Fonti naturali di azoto per il tuo giardino

Di recente, le foglie delle mie bellissime piante di geranio hanno iniziato a sembrare molto meno belle. In effetti erano decisamente gialli ai bordi. E con l'incantesimo secco che abbiamo avuto, il colore "spento" sicuramente non era dovuto all'eccessivo assorbimento. Quando ho controllato le risposte su Internet, mi è sembrato che il problema con le mie posizioni potesse essere la mancanza di azoto. Questo minerale è uno dei nutrienti più importanti per le piante, necessario per la loro produzione di proteine, aminoacidi e DNA. Così ho chiamato l'esperta di giardinaggio più esperta che conosco - mia madre - per consigli su come integrare naturalmente la dieta dei miei gerani e dare loro l'azoto che bramano. La sua risposta immediata: "I fondi di caffè".

Fondi di caffè

La mamma aveva ragione. Gratuiti e prontamente disponibili, i fondi di caffè sono un modo eccellente per aggiungere azoto al tuo giardino. Nel processo di decomposizione, i resti della tua tazza mattutina di java emettono azoto, insieme a fosforo e potassio. Mescola delicatamente i terreni nel terreno o aggiungili alla pila di compost. In quest'ultimo caso, assicurati che siano abbastanza asciutti in modo da non interferire con la qualità aerobica del tuo heap. Sebbene i chicchi di caffè siano naturalmente acidi, il processo di fermentazione neutralizza il loro contenuto di acido a una cifra insignificante.

Compost di azoto superiore

Parlando di compostaggio, è un ottimo modo per ridurre le discariche e riempire la terra. Tuttavia, il tipico mix di materiali compostabili potrebbe non contenere abbastanza azoto per colture che amano l'azoto come pomodori, spinaci, cavoli, mais e patate. Le sostanze ad alto contenuto proteico e le verdure fresche sono le migliori per aumentare il livello di azoto del compost. Alcuni esempi sono erba medica, semi di cotone o farina di soia; letame compostato o escrementi di pollo; ritagli di prato freschi (privi di diserbanti o pesticidi) e scarti di frutta e verdura freschi. Anche l'alga è una buona fonte, sebbene sia necessario un periodo di circa quindici settimane perché il suo contenuto di cellulosa si abbassi abbastanza da rilasciare azoto. Tieni presente che il tuo comune potrebbe avere delle norme relative ai tipi di materiali consentiti nel tuo cumulo di compost. Questa non è una restrizione arbitraria, ma progettata per un efficace controllo dei parassiti e altre grandi città.

Saggia semina

Un altro modo per arricchire il terreno del tuo giardino con azoto è un'attenta gestione delle colture. Ruota le tue colture, seguendo una verdura o un fiore ad alto consumo di azoto con uno che ha bisogno di molto meno di questo minerale. O piantare un raccolto di legumi di copertura - piante come piselli, fagioli, erba medica o trifoglio. Queste leguminose colture di copertura, piantate all'inizio della primavera o in autunno, sono eccellenti ai fini della fissazione dell'azoto - depositando azoto assorbito dall'aria nei loro noduli radicolari. Basta tagliare i legumi prima che fioriscano e diventino legnosi; quindi scavare le piante sotto per lavorare quell'azoto nella terra dove lo si desidera. Questo processo aiuta anche ad allentare e aerare il terreno.

Attenzione

L'applicazione eccessivamente entusiasta dell'azoto può essere controproducente. Può stimolare le piante come i pomodori a crescere in modo sproporzionato, dando luogo a steli forti e sani e frutta stentata, e potrebbe anche bruciarli, specialmente se viene a contatto con le loro foglie. Quantità eccessive di azoto possono penetrare o defluire nei sistemi idrici vicini, causando una crescita accelerata delle alghe. Queste alghe producono tossine e batteri, rendendo l'acqua colpita pericolosa da bere. Inoltre, diminuisce o elimina totalmente l'ossigeno nell'acqua, con malattie e morte per la popolazione ittica come conseguenza devastante.

Metti alla prova il tuo terreno prima di arricchirlo con azoto e applica il minerale in piccole quantità. Usare il pacciame per ridurre il deflusso. Per la consulenza di esperti, consultare l'agente di estensione della contea presso un'università di concessione di terra nella tua zona.

Correlato sul sito:

  • Come coltivare fagioli e piselli migliori
  • Lo sporco sui lombrichi
  • Una guida per il giardiniere per la prima volta
Originariamente Laura Firszt ha scritto questa storia per Networx. È ripubblicato con il permesso qui.

Articoli Correlati