Come tenere un diario della natura

Ogni esploratore, scienziato e naturalista porta un quaderno per annotare osservazioni, disegnare schizzi di specie che ha incontrato, delineare mappe per le aree esplorate di recente o prendere appunti sui cambiamenti stagionali. E per decenni, gli esperti hanno spinto il journaling come strumento per connettersi a pensieri, emozioni e idee. Un diario della natura combina le percezioni dettagliate dello scienziato con le riflessioni interiori del filosofo.

Un diario della natura è un modo per acquisire una migliore padronanza delle tue capacità di osservazione, lasciando allo stesso tempo spazio per esplorare l'eccitazione, la meraviglia e la curiosità di ciò che stai vedendo. Attraverso le sue pagine, è possibile conoscere la natura sia che si sia assistiti nel proprio cortile, un sentiero o un trekking di fondo.

Per gli studenti, la semplice pratica potrebbe fornire le basi per accrescere la loro mentalità ambientalista.

Karen Matsumoto, consulente in risorse naturali ed ex naturalista del National Park Service, scrive:

È difficile per una persona interessarsi profondamente di tutto ciò che non ha vissuto o di cui non sa molto. Non è realistico aspettarsi che i nostri figli si preoccupino dei loro quartieri, e tanto meno della terra, se non abbiamo insegnato loro a vederlo e a sentire cosa significhi per loro. Registrare osservazioni e sentimenti in un diario di campo può essere un modo potente per gli studenti di conoscere la loro comunità naturale e la geografia del loro ambiente di casa, in modo che possano sviluppare quel senso di impegno premuroso.

Insegnanti e genitori possono usare il journaling della natura per aiutare i bambini a connettersi con la natura selvaggia che li circonda, trovando interessanti specie di piante e animali anche negli ambienti più urbani. I bambini imparano a conoscere la fauna selvatica che li circonda e acquisiscono abilità nel prendere appunti e notare dettagli come colori o comportamenti.

Ma non è solo per i bambini. Il journaling sulla natura raggiunge una serie di obiettivi anche per gli adulti, dandoci un mezzo per focalizzare la nostra attenzione, coinvolgere i nostri sensi, incoraggiare la curiosità e vedere davvero il deserto che ci circonda in qualsiasi momento.

Puoi scrivere un diario durante una gita in campeggio o anche semplicemente seduto nel tuo cortile. (Foto: Joel Carillet / iStockPhoto)

John Muir Laws, autore di "The Laws Guide to Nature Drawing and Journaling", afferma: "Disegno e lavoro nel mio diario della natura per tre motivi: vedere, ricordare e stimolare la curiosità. Queste abilità saranno rafforzate per te, anche ogni volta che ti siedi al diario e non devi essere bravo a disegnare. Il vantaggio del journaling non si limita a ciò che produci nella pagina; si trova piuttosto nella tua esperienza e nel modo in cui pensi lungo la strada."

Come dovrebbe essere un diario della natura?

La bellezza di un diario della natura è che dipende interamente dall'autore come appare e cosa è incluso.

Puoi rendere il tuo diario una descrizione dettagliata di una nuova pianta o specie animale che hai incontrato, completa di disegni e note su comportamenti o note con un angolo scientifico o esplorativo. Oppure può essere un posto dove scrivere i tuoi pensieri su ciò che vedi, senti e annusi durante un'escursione. Può essere un diario specifico per un'area che visiti frequentemente o uno con cui continui a connetterti e a ricordare meglio un nuovo posto. È possibile aggiungere schizzi, disegni colorati, acquerelli, fotografie, misure di tracce di animali o frammenti da guide sul campo.

Non ci sono linee guida stabilite, quindi sii dettagliato e creativo come preferisci. L'obiettivo più grande è che sei in grado di osservare e connetterti con più attenzione al selvaggio fuori. Ecco un video che illustra in dettaglio un esempio di ciò che un diario della natura potrebbe includere:

Quindi cosa ti serve per iniziare sul tuo diario della natura? Ecco cinque passaggi di base che ti porteranno sulla tua strada.

1. Decidi di cosa vuoi pubblicare un diario

Vuoi tenere appunti sulle tue esplorazioni durante ogni escursione o viaggio in campeggio? O vuoi pubblicare un diario solo su un determinato luogo (come la tua riserva naturale preferita o anche il tuo cortile) o su una determinata specie che vedi regolarmente? Vuoi pubblicare un diario su osservazioni approfondite come scienziato cittadino o vuoi pubblicare un diario sui pensieri sulla natura quando l'ispirazione colpisce?

Rispondere a questo tipo di domande ti aiuterà a capire quale diario comprare e quali risorse di diario leggere.

Ad esempio, se stai inserendo un diario per saperne di più sulle specie locali, potresti voler portare con te un diario a righe o griglia e guide sul campo. Oppure, se stai inserendo un diario sulla flora e la fauna che ti circondano, considera di disegnare o dipingere ciò che vedi e di mettere in valigia un robusto quaderno di schizzi e una serie di materiali artistici.

2. Raccogli i materiali di cui avrai bisogno

Ciò include un quaderno resistente (con pagine a righe o vuote), una penna o una matita per prendere appunti, forniture per disegnare (matite colorate o di schizzo), forse un set di acquerelli, libri sul campo e una piccola macchina fotografica per fotografare le piante e gli animali che voglio ricordare e disegnare in seguito. Che cosa includere esattamente nel tuo kit di journaling della natura può essere affinato mentre capisci le tue esigenze.

Un diario della natura può assumere qualsiasi forma tu voglia, ma alla fine ti collegherà allo stato selvatico proprio fuori dalla tua porta. (Foto: Jaymi Heimbuch)

3. Fai un elenco di domande da porre

La prima pagina del tuo diario può contenere un elenco di domande da porre in modo da ricordarti di guardare i dettagli. Includi promemoria sulle basi come posizione, data, ora, descrizione dell'habitat e tempo. Quindi elencare domande come:

  • Quali tipi di animali vedo qui?
  • Cosa potrebbero mangiare questi animali? Dove potrebbero essere nidificare, scavare o riposare?
  • Qual è il tipo di vegetazione dominante?
  • In che modo il tempo o il tempo potrebbero influire sull'aspetto della vegetazione?
  • Mentre disegno una specie di pianta o animale, quali dettagli noto su colore, dimensioni, fase della vita o specie vicine?
  • Ci sono segni di altre specie, come escrementi, tracce, erba appiattita o buchi o resti di un pasto?
  • Come mi sento dove sono e cosa vedo?

Questi e altri suggerimenti ti aiuteranno a essere più dettagliato sul campo e presto noterai più cose e farai domande più approfondite. Prenditi il ​​tempo di scrivere il più possibile mentre sei nel campo in modo da poter compilare le informazioni in base all'osservazione piuttosto che alla memoria. E nota tutte le domande che devi cercare nei libri o online quando torni a casa.

4. Disegna quanto scrivi

Il disegno è una parte fondamentale del journaling della natura. Disegnare e colorare le specie che stai osservando può aiutarti a notare più dettagli o porre più domande di quanto potresti altrimenti. Se lo desideri, puoi scattare foto per riferimento futuro. Anche se pensi di non essere un grande artista, purché i tuoi schizzi ti aiutino a esplorare il tuo soggetto e ti ricordino i dettagli chiave in seguito, è tutto ciò che conta davvero. Ti aiutano a creare una registrazione di ciò che hai visto e possono essere istruttivi e importanti indipendentemente dal fatto che siano pronti per la galleria d'arte.

5. Cerca informazioni quando torni a casa

Un'ultima cosa da ricordare sul journaling: non tutto deve accadere sul campo. Prendi appunti e fai domande, poi torna a casa per cercare risposte o informazioni aggiuntive. Quando compili l'ultima pagina del tuo diario, avrai uno straordinario record in prima persona non solo di ciò a cui hai assistito, ma anche di ciò che hai imparato lungo la strada.

Articoli Correlati