Gli alberi vanno a "dormire" di notte, mostrano nuovi studi

La prossima volta che decidi di fare una passeggiata di mezzanotte nella foresta, fai attenzione ai tuoi passi. Gli alberi dormono.

Questa è l'affascinante conclusione tratta da un team di scienziati austriaci, finlandesi e ungheresi che volevano sapere se gli alberi seguivano cicli diurni / notturni simili a quelli osservati in piccole piante. Utilizzando scanner laser puntati su due alberi di betulla, gli scienziati hanno registrato cambiamenti fisici indicativi di un sonno notturno, con le punte dei rami di betulla che si abbassavano di ben 4 pollici verso la fine della notte.

"I nostri risultati mostrano che durante la notte l'intero albero cade, che può essere visto come un cambiamento di posizione in foglie e rami", ha dichiarato Eetu Puttonen dell'Istituto finlandese di ricerca geospaziale. "I cambiamenti non sono troppo grandi, solo fino a 10 cm per alberi con un'altezza di circa 5 metri, ma sono stati sistematici e ben precisi nella precisione dei nostri strumenti."

Un albero di betulla di notte (a sinistra) vede cadere più rami che durante il giorno (a destra). (Foto: Eetu Puttonen / Università della tecnologia di Vienna, TU Vienna)

In un articolo pubblicato questo mese su Frontiers in Plant Science, gli scienziati hanno spiegato come hanno scansionato due alberi, uno in Finlandia e un altro in Austria. Entrambi gli alberi sono stati scansionati in modo indipendente, nelle notti calme e intorno all'equinozio solare per garantire una durata della notte simile. Mentre i rami dell'albero sembravano cadere più in basso poco prima dell'alba, sono tornati alla loro posizione originale in poche ore.

I ricercatori ritengono che l'effetto di caduta sia causato da una diminuzione della pressione interna dell'acqua dell'albero, un fenomeno noto come pressione del turgore. Senza fotosintesi di notte per guidare la conversione della luce solare in zuccheri semplici, gli alberi probabilmente conservano energia rilassando i rami che altrimenti verrebbero inclinati verso il sole.

"È stato un effetto molto chiaro e applicato a tutto l'albero", ha detto a New Scientist András Zlinszky del Center for Ecological Research di Tihany, in Ungheria. "Nessuno ha mai osservato questo effetto prima della scala di alberi interi e sono rimasto sorpreso dall'entità dei cambiamenti."

Successivamente il team accenderà i laser su altre specie forestali per vedere se anche loro mostrano un ritmo circadiano. "Sono sicuro che si applicherà ad altri alberi", ha aggiunto Zlinszky.

Articoli Correlati