Cosa puoi fare per ridurre l'inquinamento da microfibra

La questione dell'inquinamento da plastica nel nostro ambiente è diventata un problema enorme e rapido. Negli ultimi decenni, il nostro uso di tutti i tipi di materie plastiche è salito alle stelle, in particolare gli articoli monouso, che sono il 40% delle materie plastiche. E in quel breve periodo, la plastica sembra essersi radicata nella nostra cultura. Lo so, anche se ci provo abbastanza, finisco comunque per usare molto più di quello che voglio. Persino peggio? Molti di noi inquinano con la plastica nonostante le nostre migliori intenzioni, semplicemente lavando i nostri vestiti.

Forse hai sentito parlare dell'inquinamento da microplastica. Ogni volta che laviamo tessuti sintetici come il poliestere, che è solo un filato di plastica, pezzi molto piccoli si rompono e scorrono lungo lo scarico nei nostri corsi d'acqua locali. No, gli impianti di trattamento dell'acqua non possono catturare tutti i pezzi. E più vecchi sono i tessuti, più fibre perdono nel lavaggio, quindi quelli di noi che conservano i nostri vestiti per decenni per risparmiare denaro e risorse, sono in realtà i più grandi trasgressori quando si tratta di spargimento di microplastica.

Indipendentemente dal tipo di poliestere, nylon o tessuto sintetico combinato che usi, questo lavaggio in microfibra in lavatrice si verifica se acquisti un pile o pantaloni da yoga realizzati con materiali vergini o realizzati con bottiglie riciclate.

Una volta che queste fibre entrano nel fiume locale e oltre, "agiscono come spugne, succhiando altri inquinanti attorno a loro", spiega il progetto Story of Stuff, che sta sensibilizzando e cercando soluzioni a questo problema. "Sono come piccole bombe tossiche piene di olio motore, pesticidi e sostanze chimiche industriali che finiscono nelle pance dei pesci e infine nelle pance di noi. È grossolano. Si è già stimato che ci siano 1, 4 milioni di miliardi di miliardi nei nostri oceani. come 200 milioni di microfibre per ogni persona sul pianeta! "

Quindi, quali sono le possibili soluzioni all'inquinamento da microplastica?

Per la maggior parte, la chiave per affrontare questo problema spetterà ai produttori tessili e alle aziende di moda che usano i loro materiali - il che è scoraggiante, considerando il tempo impiegato dalle aziende per affrontare gli abusi del lavoro e altre questioni ambientali endemiche a l'industria della moda.

Ma è questo che deve apportare il cambiamento, cercando un modo per realizzare tessuti in modo tale da non perdere piccole fibre. Dobbiamo continuare a parlare di questo problema e convincere le aziende di abbigliamento a trovare soluzioni, con alcuni avvertimenti.

Come spiega Story of Stuff, "Ci sono alcune strade che non vogliamo percorrere; per esempio, l'idea di un rivestimento chimico per prevenire il rilascio di microfibra potrebbe causare più problemi di quanti ne risolva se quei prodotti chimici sono anche dannosi per il ambiente e salute umana ". Quindi fai sapere alle aziende da cui acquisti le cose che ne pensi di questo problema; quando sei nel negozio a cercare vestiti, chiedi a un associato quale sia il loro piano e in che modo la società sta affrontando i problemi, in particolare qualsiasi azienda esterna, poiché il loro modello di business dovrebbe tener conto dell'inquinamento dei luoghi in cui indossiamo i loro vestiti .

Un altro alleato del settore potrebbero essere le aziende che producono lavatrici. Come Mary Jo DiLonardo ha riportato qui sul sito: "Sarebbe davvero bello se le aziende di lavatrici si imbarcassero e trovassero un filtro per intrappolare queste microfibre", ha detto all'Associated Caitlin Wessel, coordinatrice regionale del programma Marine Debris del NOAA Stampa.

Ma ci sono problemi con questa idea: "Il problema è che ci sono già 89 milioni di lavatrici negli Stati Uniti e non pensiamo che sia realistico installare a posteriori tutte quelle macchine. Inoltre, non sappiamo come o se questo tipo di filtraggio funzionasse. Alla fine, questo problema è di responsabilità dell'industria dell'abbigliamento, non dei produttori di lavatrici ", sottolinea The Story of Stuff.

Ma puoi anche affrontare personalmente questo problema apportando alcune semplici modifiche a ciò che acquisti e alla tua routine di lavanderia:

Lava i vestiti meno frequentemente. Molti di noi gettano i vestiti nel bucato anche quando non sono molto sporchi, per evitare di metterli via. Questo è uno spreco di risorse idriche (ed energia, se vengono asciugate nell'asciugatrice). Ma contribuisce anche all'inquinamento da microfibra ogni volta che ti lavi. Quindi se lavi meno, meno fibre si allentano. Quindi indossa quel pile alcune altre volte prima di gettarlo nel lavaggio o indossa una maglietta di cotone sotto le tue maglie o abiti di poliestere, così puoi semplicemente lavare la maglietta e non l'intero abito o la camicetta ogni volta che li indossi.

Sii intelligente su come lavare e asciugare. Quando si puliscono i vestiti, la temperatura e il detergente sono importanti. Scegli temperature più fredde nel lavaggio "Quando fai il bucato, puoi ridurre l'impatto abbassando la temperatura", dice a Phys.org Laura Diaz Sanchez, sostenitrice della ONG Plastic Soup Foundation. Dice in acqua sopra i 30 gradi C (86 gradi F), i tessuti si rompono più facilmente.

"Il detersivo liquido è migliore della polvere, che ha un effetto di lavaggio", ha aggiunto. "Inoltre, non usare un asciugacapelli."

Indossa solo fibre naturali. Scegliere solo capi in fibra naturale al 100% come lana, alpaca, cashmere, cotone, lino e seta è un modo per evitare di inviare microplastiche nell'ambiente, poiché quando questi materiali vengono lavati, le fibre che perdono sono biodegradabili. In realtà ho seguito questa strada negli ultimi anni; Non ho buttato via attivamente dei bei vestiti, ma quando è arrivato il momento di sostituire una giacca, ho preso invece un maglione di lana cotta. Trovo che le fibre naturali siano molto più comode contro la mia pelle e anche meno puzzolenti, quando si tratta di abbigliamento da allenamento, il che significa che devo lavarle di meno.

Utilizzare un dispositivo di raccolta delle fibre nella lavatrice. Ce ne sono alcuni là fuori, come il Guppyfriend, che raccoglie microfibre all'interno di una borsa. Puoi quindi raccoglierli e gettarli nella spazzatura, dove almeno non entreranno nella rete idrica. C'è anche la Cora Ball, che potrebbe essere più facile da usare, poiché raccoglie qualsiasi microfibra che si allenta in un intero carico di lavaggio. Inoltre, potresti non sapere esattamente da cosa sono fatti i vestiti se le etichette si consumano nel tempo.

Non esiste una soluzione semplice al nostro problema delle materie plastiche, che si tratti di microfibre o materie plastiche monouso o del Great Pacific Garbage Patch. Per far fronte a tutto ciò occorreranno tempo, denaro, ingegno, cambiamento del comportamento individuale e - cosa più dura di tutte - far sì che le grandi aziende cambino i loro modelli di business. Perché in questo momento, la struttura capitalistica in cui viviamo tutti richiede una crescita costante per ogni azienda, e più veloce è la crescita, meglio è. Quindi, più plastica utilizziamo, più materiale consumiamo, meglio sarà per le nostre linee di fondo finanziarie, anche se è peggio per la nostra salute e la salute del pianeta.

Nota del redattore: questa storia è stata aggiornata con nuove informazioni da quando è stata scritta a settembre 2018.

Articoli Correlati