Cos'è la land art?

Probabilmente riconosci la land art, anche se non sai esattamente di cosa si tratta. Potresti averne creato anche te stesso, se hai disegnato intricati disegni su una spiaggia o sistemato pietre in uno schema vicino a un letto del torrente. La land art è ciò che è realizzato con materiali naturali, costruiti o creati in un ambiente esterno e che fa una sorta di commento o osservazione sull'ambiente.

Tale accessibilità fa parte del fondamento della land art - a volte chiamato terrapieni o arte della terra. È cresciuto e condivide un terreno comune con i movimenti artistici del concettualismo e del minimalismo, ma alcuni pensano che la land art sia probabilmente la più antica forma creativa. Monumenti come Stonehenge, le piramidi messicane e le Linee di Nazca potrebbero essere considerati tutti antichi lavori di terra o arte della terra.

La sua evoluzione come forma d'arte fu anche stimolata dalla reazione di alcuni artisti contro il mondo dell'arte sempre più mercificato alla fine degli anni '60. Allo stesso tempo, molti sono stati ispirati dall'attivismo intorno alle questioni ambientali e dalla nuova attenzione al rapporto umano con la terra, argomento di libri, film e musica dell'epoca. La land art ha permesso ai suoi creatori di lavorare al di fuori dei paradigmi dell'arte dominante dell'epoca commentando qualcosa di rilevanza sociale, che è fondamentalmente ciò che gli artisti hanno fatto per migliaia di anni.

Con foreste, prati e cime delle montagne come tela, l'artista svizzero Sylvain Meyer organizza meticolosamente modelli e disegni ordinati utilizzando una varietà di materiali effimeri. (Foto: Sylvain Meyer)

Effimero ed esposizione

Molte installazioni di land art sono effimere - intese a scomparire o invecchiare naturalmente nel tempo, con la prossima marea, o quando si sciolgono, si lavano o spazzano via. E anche se sono un po 'più permanenti, nessuno di loro doveva essere ospitato in un museo o acquistato o "detenuto" da un collezionista d'arte. La land art si trova necessariamente al di fuori delle mura di un museo d'arte o di altri tipi di ambienti protettivi.

"Spiral Jetty" di Robert Smithson, nella parte superiore di questo articolo, è un perfetto esempio di questa idea. Costruito nel 1970, è fatto di roccia, terra e alghe in una spirale lunga 1.500 piedi che si proietta nel Great Salt Lake nello Utah. Puoi vedere più o meno della scultura a seconda delle fluttuazioni naturali del livello dell'acqua. A volte è stato completamente coperto di acqua, mentre durante i periodi di siccità è stato completamente esposto. La sua capacità di cambiare con il mondo naturale fa parte della sua ragione di essere.

Ecco un video che mostra una raccolta di lavori in terra all'interno di Minneapolis / St. Zona metropolitana Paul:

Materiali naturali

I lavori in terra spesso usano materiali che vengono presi dal mondo naturale, di solito dal sito in cui l'arte viene creata, anche se a volte portata dentro. Pietre, acqua, ghiaia, rami di alberi caduti, foglie, piume, conchiglie e suolo sono i materiali più comunemente usati, ma potrebbero essere utilizzati anche oggetti più insoliti come ossa o teschi di animali, pellicce, ghiaccio o neve o tracce di animali.

Altri materiali, in particolare tessuti, colla, filo e spago possono essere aggiunti per tenere insieme una struttura, anche se alcuni artisti della terra credono che ciò violi i principi del movimento. Ad esempio, alcuni non considerano le installazioni tessili su larga scala di Christo nelle aree naturali come land art, dal momento che materiali speciali sono spesso utilizzati nelle loro installazioni, ma altri lo vedono come land art poiché l'artista e sua moglie mirano a attirare l'attenzione su caratteristiche ambientali.

'Sun Tunnels' di Nancy Holt è il risultato dell'interesse di Holt per le variazioni della luce solare nel deserto rispetto alle città. (Foto: Calvin Chu / Wikimedia Commons)

Site-specific

Un aspetto quasi indiscutibile della land art è che le strutture sono pensate per "vivere e morire" in un unico posto. Sono creati per un luogo specifico e spesso con un punto di vista specifico in mente come i fatti di Stan Heard fatti su un Veggie di Van Gogh, che può essere visto solo dall'alto.

A volte sono le maree intrinseche all'installazione o i livelli dell'acqua (come nel caso di "Spiral Jetty"), mentre in altri casi il vento o la luce ("Sun Tunnels") fanno parte dell'arte. E mentre un'ambientazione naturale potrebbe sembrare l'arte meno accessibile di quella che c'è in un museo d'arte, di solito questi pezzi sono liberi di visitare o semplici da raggiungere - forse aprendo la porta a coloro che non andrebbero mai in un museo d'arte.

Nancy Holt ha scritto della sua famosa installazione di land art, "Sun Tunnels": "È un'area molto desolata, ma è totalmente accessibile e può essere facilmente visitata, rendendo i Sun Tunnel più accessibili davvero che l'arte nei musei ... A lavorare come i tunnel del sole è sempre accessibile ... Alla fine, quante persone vedranno i tunnel del sole come vedrebbero molte opere in una città, comunque in un museo. "

Dopotutto, il mondo naturale è disponibile per la maggior parte di noi in qualsiasi momento, anche nelle aree urbane, rendendo la land art una delle forme d'arte più accessibili.

Ma solo se sai dove (e come) guardare.

Articoli Correlati