Disinfettanti: una guida per uccidere i germi nel modo giusto

Dai batteri resistenti ai farmaci alle epidemie di influenza e al COVID-19, le paure della salute sembrano dominare la notizia in questi giorni. In risposta, potresti andare alla ricerca di prodotti che affermano di sradicare batteri, virus e altri germi.

Tuttavia, non tutti questi disinfettanti sono efficaci contro ogni tipo di batterio o insetto. E sebbene possiamo pensare che questi prodotti ci mantengano sani, la verità è che alcuni potrebbero essere dannosi sia per la nostra salute che per l'ambiente.

Per aiutarti a scegliere il disinfettante giusto, di seguito forniamo alcuni pro e contro per una varietà di agenti anti-germi. Abbiamo anche aggiunto alcune note sul romanzo coronavirus SARS-CoV-2, che causa la malattia nota come COVID-19.

Questo coronavirus sembra diffondersi più comunemente da persona a persona attraverso le goccioline respiratorie, secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), di solito tra le persone che si trovano a circa 6 piedi (1, 8 metri) l'una dall'altra. La trasmissione del virus da superfici contaminate non è stata ancora documentata, osserva il CDC, ma le prove attuali suggeriscono che il virus può rimanere praticabile "per ore o giorni su superfici costituite da una varietà di materiali".

Per disinfettare le superfici, il CDC raccomanda una soluzione di candeggina o alcol per uso domestico (vedi sotto per i dettagli) e indica un elenco di prodotti disinfettanti registrati dalla US Environmental Protection Agency (EPA) che si sono qualificati per l'uso contro il nuovo coronavirus. Lavare con acqua o sapone è il modo migliore per eliminare il virus dalle mani, aggiunge l'agenzia, ma se il sapone e l'acqua non sono disponibili, può essere usato un disinfettante per le mani a base di alcool con almeno il 60% di alcol.

Candeggiare

La candeggina è un disinfettante relativamente economico e altamente efficace. Uccide alcuni dei batteri più pericolosi, tra cui stafilococco, streptococco, E. coli e salmonella, oltre a molti virus, tra cui l'influenza e il raffreddore comune. Dovrebbe anche funzionare sul nuovo coronavirus, secondo il CDC, che rileva che "la candeggina per uso domestico non scaduta sarà efficace contro i coronavirus se opportunamente diluita".

Nella sua guida per COVID-19, il CDC consiglia di utilizzare una soluzione di candeggina con 5 cucchiai (1/3 di tazza) di candeggina per gallone di acqua o 4 cucchiaini di candeggina per litro di acqua e seguendo le istruzioni del produttore per l'applicazione e la ventilazione.

Sebbene la candeggina possa essere un importante disinfettante in alcune situazioni, tuttavia, è anche un potenziale pericolo per la salute umana, in grado non solo di irritare i tessuti sensibili di occhi, pelle, bocca e gola, ma anche di contribuire a problemi respiratori a lungo termine come l'asma . La candeggina può anche essere pericolosa per gli animali domestici, la fauna selvatica e la salute ecologica. Esistono alternative più sicure nella disinfezione di salviette e spray per la pulizia, anche se queste scelte ecologiche potrebbero non essere altrettanto efficaci nell'uccidere batteri e virus. Si noti inoltre che entrambe le alternative di candeggina e candeggina hanno lo scopo di disinfettare le superfici e non devono essere utilizzate sulla pelle e che la candeggina non deve mai essere combinata con detergenti a base di ammoniaca o ammoniaca.

Sapone e acqua

Non correre semplicemente le mani rapidamente sott'acqua. (Foto: fizkes / Shutterstock)

Sapone e acqua puliscono i germi invece di ucciderli, ma è ancora un passo fondamentale nella riduzione delle infezioni, sottolinea il CDC. Lavarsi le mani con acqua e sapone è una delle principali raccomandazioni per limitare la diffusione del nuovo coronavirus, poiché sembra diffondersi principalmente da persona a persona attraverso goccioline respiratorie, che si trovano spesso sulle nostre mani e facilmente trasferibili sui nostri volti.

Gli scaffali dei negozi sono anche pieni di prodotti che vantano proprietà antimicrobiche, incluso il sapone antibatterico. C'è un malinteso comune, tuttavia, che il sapone antibatterico è efficace nell'eradicazione di tutti i germi. Sebbene il sapone antibatterico possa uccidere alcuni batteri, ci sono poche prove che sia più efficace del sapone normale e non offre alcuna protezione aggiuntiva dai virus.

In effetti, molti esperti di salute sconsigliano l'uso di prodotti antibatterici, poiché molti contengono un ingrediente potenzialmente dannoso chiamato triclosan, che alcune ricerche suggeriscono che sia un interferente endocrino. Inoltre, l'uso eccessivo di questi prodotti può contribuire alla resistenza agli antibiotici e all'aumento dei cosiddetti superbatteri.

Detergenti a base di ammoniaca

Sebbene possa essere una soluzione detergente più rispettosa dell'ambiente rispetto a molti altri prodotti, l'ammoniaca non è registrata come disinfettante dall'EPA. L'ammoniaca potrebbe uccidere la salmonella e l'E. Coli, ma non è una difesa efficace contro i pericolosi batteri stafilococco. E ricorda di non mescolare mai ammoniaca con candeggina.

Disinfettanti per le mani a base di alcol

I disinfettanti per le mani a base di alcool possono agire contro molti batteri e alcuni virus. (Foto: Singkham / Shutterstock)

L'alcol è stato a lungo usato come antisettico. L'alcool etilico in particolare è efficace contro una vasta gamma di batteri e anche alcuni virus, in particolare quelli noti come "virus avvolti". Questi virus - compresi influenza e coronavirus - sono avvolti in una membrana lipidica che può essere disturbata dall'alcol e da altri disinfettanti, inattivando così il virus. L'alcool potrebbe non essere utile, tuttavia, contro i virus che non hanno questa busta, come il norovirus.

Per la disinfezione delle superfici, il CDC consiglia di utilizzare una soluzione alcolica con almeno il 70% di alcol. Per i disinfettanti per le mani, suggerisce di usarne uno con almeno il 60% di alcol, sebbene sia preferibile lavarsi le mani con acqua e sapone. La Food and Drug Administration (FDA) americana ha messo in guardia i produttori di alcuni disinfettanti per le mani dal dichiarare che i loro prodotti possono prevenire infezioni come l'influenza, citando prove inadeguate. Se acquisti disinfettante per le mani, evita i prodotti che contengono triclosan. In alternativa all'acquisto, puoi anche creare il tuo disinfettante per le mani a casa.

Aceto

L'aceto può essere usato come alternativa alla candeggina più sicura per alcune applicazioni, come la pulizia, e la ricerca ha dimostrato che può essere efficace contro alcuni batteri e virus, compresa l'influenza. È anche biodegradabile. L'aceto non è un disinfettante registrato, tuttavia, e non uccide i batteri pericolosi come lo stafilococco.

Perossido di idrogeno

Il perossido di idrogeno ha proprietà antimicrobiche e può essere un efficace detergente per la casa. È anche altamente biodegradabile. Tuttavia, il perossido di idrogeno concentrato è estremamente pericoloso e deve essere usato come disinfettante solo a concentrazioni inferiori al 3%.

Bicarbonato di sodio

Sebbene il bicarbonato di sodio sia spesso usato come detergente domestico, è inefficace contro la maggior parte dei batteri, tra cui la salmonella, l'E. Coli. e stafilococco. Se sospetti che vi sia stata una contaminazione di uno di questi batteri, elimina il bicarbonato di sodio a favore di un prodotto registrato come disinfettante dall'EPA.

Olio dell'albero del tè

L'olio dell'albero del tè è un antisettico naturale e biodegradabile che può essere utile per il trattamento di piccoli tagli e ferite. Tuttavia, potrebbe non essere abbastanza forte da uccidere virus e batteri più potenti.

Nota del redattore: questo articolo è stato aggiornato con nuove informazioni da quando è stato pubblicato originariamente nel marzo 2013.

Articoli Correlati