Computer e ambiente

Quando si tratta di computer e ambiente, le preoccupazioni principali derivano dalle conseguenze della creazione e dello smaltimento della macchina.

Queste macchine indispensabili hanno creato un mondo digitale di informazioni e applicazioni con un clic di un pulsante, rivoluzionando il modo in cui individui, società e imprese lavorano, comunicano e prosperano. Integrali praticamente in ogni possibile attività umana, i vantaggi dei computer sono molteplici: dalla creazione di grafiche fantasiose alla memorizzazione di quantità inimmaginabili di dati, questi strumenti a cavallo facilitano una maggiore produttività in aziende, uffici governativi e famiglie. Non c'è da stupirsi che uno sguardo serio sulle loro implicazioni negative sia su di noi, poiché diventano sempre più onnipresenti.

Inventati per la prima volta negli anni '40, i computer elettronici hanno mantenuto un lento ritmo di progressione nella tecnologia e nella produzione fino agli anni '80. Quindi, con lo sviluppo di IBM Personal Computer (PC) e dei loro cloni, le vendite di computer sono aumentate notevolmente.

Le vendite di 300.000 computer desktop negli Stati Uniti nel 1980 aumentarono del 500 percento l'anno successivo e raddoppiarono di nuovo un anno dopo. Nonostante il crollo dell'high-tech della fine degli anni '90, le vendite di computer sono cresciute del 10% circa all'anno e più di 130 milioni di computer sono stati venduti ogni anno in tutto il mondo. Alla fine del 2002, un miliardo di PC era stato venduto in tutto il mondo.

Questo aumento, unito alla tecnologia in evoluzione, ha portato all'obsolescenza e ha creato grandi quantità di rifiuti elettronici.

Mentre i computer obsoleti sono una fonte preziosa per le materie prime secondarie, possono anche essere una fonte di tossine e agenti cancerogeni, se non trattati in modo appropriato.

I metalli contenuti nei PC includono comunemente alluminio, antimonio, arsenico , bario, berillio, cadmio, cromo, cobalto, rame, gallio, oro, ferro, piombo, manganese , mercurio, palladio, platino, selenio, argento e zinco. Otto di questi metalli (indicati in corsivo) sono elencati come pericolosi dal Resource Conservation and Recovery Act (RCRA), una delle leggi federali che controllano lo smaltimento dei rifiuti negli Stati Uniti.

Un computer desktop medio da 24 chilogrammi richiede almeno 10 volte il suo peso in combustibili fossili e prodotti chimici - molto più ad alta intensità di materiali rispetto a un'automobile o un frigorifero, che richiedono 1-2 volte il loro peso in combustibili fossili.

I materiali, così come i processi di produzione ad alta intensità energetica, una maggiore adozione dei PC in tutto il mondo e la velocità con cui vengono scartati per le macchine più nuove, si sommano a montagne di rifiuti elettronici e contributi sempre più gravi all'esaurimento delle risorse, all'inquinamento ambientale e ai cambiamenti climatici globali .

Uno studio dell'Università delle Nazioni Unite (UNU) esamina gli impatti ambientali associati ai processi di produzione informatica. Si ritiene che i principali impatti associati siano:

  • Consumo significativo di energia nella produzione e nel funzionamento dei computer.
  • Possibili effetti a lungo termine sulla salute dei lavoratori, delle famiglie e delle comunità vicine a causa dell'esposizione chimica e delle emissioni.
  • Possibili impatti sulla salute dovuti all'esposizione a materiali pericolosi. (Il rischio principale di esposizione è probabilmente dovuto a computer che sono stati scaricati in discarica o a processi di riciclaggio non sicuri per l'ambiente nei paesi in via di sviluppo).
I componenti del computer possono essere recuperati attraverso il riciclaggio e riutilizzati. Il riciclaggio elimina inoltre la necessità di ottenere questi elementi dalla natura, riducendo l'impatto della produzione di computer sull'ambiente.

Eliminando i rifiuti elettronici, l'ambiente è protetto, le risorse sono risparmiate, le organizzazioni hanno beneficiato e la qualità dell'ambiente è migliorata in modo significativo.

Riciclaggio dei consumatori: le opzioni includono la donazione di computer direttamente a enti di beneficenza che possono offrire vantaggi fiscali, la restituzione dei dispositivi ai produttori originali o la consegna a un comodo agente di riciclaggio o ristrutturazione.

Alcuni produttori offrono anche un servizio di sostituzione gratuito al momento dell'acquisto di un nuovo PC e acquistano o riciclano tutte le marche di laptop e notebook funzionanti e guasti.

La maggior parte di queste aziende sono anche riciclatori di rifiuti elettronici generalizzati. Importanti aste online, come eBay, sono un'altra alternativa per i consumatori disposti a rivendere i propri PC attraverso un canale sicuro, autogestito e competitivo. I programmi di leasing informatico offrono anche il potenziale per aumentare le percentuali di riciclaggio e riutilizzo.

Riciclaggio aziendale: le aziende che cercano un modo economico per riciclare grandi quantità di apparecchiature informatiche devono affrontare un processo più complicato. Sebbene abbiano la possibilità di contattare i produttori per il riciclaggio, nei casi in cui le apparecchiature informatiche provengano da una varietà di produttori, può essere più efficiente assumere un appaltatore di terze parti per eseguire le disposizioni sul riciclaggio.

Molte aziende offrono molteplici servizi: raccolgono apparecchiature indesiderate dalle aziende, cancellano i dati dal sistema e forniscono una stima del valore rimanente del prodotto.

Per preziosi oggetti indesiderati, alcuni appaltatori finiscono per acquistare l'hardware in eccesso e vendere prodotti ricondizionati a prezzi convenienti. Secondo RCRA, le aziende sono responsabili del rispetto delle normative anche se il processo di riciclaggio è esternalizzato. Tali rischi possono essere mitigati acquisendo rinunce di responsabilità, certificati di distruzione dei dati, accordi di riservatezza firmati e audit casuali di sicurezza delle informazioni.

La buona notizia è che il riciclo dei computer in tutte le forme sembra essere in ripresa. Sempre più, i nostri computer di oggi conterranno materiali raccolti da materiali riciclati.

Sarà una buona cosa per l'ambiente.

Riferimenti:

• Earth911.com su computer e ambiente

• Wikipedia: ricylcing del computer

• Wikipedia: computer e ambiente

• Università delle Nazioni Unite

• EOEarth.org sul riciclaggio dei computer

Hai più pensieri sui computer e sull'ambiente? Lasciateli nei commenti qui sotto.

Articoli Correlati