Come salvare le piante congelate

Se hai vissuto attraverso il vortice polare, o solo le fredde temperature, potresti essere stato preoccupato per molte cose, incluso il tuo giardino. Mentre le tue piante prendevano notte dopo notte a basse temperature, le tue unghie avrebbero potuto finire per mordere rapidamente mentre aspettavi di vedere cosa è successo. Anche con protezioni come fogli di brina, ciotole e un bel strato di pacciame per isolare le radici, temperature estreme possono essere eccessive per molte piante da gestire.

Il tuo giardino ha degli esemplari marroni, pendenti e miserabili? Quei residenti gelidi del giardino potrebbero effettivamente essere in grado di guarire, quindi non iniziare a suonare un funerale e strapparli al momento. Parliamo invece di come aiutare le piante a riprendersi dal congelamento.

Prima di tutto: quel fogliame marrone e cadente? È morto. Ma probabilmente lo sapevi già. I delicati capillari all'interno delle foglie esplodono quando sono stati riempiti con acqua ghiacciata in costante espansione, e sono fatti per. Tuttavia, se la tua pianta ha uno stelo legnoso, è del tutto possibile che lo stelo (e il sistema radicale) siano ancora in buona forma e che la pianta possa riprendersi e continuare a produrre nuovo fogliame una volta che hai tagliato via il materiale morto.

Devi sapere, tuttavia, quando tagliare le parti morte delle tue piante, come dire se sono ancora vivi da qualche parte sotto tutti quei detriti deprimenti e come prendersi cura di loro mentre si riprendono.

Quando posso tagliare quella pianta triste?

La pazienza è fondamentale quando si tratta di gestire piante colpite dal gelo. Mentre potresti voler tagliare via tutta quella roba rozza marrone immediatamente per tagliare e trovare la parte vivente della pianta, questa è una cattiva idea. La potatura stimola una nuova crescita e se una pianta inizia a produrre una nuova crescita prima che sia passato l'ultimo pericolo di gelo, quella nuova crescita semplicemente si congelerà di nuovo. Nel frattempo, l'impianto avrà dedicato una notevole quantità di energia immagazzinata per produrre quella crescita, rendendola meno in grado di far fronte all'improvviso congelamento.

Evita di concimare, per lo stesso motivo.

Invece, devi aspettare. Copri la tua pianta con tessuti quando il gelo è nelle previsioni, annaffia come faresti normalmente e attendi che l'ultima possibilità di gelo sia completamente finita. Mentre il tempo passa in primavera, potresti sentire prurito alle dita, ma continua ad aspettare: assicurati di attendere fino all'ultima data di gelo prevista prima di raccogliere quelle cesoie da potatura.

Quando fai la potatura, sii prudente. Sappiamo che la crescita dei morti sembra terribile! Ma ecco la cosa: la potatura elimina le piante, ed è proprio per questo che lo facciamo, perché accende un fuoco sotto i loro mozziconi, per così dire, e promuove lo sviluppo di nuovi rami e foglie. Quando una pianta è sana e fertilizzata, va bene, perché svilupperà una crescita forte, uniforme e sana. Quando una pianta viene congelata e frantumata, lo stress di creare una nuova crescita è spesso troppo difficile da gestire.

Un altro motivo per aspettare

Aspettare di potare ha un altro vantaggio: puoi vedere esattamente dove emerge la nuova crescita, quindi sai quali parti della pianta sono morte e quali parti sono sopravvissute al gelo. Puoi ritagliare appena sopra le parti viventi per eliminare la parte peggiore del danno da gelo senza interrompere la crescita della pianta. Pianifica di lasciare la pianta più o meno sola per il recupero. Tenerlo innaffiato, riparato e curato, ma evitare eccessive potature o concimazioni (alcuni giardinieri preferiscono aspettare fino al prossimo autunno per concimare di nuovo).

Pensala in questo modo: quando scongeli le dita gelate, non immergi la mano di qualcuno in una ciotola di acqua bollente. Invece ti muovi lentamente e costantemente per ripristinare la circolazione senza danneggiare la mano. Lo stesso vale per le piante, che possono essere ulteriormente traumatizzate se sei troppo entusiasta delle tue attenzioni.

Ansioso mentre aspetti? Reindirizza la tua attenzione lontano dal giardino. Parla con il tuo falegname per riparare il tuo mazzo o discuti dei tuoi grandi piani di ristrutturazione per la primavera. Prima che tu lo sappia, il tempo si riscalderà e il tuo giardino tornerà in pista.

Katie Marks originariamente ha scritto questa storia per Networx.com. È ristampato con il permesso qui.

Storie correlate sul sito:

  • Suggerimenti per il giardinaggio invernale
  • Come sostenere la fauna selvatica del cortile questo inverno
  • Saluti da "Chiberia": 11 scatti surreali della riva ghiacciata della Città del Vento

Articoli Correlati