Come utilizzare la mappa delle zone di impianto dell'USDA

La notizia ufficiale che il 2012 è stato l'anno più caldo mai registrato negli Stati Uniti contigui probabilmente non è stata una sorpresa per molti degli 80 milioni di giardinieri americani che si rivolgono alla mappa della zona di rusticità delle piante dell'USDA per informazioni meteorologiche.

Il National Climatic Data Center ha pubblicato i dati relativi alla temperatura proprio mentre il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti stava per celebrare il primo anniversario il 25 gennaio della sua ultima Mappa della Zona Vegetale. La mappa del 2012 - che ha 13 zone Fahrenheit a 10 gradi suddivise in “A” e 13 zone “B” contrassegnate da cambiamenti di 5 gradi - mostra che le zone di resistenza in molti luoghi del paese sono generalmente 5 gradi più calde di quanto non fossero nella precedente mappa della zona USDA, che è stata rilasciata nel 1990.

Ma per coloro che pensano che i cambiamenti nella nuova mappa dell'USDA siano la prova del riscaldamento globale, Kim Kaplan, uno specialista in affari pubblici del Servizio di ricerca agricola dell'USDA a Beltsville, Md., Ha alcune parole di cautela: non confondere il clima con il clima .

"Le persone guardano la nuova mappa e vogliono parlare del clima", ha detto Kaplan, che faceva parte del team che ha creato la mappa delle zone di rusticità 2012. "Per cominciare, la mappa della zona di robustezza della pianta è solo circa la media delle temperature più basse", ha sottolineato. "Il clima riguarda le alte e le basse temperature in un luogo".

"Inoltre", ha aggiunto, "la maggior parte delle piante da giardino non ha clima. Sperimentano il tempo. Gli alberi sono le uniche piante che sperimentano il clima perché sono alcune delle uniche piante che vivono per un periodo di tempo abbastanza lungo per farlo. "

Il suo consiglio è di usare la mappa per lo scopo che doveva servire - come guida per determinare quali piante puoi coltivare nel tuo giardino in base alla media delle temperature invernali più basse nella tua zona. La mappa USDA del 2012 lo fa eccezionalmente bene.

Ci sono tre differenze principali tra il modo in cui è stata fatta la mappa precedente e il modo in cui Kaplan e il resto del team hanno creato quello che Catherine Woteki, sottosegretario per la ricerca, l'istruzione e l'economia, ha chiamato "La mappa delle zone di rusticità dell'impianto più sofisticata mai per gli Stati Uniti “. Lasciami spiegare queste differenze.

  1. Dati meteorologici. I dati di temperatura utilizzati per la mappa del 2012 risalgono a un periodo di tempo più lungo e più recente rispetto ai dati utilizzati per compilare la mappa del 1990. La mappa del 2012 si basa sul periodo di 30 anni 1976-2005 rispetto al periodo di 13 anni 1974-1986 utilizzato per la mappa del 1990.
  2. Metodologia. Le zone per la mappa del 2012 sono state derivate con un sofisticato algoritmo che ha notevolmente aggiunto l'accuratezza e i dettagli della mappa del 2012, in particolare nelle regioni montuose degli Stati Uniti occidentali. Per la prima volta, gli algoritmi hanno considerato fattori quali i cambiamenti nella pendenza del terreno, il vento e la vicinanza a corpi idrici, nonché i dati provenienti da più stazioni rispetto a quelli inclusi nella mappa del 1990. In alcuni casi, la metodologia ha portato a zone più fredde, piuttosto che più calde.
  3. Scala. La mappa del 1990 era una mappa poster quadrata di quattro piedi. A causa degli sviluppi della tecnologia informatica dal 1990, la mappa del 2012 potrebbe essere creata come una mappa in stile "Google Earth" in un sistema di informazioni geografiche (GIS), formato interattivo basato che consente agli utenti di fare clic fino a un quarto di miglio di scala. Include anche una funzione "trova la tua zona per codice postale" per la prima volta. Questa funzione consente ai giardinieri di fare clic sul pulsante interattivo nel menu della mappa nella parte superiore della home page, inserire un codice postale di 5 cifre, passare con il mouse sulla mappa regionale che viene visualizzata, fare clic sull'area in cui vivono e azzerare il tempo dati entro un quarto di miglio che include il loro giardino. Apparirà una finestra con la loro designazione di zona, la temperatura media più fredda esatta per il loro codice postale, l'intervallo medio più freddo per il codice postale e la latitudine e la longitudine.
"Non avremmo potuto creare questa mappa e visualizzarla su Internet nemmeno 10 anni fa", ha detto Kaplan. La tecnologia e l'accesso alla banda larga semplicemente non erano ampiamente disponibili allora, ha detto.

Kaplan ha insistito durante la pianificazione delle riunioni per la mappa che i visitatori del sito potevano anche visualizzare e scaricare mappe come jpeg statici. Questo perché, ha affermato, il 50 percento del paese non ha ancora accesso alla banda larga e, pertanto, non sarebbe in grado di navigare facilmente sulla mappa interattiva. "Ciò consente alle persone di vedere la propria area anche se non hanno accesso alla banda larga", ha detto Kaplan.

Anche con la mappa interattiva, Kaplan afferma che i giardinieri, gli scienziati e altri che usano la mappa dovrebbero usarla come "una linea guida piuttosto che pensare alle informazioni che fornisce come regola.

"Devi pensare al tuo cortile particolare", ha detto Kaplan. “Sei l'unico che conosce il tuo giardino. Nessun altro può conoscerlo meglio. "

Come esempio di quella regola d'oro, Kaplan ha sottolineato che un giardiniere che conosce il suo cortile saprà dove si trovano prima le pozze d'acqua o il primo gelo. Conoscere altri microclimi del giardino come i frangivento o il punto caldo di fronte al muro esposto a sud può aiutare i giardinieri a infrangere le "regole" sulla loro zona di resistenza e far crescere una pianta che presumibilmente non crescerà bene in quella zona.

Kaplan ha detto che la sua scheda di utenti della mappa del 2012 mostra che il sito ha registrato 2, 5 milioni di visitatori singoli e 17, 2 milioni di accessi alla pagina da quando la mappa attuale è stata rilasciata il 25 gennaio 2012. La risposta nei primi tre mesi dopo che la mappa è andata dal vivo è stata enorme, ha detto, aggiungendo che il tasso di visite al sito è stato costante.

Quando verrà rilasciata la prossima mappa e quali nuove funzioni potrebbe portare ai giardinieri americani? "Non sono state prese decisioni in merito", ha detto Kaplan. “Non c'è mai stato un programma per produrre la mappa. C'era una mappa nel 1960, una revisione nel 1966, un'altra nel 1990 e quella dell'anno scorso. I registri delle mappe prima del 1960 sono sfocati. La produzione della mappa non rientra nella normale descrizione del lavoro di nessuno. "

E per quanto riguarda gli aggiornamenti sulla funzionalità, chi lo sa? Forse la prossima mappa sarà così sofisticata che potrai usarla per dire quando i tuoi pomodori hanno raggiunto la maturità ottimale per la raccolta!

Storie di giardinaggio correlate sul sito:

  • Perché non dovresti piantare bambù nel tuo cortile
  • Verdure facili da coltivare
  • È la stagione del catalogo dei semi: esplora, ma non comprare troppo
  • Zone di giardinaggio: quale zona sono?

Articoli Correlati