Come suona la musica umana più antica del mondo?

Se ami la lingua inglese, potresti sapere che ci vuole un po 'di sforzo per capire le versioni precedenti della lingua. Molte parole hanno completamente cambiato le definizioni. Dai un'occhiata al podcast della Lexicon Valley che approfondisce il significato originale di "triste" - che ha attraversato molte più sfumature di significato di quanto potresti aspettarti per una semplice parola di tre lettere. Altre lingue sono cambiate più o meno dell'inglese, ma accedere a qualcosa di più di 200 anni richiede sforzi e una sorta di traduzione.

Ma c'è una lingua che non è così complicata: la musica. Sì, gli strumenti potrebbero essere stati diversi in passato, ma, sostengono alcuni musicologi, la musica è senza tempo. Le strutture di canzoni che conosciamo ora sono abbastanza vicine alla prima musica scritta che può ancora essere suonata oggi, e ascoltarle non richiede molte spiegazioni.

"La musica di varie culture, presa in un lungo periodo evolutivo, emerge modelli (nonostante altre differenze) come l'uso universale di ottave, 4 ° e 5 ° e le somiglianze alla base delle varie scale musicali tra le culture", ha scritto Richard Fink in Archeologia Musicalis.

Su quella nota (scusate!), Diamo un'occhiata a quella che è probabilmente la "canzone più antica del mondo" - almeno secondo le dichiarazioni di Youtube - supportata dalla ricerca. Viene dall'antica città di Ugarit (ora chiamata Ras Shamra), che si trova nell'attuale Siria settentrionale. Le notazioni musicali sono state stampate su tavolette e si stima che risalgano al 1400 a.C., rendendole intorno ai 3.400 anni.

Ecco la stessa canzone (nota come Hurrian Hymn n. 6) eseguita con una lira solista e uno stile più interpretativo di Michael Levy. Qualsiasi brano musicale può suonare in modo diverso a seconda di chi lo esegue e dello strumento che usano.

Che cosa è successo agli inni n. 1-5, chiedi? Secondo la descrizione del video, "Sebbene all'Ugarit siano stati scoperti circa 29 testi musicali, solo questo testo (testo H6) si trovava in uno stato di conservazione sufficiente per consentire la moderna ricostruzione musicale accademica".

È interessante notare che l'antica musica da matrimonio ebraica dall'impero babilonese nel 564 a.C. è abbastanza simile, o forse suona proprio così alle orecchie moderne? Qui è riprodotto su una replica di una lira vecchia di 3000 anni.

E poi c'è l'epitaffio Seikilos (un'antica melodia greca completa di testi) che è stato trovato in una tomba in Turchia. Si stima che abbia circa 2.100 anni.

//www.youtube.com/watch?v=xERitvFYpAk

Ti chiedi come potrebbe sembrare questo nell'era moderna? I VlogBrothers lo prendono a pugni nell'interpretazione sotto. (Vai all'1: 30).

Naturalmente, la musica veniva suonata, cantata e creata in molti altri luoghi nel mondo 2000-3000 anni fa. Ma da ciò che gli archeologi hanno trovato finora, queste sono le uniche prove sopravvissute di note, melodie e testi reali, poiché le culture che li hanno prodotti li hanno registrati - e sono sopravvissuti. Basti pensare a tutte le altre canzoni che si perdono per sempre.

Articoli Correlati