Come pulire un forno in modo naturale

Una casseruola di formaggio bolle a 450 gradi e ciò che rimane nel tuo forno è un fango nero simile al catrame che sembra che potrebbe richiedere detergenti chimici per forno pesanti per affrontare. Ma i detergenti convenzionali tossici non sono la tua unica scelta per far brillare un forno come nuovo. Scopri come pulire un forno in modo naturale con ingredienti delicati e sicuri che potresti già avere nella tua dispensa.

Evitare i prodotti chimici nei detergenti per forno convenzionali

Molti detergenti per forno convenzionali sembrano dissolversi miracolosamente anche i pasticci più duri dopo pochi minuti. C'è una buona ragione per questo: di solito sono fatti con ingredienti estremamente corrosivi. Secondo la US Environmental Protection Agency, i detergenti per forno in genere contengono lisciva (idrossido di sodio o idrossido di potassio.) La lisciva può essere efficace, ma è anche pericolosa. Può bruciare gli occhi e la pelle e può essere fatale se ingerito, quindi non è un prodotto sicuro da avere in casa, soprattutto se hai bambini piccoli.

Prevenire i problemi del forno difficili da pulire

Il primo passo per un forno pulito è la prevenzione. Prova a posizionare le casseruole sui fogli di biscotti durante la cottura per evitare che le salse si rovescino sulle superfici del forno. Puoi anche rivestire il fondo del tuo forno con un foglio di alluminio se stai cucinando un piatto che probabilmente creerà confusione. Elimina immediatamente eventuali piccole fuoriuscite per evitare che si induriscano in un pasticcio più duro da pulire.

Come pulire un forno in modo naturale

È facile preparare da soli detergenti per forno non tossici con ingredienti di base come bicarbonato di sodio, succo di limone e aceto. Queste soluzioni naturali per la pulizia del forno sono semplici, efficaci e totalmente prive di sostanze chimiche dannose e ingredienti caustici.

Per il grasso, mescolare il detersivo per piatti non tossico come il liquido per piatti naturale gratuito e trasparente di settima generazione con acqua e strofinare con una spugna. I saponi per piatti naturali contengono detergenti derivati ​​da fonti vegetali come le noci di cocco per sciogliere i grassi.

Per affrontare i cattivi odori, spremi due limoni in una teglia riempita con un pollice di acqua e lancia in ciò che rimane dei limoni. Metti il ​​piatto nel forno e cuocilo per 30 minuti a 250 gradi. Non solo il tuo forno avrà odore di limoni invece di cibo bruciato, ma gli oli di agrumi ammorbidiranno il gunk sulle superfici del forno, facilitando la rimozione.

Cibo bruciato e grasso per gomiti

Per gli alimenti bruciati, cospargere il bicarbonato di sodio sul fondo del forno, quindi spruzzarlo con acqua da un flacone spray. Lascialo riposare tutta la notte e poi rimuovilo al mattino con una spugna, e la maggior parte del gunk nel forno uscirà con esso. Se rimangono ancora fuoriuscite al forno, cospargere con un altro bicarbonato di sodio e quindi aggiungere un po 'di aceto bianco. Lasciare riposare la miscela gorgogliante per 30 minuti, quindi strofinare.

Per rimuovere il residuo torbido che ha reso quasi opaca una finestra del forno in vetro, prova a mescolare bicarbonato di sodio e succo di limone in una pasta densa. Strofinalo sulla porta, lascialo per mezz'ora e poi strofina, e il vetro sarà di nuovo chiaro e lucido.

Infine, per quelle situazioni in cui il grasso al gomito sembra non tagliarlo, non abbiate paura di usare la funzione autopulente sul forno se ne avete una. I forni autopulenti si riscaldano fino a temperature che possono raggiungere i 900 gradi Fahrenheit per bruciare il cibo versato. Mentre questo processo utilizza molta energia, è compensato dal fatto che i forni autopulenti sono a doppio isolamento, riducendo il consumo complessivo di energia dall'uso regolare. Cerca di non usarlo più di una volta all'anno.

Hai altri suggerimenti su come pulire un forno in modo naturale? Lasciaci una nota nei commenti qui sotto.

Articoli Correlati