Dove sono finite tutte le coccinelle?

La prossima volta che vedi una coccinella, fai un favore a un contadino. Tirare fuori il tuo smartphone, scattare foto e inviare le foto via e-mail con la posizione a John Losey.

Losey è il direttore del progetto Lost Ladybug e aggiungerà la tua foto alle oltre 34.000 immagini di coccinelle che ha ricevuto. Il progetto è uno sforzo scientifico cittadino che Losey ha esaurito il suo laboratorio alla Cornell University di Ithaca, New York, dove è professore associato di entomologia. Le coccinelle native sono in grave declino dalla metà degli anni '70 e Losey sta cercando di documentare dove vengono osservate le popolazioni rimanenti, dove non vengono viste, tutto per aiutare a determinare il motivo del loro declino.

"Non preoccuparti se le foto sono a fuoco e non selezionare automaticamente le immagini che invii", ha detto Losey, sottolineando che gli piacerebbe vedere tutte le foto delle coccinelle. "Non devono essere degni della copertina del National Geographic", ha aggiunto. Diverse specie di coccinelle - Losey le chiama "coleotteri" perché questi "insetti" sono in realtà membri della famiglia degli scarabei - hanno segni distinti e Losey ha detto che i membri del team di progetto possono quasi sempre identificare le specie indipendentemente dalla qualità della foto.

Un'altra considerazione importante per i cittadini scienziati, ha aggiunto Losey, è non solo cercare specie rare. "È altrettanto importante per noi sapere dove sono i rari come non lo sono", ha detto. "Inoltre, non importa se le tue foto sono di coccinelle native o non native", ha continuato. "Tutte le foto costituiscono importanti punti dati." (Scarica un modulo per l'invio di foto e per ottenere suggerimenti su come essere gli occhi di Losey e del suo team.)

Dal comune al raro

Una volta una presenza comune nei giardini, la coccinella a 9 macchie è diventata uno spettacolo raro. (Foto per gentile concessione di Todd A. Ugine)

Losey venne a conoscenza del declino delle coccinelle quando arrivò a Cornell nel 1997 come specialista in controlli biologici per le colture agricole. "Quando ho sentito che una coccinella non era stata vista a Long Island da 20 anni, mi è rimasta in testa", ha detto. "Mi chiedevo come potremmo passare dalle coccinelle così comuni a così rare." Qualcos'altro lo tormentava e aumentava il suo desiderio di studiare la condizione delle coccinelle. La coccinella a nove macchie, Coccinella novemnotata, è l'insetto dello stato di New York.

Curioso delle informazioni aneddotiche che le coccinelle erano scomparse a New York, Losey ha iniziato il progetto Lost Ladybug nel 2000 e ha iniziato a cercare risposte al loro declino. Ha cercato risposte attraverso sondaggi, nelle aule della scuola secondaria e conducendo vari blitz di coccinelle. La sua ricerca ha attirato finanziamenti della National Science Foundation e nel 2004 ha lanciato il sito web del progetto Lost Ladybug Project.

Man mano che il progetto si evolveva, Losey apprese che la scomparsa di questi piccoli insetti non si limitava a New York. La situazione era la stessa in tutto il paese. Le implicazioni, lo sapeva, erano significative.

Esistono oltre 4.500 specie di coccinelle in tutto il mondo e oltre 500 negli Stati Uniti. Quasi tutti sono predatori naturali che svolgono un ruolo critico nel controllo dei parassiti agricoli. Questi parassiti includono afidi (il cibo preferito delle coccinelle), scaglie, mosche bianche e acari di ragno. Durante la sua vita, una coccinella può consumare fino a 5.000 afidi. Il loro vorace appetito è stato fondamentale per controllare i parassiti sulle colture foraggere come erba medica e trifoglio e colture alimentari come grano e patate, ha detto Losey.

Coccinelle invasive

La coccinella asiatica, Harmonia axyridis, potrebbe aver contribuito a ridurre la popolazione di coccinelle native americane. (Foto: Stu's Images / Wikimedia Commons)

Gli scienziati non sono stati in grado di determinare la causa esatta della diminuzione delle coccinelle native. Alcuni studi hanno rilevato che il declino di diverse specie autoctone corrisponde generalmente all'aumento e alla diffusione della coccinella a sette macchie dall'Europa ( Coccinella septempunctata ). Fu importato e rilasciato più volte e in diversi luoghi dagli anni '50 fino alla fine degli anni '70, secondo Robert Gordon, un entomologo in pensione dell'USDA. La coccinella asiatica ( Harmonia axyridis ) è stata rilasciata negli Stati Uniti più volte dal 1916 sulle coste est e ovest e lungo il Golfo del Messico, secondo Gordon.

Tuttavia, altri scienziati affermano che ci sono prove circostanziali che queste due coccinelle non native siano state accidentalmente introdotte nei porti di spedizione in Nord America. Sostengono anche che non è chiaro se queste introduzioni, per quanto si siano verificate, abbiano avuto successo. Indipendentemente da come sono arrivati, Losey sostiene che le coccinelle non native sono proliferate con così tanto successo che hanno spinto le coccinelle native fuori dai campi agricoli e in aree non agricole, anche se accetta che non ci sia un accordo generale su questa teoria.

Di conseguenza, le popolazioni di alcune coccinelle native sono ora notevolmente ridotte e sono piccole, isolate e sparse, ha detto Losey. "Le piccole popolazioni sparse generalmente indicano che una specie è in una spirale discendente", ha detto. Sulla base di ciò che è accaduto con altri organismi che hanno affrontato tipi simili di frammentazione della popolazione, questo non è un buon segno per le coccinelle native, ha aggiunto Losey.

Popolazioni cicliche

Tuttavia, la ricerca ha prodotto alcuni risultati che gli danno motivo di sperare per la piccola coccinella. "Occasionalmente riceviamo segnalazioni di avvistamenti rari in anni consecutivi, e quando ciò accade indica che le popolazioni, sebbene piccole e isolate, sembrano stabili", ha detto. Questo gli dà ottimismo a breve termine. Se il team del progetto può dimostrare che sta contribuendo a stabilizzare ulteriormente queste popolazioni, ha detto che si sentirà più ottimista a lungo termine.

Ci sono anche altri motivi per cui Losey trova speranza nella salute delle importanti colture agricole della nazione e nel futuro delle coccinelle native. Mentre le coccinelle svolgono un ruolo importante nella soppressione degli insetti nocivi, molti altri predatori e parassitoidi predano anche gli afidi nei campi agricoli. Losey concorda anche con altri scienziati sul fatto che le specie di coccinelle introdotte sono dovute a un loro declino.

Come aiutare

I ricercatori hanno bisogno di aiuto per rintracciare le popolazioni di coccinelle per il progetto Lost Ladybug. (Foto: Christian Musat / Shutterstock)

Se desideri aiutare a preservare le specie di coccinelle native e ripristinare le popolazioni delle specie in declino più grave, Losey ti invita a partecipare al suo progetto scientifico cittadino. Chissà, forse potresti avere la stessa fortuna di Peter Priolo che ha trovato una coccinella a nove macchie a Long Island nel 2011. È stato il primo avvistamento documentato a New York in 29 anni. È uno dei soli 285 avvistamenti di questa specie una volta comune che sono stati segnalati al Lost Ladybug Project da qualsiasi parte del Nord America.

Losey incoraggia le persone a cercare coccinelle nei loro cortili, giardini, parchi o passeggiate all'aperto e spedire le loro foto al progetto Lost Ladybug. Se vuoi fare di più, potresti diventare uno di quelli che Losey chiama i suoi super spotter. "Queste sono persone molto, molto interessate al progetto", ha detto Losey. "Oltre a inviare centinaia di foto, e anche mille in un caso, questi volontari tengono discorsi locali sulle coccinelle", ha detto Losey. Se sei interessato a diventare un super-spotter, invia un'email a Losey all'indirizzo

Tutti questi sforzi, ha affermato Losey, stanno aiutando il team di progetto a farsi un'idea di dove si trovano le specie autoctone in termini di nuove gamme e distribuzioni. Quella foto, disse Losey, si sta riunendo sotto forma di una mappa nazionale delle popolazioni di coccinelle. Alcuni volontari riceveranno anche una ricompensa speciale per aiutare il progetto a capire cosa sta succedendo alle coccinelle. Losey contatterà alcuni di loro per liberare gli indigeni allevati in laboratorio.

Articoli Correlati