Fauna selvatica in periferia: il fotografo osserva crescere i kit di volpi

Le volpi hanno attirato un po 'di attenzione ultimamente, dalla canzone stick-in-your-mind-like-glue "What Does The Fox Say" alla volpe che è stata vista fluttuare intorno a Capitol Hill di recente e che ha persino il suo flusso Twitter . Ma quanto possiamo davvero vedere della vita quotidiana di una famiglia di volpi? La fotografa naturalista Melissa Groo può fornirci alcuni dettagli su come crescere come una volpe rossa, mentre ha trascorso un'intera stagione con una famiglia di loro, osservando i kit crescere e imparare le corde.

Un paio di amici hanno fatto sapere a Groo che una coppia di volpi rosse era passata sotto un capanno nel cortile di qualcuno a Lansing, New York. Ha installato un pop-up cieco abbastanza vicino da vedere la vita quotidiana della famiglia ma abbastanza lontano da non disturbarli nel loro comportamento naturale. Ha trascorso settimane controllando gli adulti e i kit, fotografandoli e imparando molto sulla vita della famiglia di volpe nel processo. Ecco le sue parole e immagini:

"L'ho preso il primo o il secondo giorno in cui li ho fotografati. L'equipaggio originale. Quando mi avvicinavo al cieco ad ogni visita, se le volpi erano in vista, mi guardavano con diffidenza, ma una volta che ero fuori dalla vista, loro sembrava non rendermi conto di me, anche se a volte quando sentivano il clic della mia macchina fotografica, mi guardavano da parte a parte. Una nota triste, quando ho smesso di fotografarli, erano rimasti solo tre kit. Uno è stato ucciso da un auto; un destino simile potrebbe essere stato incontrato dagli altri, poiché la strada vicina era molto trafficata, anche se ci sono una serie di altre minacce alle volpi. La durata media di una volpe rossa in natura è solo una e da mezzo a due anni ".

"Col passare del tempo, sono diventati sempre più avventurosi, avventurandosi più lontano dalla tana, a volte da solo, a volte seguendo mamma o papà. Li ho visti affinare le loro tecniche di caccia, inseguirsi e avventarsi l'un l'altro e portare in giro prede morte. I ha anche notato che i kit sono diventati sempre più feroci in gioco, come se ci fosse un crescente margine di competizione tra di loro ".

"Sono stato colpito dal numero di kit di volpi che assomigliavano ai cuccioli, nel loro gioco, nella loro curiosità, nella loro instabilità. Mi hanno rubato il cuore. Ho visto una volpe giocare con una foglia per circa 10 minuti, lanciandola in aria e catturandola. Non sorprende che siano simili ai cani, naturalmente, come lo sono nella famiglia dei Canidi. Penso che uno dei motivi per cui le volpi siano così affascinanti per noi sia che sono una specie di animale da ponte tra i nostri cani domestici e la pura natura selvaggia ".

"Penso che quello che ho trovato più interessante sia che era il padre a essere quasi sempre con i kit. La madre era spesso assente. So che per una parte del tempo stava certamente cacciando, mentre la fotografavo mentre portava a casa preda almeno una volta, ma a quanto pare questa è una divisione comune del lavoro una volta che i kit lasciano la tana dopo le prime 5 settimane circa di vita.Il padre cura costantemente i kit e il suo modo tenero con loro è stato molto toccante per me. "

"Ho sempre dovuto ridere quando vedevo la madre o il padre tornare da un'assenza. I kit sarebbero stati completamente estatici e sarebbero balzati su tutto l'adulto. A volte un kit assumeva una postura sottomessa mentre si avvicinava all'adulto che ritorna, accovacciato, rimettendo le orecchie e scoprendo i denti. E a volte si vergognava di sottomettersi quando i suoi saluti chiassosi infastidivano l'adulto, in particolare il padre, che ringhiava, sottomettendolo rapidamente. Ma direi che i miei momenti preferiti sono stati quando il padre e uno o due dei suoi kit si sarebbero rannicchiati insieme, prendendosi un momento di tranquillità e guardando perfettamente riposo e contenuto. "

"Solo trascorrendo molte ore con un animale, osservando ogni sua mossa e interazione, si può iniziare a capire anche solo una piccola parte di come è la sua vita. Voglio raccontare storie di animali attraverso la mia fotografia, storie che illustrano quanto noi abbiamo in comune con gli altri animali tra cui viviamo. Voglio essere un "biografo della fauna selvatica", come un giorno un giovane amico di mia figlia mi ha chiamato. Voleva dire "fotografo naturalista", ma nel momento in cui ha detto che sono caduto innamorato dell'etichetta. Sì, ho pensato, ecco, è quello che voglio essere. "

"Non ci sono" noi "e" loro ". Esiste solo" noi "e tutto ciò che facciamo è interconnesso. Lo scrittore Henry Beston lo ha detto più eloquentemente di quanto io abbia mai potuto fare nella sua famosa citazione:

Abbiamo bisogno di un altro concetto più saggio e forse più mistico di animali. Lontano dalla natura universale e vivente da artificio complicato, l'uomo nella civiltà sorveglia la creatura attraverso il vetro della sua conoscenza e vede così una piuma ingrandita e l'intera immagine in distorsione. Li patrociniamo per la loro incompletezza, per il loro tragico destino per aver preso forma così sotto di noi. E qui sbagliamo. Perché l'animale non deve essere misurato dall'uomo. In un mondo più vecchio e più completo del nostro, si muovono finiti e completi, dotati dell'estensione dei sensi che abbiamo perso o mai raggiunto, vivendo di voci che non sentiremo mai. Non sono fratelli, non sono sottotitoli: sono altre nazioni, catturate con noi stessi nella rete della vita e del tempo, compagni prigionieri dello splendore e del travaglio della terra.

Penso che sia molto importante educare le persone alla fauna selvatica suburbana e urbana. Questi animali stanno lottando così duramente per sopravvivere in contesti sempre più difficili. Abbiamo invaso il loro habitat, non viceversa, e dovremmo cercare di accoglierli nel miglior modo possibile ".

"Dai alla tana di volpe un ampio ormeggio durante le prime 5 settimane di vita dei kit. Durante questo periodo non emergono e vengono costantemente allattati dalla madre. La volpe del padre andrà e verrà, portando cibo alla madre È noto che le volpi muovono le loro tane di tanto in tanto e la tua stretta presenza può angosciarle inutilmente e farle muovere mentre i kit sono ancora molto vulnerabili. Una volta che i kit sono in circolazione, se si tratta di un ambiente urbano o suburbano per cominciamo e le volpi sono abituate alla presenza umana, allestiscono un pop-up per scopi di osservazione e / o fotografia. Puoi trovare quelli a prezzi ragionevoli nei cataloghi di caccia. Un'altra opzione è quella di installare una trailcam su un albero vicino. O per non disturbare, basta guardare attraverso il binocolo o un cannocchiale dalla finestra se sei abbastanza fortunato da avere una visuale sulla tana da casa tua! "

"Non nutrire mai le volpi selvatiche per cercare di avvicinarle. Una volpe nutrita è una volpe morta. Arriveranno a fidarsi delle persone e persino a cercarle, per dispense, e ci sono molte persone che useranno il l'opportunità di sparare a loro, vedendoli come un parassita o un pericolo. Se c'è una famiglia di volpi nella tua proprietà, chiedi alla comunità circostante di guidare con più attenzione almeno fino a quando i kit non si disperdono. Documenta la storia della tua famiglia di volpi e trova il modo di condividi quella storia nella tua comunità, per educare le persone sulle gioie di guardare una famiglia di volpi e su come celebrare la natura selvaggia in mezzo ai nostri contesti urbani ".

Guarda altre foto di Melissa Groo, incluse immagini pluripremiate, sul suo sito web. Puoi anche prenderla su Facebook.

Altri post correlati sul sito:

  • La volpe e il segugio nella vita reale combattono l'industria della pelliccia
  • Guarda: Baby Fox si avvicina alle persone che chiedono aiuto
  • Rivelata l'arma da caccia segreta della volpe rossa

Articoli Correlati