Con queste mappe, puoi tracciare gli uccelli migratori in tempo quasi reale

Se sei un osservatore di uccelli, c'è un modo interattivo per goderti il ​​tuo hobby grazie al Cornell Lab of Ornithology.

Gli scienziati di Cornell hanno creato uno strumento sul loro sito Web BirdCast (con ricerche finanziate da NSF, Leon Levy Foundation, Rose Postdoctoral Fellowship e Marshall Aid Commission) che mostra in tempo quasi reale il volume e la direzione degli uccelli migratori che viaggiano in tutto il paese. Le mappe delle previsioni di migrazione ti terranno informato su cosa aspettarti nei giorni (e nelle notti) a venire.

BirdCast è in circolazione dal 2012, ma prima di quest'anno ha fatto affidamento sui contributi umani per prevedere e valutare la migrazione degli uccelli. "Abbiamo sempre voluto rimuovere l'elemento umano da queste previsioni, con la speranza di poter implementare un sistema automatizzato guidato da dati nuovi e storici", ha affermato Kyle Horton, ricercatore post-dottorato presso il Lab of Ornithology di Ithaca, New York.

Gli strumenti si basano sulla rete radar con sede negli Stati Uniti, NEXRAD, per misurare l'attività di volo degli uccelli migratori. Usando algoritmi specializzati, gli scienziati traducono le informazioni radar in mappe intuitive che indicano il numero di uccelli nello spazio aereo. La grande mappa delle previsioni colorata e le tre mappe delle previsioni più piccole mostrano l'intensità prevista della migrazione notturna tre ore dopo il tramonto locale. Le mappe vengono aggiornate ogni sei ore. La mappa di migrazione in tempo reale nella verticale destra mostra la direzione di molte migliaia, se non milioni, di migranti in tempo quasi reale.

Come usare le mappe

Le previsioni sulla migrazione della Cornell University mostrano la migrazione notturna prevista tre ore dopo il tramonto locale e vengono aggiornate ogni sei ore. (Foto: Birdcast Project)

"Il cuore della comprensione del sito è l'associazione della mappa dal vivo con le mappe delle previsioni", ha affermato Horton. Non è realistico nemmeno per gli osservatori di uccelli più seri essere fuori a guardare gli uccelli tutto il tempo, e poiché i migranti possono essere lì un giorno e andare il giorno successivo, l'uso delle mappe insieme può aiutare le persone a pianificare quando stabilire le priorità e massimizzare le loro opportunità di birdwatching.

"Se riesci a vedere una previsione che mostra che tre giorni fuori dovrebbe essere un'ottima condizione per gli uccelli migratori in arrivo, puoi programmare intorno a quello", ha detto Horton. "Se, ad esempio, sai che giovedì sta per essere una grande notte per la migrazione, potresti convalidare questo sabato sera guardando la mappa della migrazione in tempo reale. Se le cose si stanno sviluppando come previsto, è probabile che sia un'ottima è il momento di osservare alcuni di questi uccelli mentre atterrano nella zona circostante. " C'è anche una guida online su come utilizzare gli strumenti di previsione della migrazione.

Gli osservatori di uccelli seri e casuali allo stesso modo possono fare un passo avanti le loro osservazioni e assumere il ruolo di cittadini scienziati.

"Dal lato ornitologico delle cose, non sappiamo dal radar le specie che volano in una determinata notte", ha detto Horton. "Pertanto, incoraggiamo tutti a presentare le proprie osservazioni a eBird, un archivio online per osservazioni di birdwatching gestito dal Cornell Lab of Ornithology. Ogni anno migliaia di osservatori inviano milioni di osservazioni da tutto il mondo. Questo enorme volume di dati è stato utilizzato e continua ad essere utilizzato per la grande scienza della conservazione. Speriamo che le nostre previsioni e gli aggiornamenti in tempo reale possano servire da ulteriore motivazione per uscire e raccogliere più dati. "

La maggior parte degli uccelli migra di notte

Il tanager scarlatto tende a trascorrere l'inverno nella foresta pluviale tropicale vicino alle Ande. (Foto: Kyle Horton)

Qualcosa che potrebbe sorprendere gli osservatori di uccelli casuali è che il sito BirdCast misura e prevede la migrazione di notte. "Probabilmente non è risaputo che uno straordinario volume e una varietà di uccelli si muovono di notte", ha detto Horton.

Ci sono alcune semplici ragioni per questo. Gli uccelli rapaci - ad esempio falchi dalla coda rossa, falchi pescatori, falchi pellegrini - migrano durante il giorno in cui questi uccelli dalle grandi ali possono cavalcare colonne termiche.

"Mentre il sole inizia a sorgere, la superficie della Terra inizia a riscaldarsi e provoca un aumento di aria nell'atmosfera", ha spiegato Horton. "I rapaci possono localizzare queste sacche di aria che sale e migrare in modo efficiente su quelle. Ma molti degli uccelli di corporatura più piccola non riescono davvero ad applicare quella strategia. Quindi, si muovono di notte quando fa molto più fresco e il vento è più calmo. sono centinaia di specie che si muovono sotto la copertura dell'oscurità. Questi includono i warblers, i passeri, i tordi, i tanager, i grosbeaks, i pigliamosche e i vireos ".

L'attività migratoria raggiunge il picco nelle latitudini meridionali durante la primavera. La regione del Golfo del Messico in genere raggiunge il picco intorno alla terza settimana di aprile. Andando verso nord, è probabile che si verifichino picchi migratori in stati come New York e Michigan intorno alla prima e alla seconda settimana di maggio. Le persone in alcune parti del paese, come gli stati delle Montagne Rocciose, non vedranno mai la forte concentrazione di migranti come fanno le persone negli stati delle rotte centrali e orientali. Ma, ha sottolineato Horton, per gli osservatori di uccelli in queste aree meno percorse, la migrazione è relativa. Sta accadendo in queste aree, ma non alla stessa intensità di in altri luoghi.

Le persone che vivono lungo il percorso degli uccelli migratori, come questo mughetto, possono aiutarli utilizzando piante che producono frutti in autunno. (Foto: Bachkova Natalia / Shutterstock)

Quindi, da inizio a metà agosto, la migrazione dell'autunno canoro ricomincerà a salire. A metà settembre, Horton ha detto che gli osservatori di uccelli possono iniziare a cercare grandi ondate di uccelli per iniziare a passare attraverso le loro aree con quel picco che continua fino a circa metà ottobre.

Questa migrazione in senso orario, chiamata migrazione ad anello, è guidata in gran parte dai modelli di vento in Nord America e nell'emisfero occidentale. Poiché gli uccelli si saranno riprodotti durante l'estate, ci saranno più migranti nel viaggio autunnale rispetto alla migrazione primaverile. Attraverseranno anche lunghi tratti urbanizzati in cui l'inquinamento luminoso sarà molto peggio che nelle Grandi Pianure della Central Flyway. Gli stormi saranno anche più suscettibili al disorientamento della luce artificiale perché ci saranno così tanti giovani uccelli che non hanno esperienza nella migrazione.

"L'impatto della luce su di essi potrebbe essere molto più elevato perché è uno stimolo così nuovo e può causare una sorta di maggiore disorientamento", ha detto Horton.

Qual è il momento migliore della giornata per osservare gli uccelli migratori?

L'aiole di Baltimora è un uccello riproduttore migratore noto per le sue canzoni sibilanti. (Foto: Kyle Horton)

Sapere in anticipo in quali giorni arriveranno gli uccelli è metà della battaglia, ma ciò porta a una nuova domanda: qual è il momento migliore della giornata per osservarli?

Ciò può variare a seconda di dove ti trovi nel paese, ma, in generale, Horton ha detto che il punto debole è le prime due ore dopo il sorgere del sole. "È un momento fenomenale per vedere questi uccelli", ha detto. "Molti di loro saranno abbastanza attivi perché hanno volato tutta la notte e stanno cercando di costruire i loro depositi di grasso. Quindi, sono attivamente alla ricerca di cibo e molto spesso cantano. È un momento emozionante per uscire e ascoltare la diversità delle canzoni degli uccelli ".

Ma, ha aggiunto Horton, se non puoi uscire così presto, non scoraggiarti. I migranti resteranno generalmente in giro per la giornata. Quindi, man mano che le condizioni si adattano alla fine della giornata, decolleranno di nuovo per continuare il viaggio. E non disperare se ti manca del tutto un gruppo di arrivi. Nuove ondate si muoveranno ogni mattina.

Usi pratici per i dati

Le mappe di analisi in tempo reale mostrano l'intensità dell'effettiva migrazione degli uccelli rilevata dalla rete radar di sorveglianza meteorologica degli Stati Uniti. (Foto: Birdcast Project)

Gli scienziati di Cornell alla fine sperano che questi dati vengano utilizzati per ridurre la mortalità degli uccelli durante le alte stagioni migratorie. Horton spera che i dati aiuteranno i ricercatori a parlare con comuni, produttori di energia e proprietari di case riguardo, tra l'altro, al disorientamento causato dall'inquinamento luminoso notturno, alle collisioni con strutture come edifici e turbine eoliche e alla predazione dei gatti. "Non abbiamo mai avuto questi dati disponibili prima, quindi tutto è abbastanza nuovo a questo punto, e siamo nell'infanzia di avere questa conversazione", ha detto Horton.

Un punto chiave per iniziare questa conversazione è la Flyway centrale del Texas e dell'Oklahoma attraverso il Kansas, che è una flyway importante per gli uccelli migratori con letteralmente miliardi di loro che arrivano durante la migrazione primaverile. Dopo il loro viaggio di 500 miglia da luoghi come la penisola dello Yucatan attraverso il Golfo del Messico, gli uccelli devono prima affrontare il disorientamento che può essere causato dall'inquinamento luminoso in città fortemente popolate come Houston, San Antonio, Austin e Dallas.

"Abbiamo trasmesso l'arrivo di previsioni sulla migrazione e mappe di migrazione in diretta sui social media. È molto incoraggiante che organizzazioni come Houston Audubon stiano vedendo l'utilità di conservazione dei dati, notificando ai follower che i migranti stanno arrivando e di spegnere le luci esterne quando possibile ", Ha detto Horton.

Un altro obiettivo è collegare gli sforzi per ridurre l'inquinamento luminoso con altre azioni di conservazione come tentare di mitigare la mortalità degli uccelli da collisioni con turbine eoliche. Non appena le ondate di uccelli si sono fatte strada attraverso le città nel loro cammino verso nord verso i loro allevamenti, hanno incontrato questi enormi generatori di energia pulita - e questo può essere fatale per gli uccelli.

"Non ci aspetteremmo che qualsiasi impianto eolico spenga le turbine per tutta la migrazione primaverile o autunnale", ha affermato Horton. L'obiettivo, piuttosto, è quello di fornire dati che identificano i giorni e i tempi in cui grandi volumi di migranti si sposteranno. Quindi, gli scienziati possono allertare le strutture energetiche e chiedere loro di spegnere le loro turbine eoliche in quei periodi.

Le turbine eoliche, ha sottolineato Horton, non sono il principale fattore di mortalità per gli uccelli migratori. In realtà, sono tutt'altro. Questioni più urgenti includono il cambiamento dell'habitat, il degrado e la perdita e la predazione del gatto, che Horton ha affermato che è un grosso problema per gli uccelli migratori.

Le cifre annuali di mortalità stimate per gli uccelli sono sbalorditive. Secondo i dati forniti da Scott R. Loss, assistente professore di Ecologia e gestione del cambiamento globale presso il Dipartimento di ecologia e gestione delle risorse naturali presso la Oklahoma State University, le stime medie annuali (la media delle stime alte e basse) per le morti di uccelli da vari le cause negli Stati Uniti sono: gatti, 2, 4 miliardi; costruzione di finestre (residenziali e non residenziali), 599 milioni; automobili, 199, 6 milioni; collisioni su linee elettriche, 22, 8 milioni; torri di comunicazione, 6, 6 milioni; elettrocuzioni su linea elettrica, 5, 6 milioni; e turbine eoliche, 234.000. La stima più bassa per i decessi accidentali di uccelli è superiore a un miliardo e la stima superiore è di circa 5 miliardi, secondo le stime sulla perdita fornita.

Puoi fare la tua parte per aiutarli monitorando i loro arrivi su BirdCast, spegnendo le luci esterne, immagazzinando le mangiatoie e tenendo i gatti in casa.

Nota del redattore: questo articolo è stato aggiornato da quando è stato pubblicato originariamente nell'aprile 2018.

Articoli Correlati