerca di aria. A seconda di cosa, se non altro, esce dal vaso, potresti voler rinvasare la pianta, specialmente se c'è una colonia di formiche attiva. (Le formiche lasceranno dietro di sé le uova che alla fine si schiuderanno.)

Se stai rinvigorendo la pianta, rimuovi il mezzo di impregnazione dalla massa radicale con uno spray dal tubo, strofina l'interno della pentola con una soluzione di candeggina per uso domestico al 10% e metti uno schermo o una rete sul foro di drenaggio prima di ri invasatura con terriccio fresco. Se le radici hanno riempito il vaso, rinvasare in un vaso leggermente più grande. Infine, controlla la presenza di foglie morte o ingiallite sul fogliame, rimuovile se necessario e potane se è necessario modellare. Quindi, diversi giorni prima di portare la pianta in casa, spruzzare il fogliame con un sapone insetticida. Questi saponi sono sicuri per te, i tuoi bambini e i tuoi animali domestici.

Preparare l'area interna

Sapere in che modo si affacciano le finestre - e quanta luce scorre in questo periodo dell'anno - è un passo fondamentale. (Foto: Yuriy Kulik / Shutterstock)

Prima di "giorno commovente", decidi dove posizionare ciascuna pianta al suo interno. È sempre difficile trovare il posto migliore per una particolare pianta, afferma Taylor. Una guida per farlo, consiglia, è di posizionare le piante che richiedono il pieno sole vicino alle finestre esposte a sud e le piante che hanno bisogno solo del sole parziale in una finestra esposta a est o ovest. Un'altra opzione che suggerisce ai proprietari di case è quella di utilizzare le luci delle piante da interno, che, aggiunge, sono una soluzione popolare e conveniente quando ci si trova di fronte a luoghi tutt'altro che ideali per le piante d'appartamento.

Ti consigliamo inoltre di evitare le aree che potrebbero ricevere correnti d'aria invernali dall'apertura e chiusura delle porte e delle aperture di riscaldamento. Se hai acquistato piante sospese durante la stagione di crescita primaverile o estiva, installa ganci per soffitto per piante. Questo è anche un buon momento per acquistare stand di piante o costruire scaffalature per piante se sei utile, hai molte piante o vivi con un coniuge o un partner che ama le piante. Come parte della tua preparazione indoor, considera di raggruppare le piante insieme. Le piante apprezzeranno il fatto di essere raggruppate su vassoi di ghiaia non porosi perché ciò contribuirà ad aumentare l'umidità nell'area di coltivazione. Tieni l'acqua nei vassoi di ghiaia, ma assicurati che l'acqua sia al di sotto della parte superiore della ghiaia in modo che il fondo della pentola non tocchi l'acqua. Altrimenti, la pentola assorbirà l'acqua nel mezzo di impregnazione e creerà condizioni favorevoli al marciume radicale.

Quarantena

Se hai lo spazio, posiziona le piante che stai portando in casa in una stanza separata dalle aree in cui hai altre piante d'appartamento. Ciò consentirà di mostrare i segni degli autostoppisti che potresti aver perso nelle tue ispezioni all'aperto. Se lo fanno, possono essere trattati in questo momento.

Evitare lo shock da trapianto

Le tue piante probabilmente stavano ricevendo più luce all'esterno di quanto entrassero nella tua casa. (Foto: Prostock-studio / Shutterstock)

La luce in molte case è inferiore a quella che le piante avranno sperimentato all'aperto. Cerca di spostare le tue piante ai livelli di luce più bassi della tua casa in più fasi per ridurre lo shock da trapianto, consiglia Carol Simpson del Ashe Simpson Garden Center di Chamblee, in Georgia. Lo shock da trapianto si presenta in genere come foglie ingiallite o cadute. Tuttavia, poiché la pianta si adatta alla luce interna, generalmente sostituirà le foglie che ha lasciato cadere.

Non inondare

Raggruppare piante con esigenze simili e metterle su un vassoio di ghiaia renderà più facile l'irrigazione indoor. (Foto: gopfaster / Shutterstock)

Le pentole non si asciugheranno così velocemente all'interno come facevano durante il caldo estivo e le piante cresceranno più lentamente all'interno che in condizioni di luce intensa. Pertanto, non hanno bisogno di tanta acqua in casa come nel patio. Assicurarsi che il terreno sia asciutto al tatto prima di annaffiare. Le piante grasse avranno bisogno di acqua meno spesso delle piante a fogliame.

Fertilizzare

Fertilizzare secondo le istruzioni del pacchetto, a meno che le piante non siano state invasate in un mix contenente fertilizzante. A Simpson piace vestire con cura le piante d'appartamento con getti a vite senza fine, disponibili in molti vivai locali. Consiglia ai proprietari di case di annaffiare i getti nella miscela di impregnazione prima di portare le piante in casa. Lei suggerisce di farlo fuori per evitare un potenziale casino in casa.

Se tutto va bene, in pochi mesi puoi iniziare a tornare all'aperto dopo che il pericolo di gelo è passato in primavera e le temperature notturne sono tornate in sicurezza negli anni '60.

Articoli Correlati