Gli anacardi grezzi non sono quello che ti aspetteresti

È una stranezza della vita moderna che tu possa mangiare un cibo per anni e non sapere mai da che parte viene la pianta. Potresti non sapere se la frutta, la verdura o la noce che stai mangiando provengono da un albero, un cespuglio o una radice. Potresti non riconoscerlo appeso davanti a te.

Non avevo mai visto una pianta di cacao fino a quando non vivevo alle Hawaii - i suoi semi marrone scuro sono racchiusi in un bianco candido, un frutto leggermente dolce, il tutto impacchettato ordinatamente sotto un esterno marrone melone. A meno che non mi fosse stato detto, non avrei mai immaginato cosa c'era dentro. E nonostante fossi seduto al ginocchio di mio nonno da bambino, scegliendo gli anacardi miti e grassi dalle noci miste, non ho mai saputo che aspetto avessero prima di essere raccolti.

Solo sei anni fa, quando ero in un mercato locale delle Barbados, ho visto l'aspetto degli anacardi subito dopo essere stato raccolto dall'albero. Quando ho imparato come sono cresciuti, ho finalmente capito perché sono così costosi.

Un frutto o una noce?

Gli anacardi sono originari del Brasile, ma furono esportati in India nel 1550 e ora sono considerati una parte tradizionale della cucina indiana. Gli anacardi sono coltivati ​​in tutto il mondo, poiché gli alberi sempreverdi che li producono possono essere coltivati ​​in una varietà di climi tropicali. La loro prelibatezza è stata a lungo apprezzata dal popolo brasiliano, che mangia sia la noce che il "frutto", che, come puoi vedere dall'immagine sopra e nel dipinto sotto, è appeso sopra l'anacardio incassato.

Dipinto tra il 1641 e il 1644 "Mameluca Woman under a Fruiting Anacardio" fu creato dal ritratto olandese e pittore di nature morte Albert Ekhout, che fu uno dei primi pittori europei a recarsi nelle Americhe. (Foto: Albert Eckhout [dominio pubblico] // Wikimedia Commons)

Metto "frutta" tra virgolette perché i bulbi colorati rossi o gialli sopra ogni anacardio (il vero seme dell'albero) sono botanicamente conosciuti come un frutto accessorio, uno pseudofruit o un falso frutto. Non è affatto un vero frutto. Questo perché, a differenza di una mela o una pera, non contiene semi. Tuttavia, viene comunemente chiamata "anacardio" in inglese e può essere consumata cruda o trasformata in marmellate o succhi di frutta.

Il succoso falso frutto ha il sapore di un incrocio tra un mango e un pompelmo, anche se è improbabile che tu l'abbia mai visto in un supermercato perché ha una buccia molto sottile, il che significa che è difficile da trasportare.

Intorno alla parte che ci piace mangiare è un doppio guscio che contiene tre cose che sicuramente non vogliamo mangiare:

  • resina fenolica, che può essere utilizzata come insetticida
  • acido anacardico, grave irritante per la pelle
  • urushiol, una sostanza correlata all'acido anacardico che si trova anche nell'edera velenosa

A proposito, gli anacardi sono legati all'edera velenosa. Condividono anche una linea familiare con pistacchi e mango, entrambi contenenti urushiol nelle loro pelli o esterni (ma non nella parte commestibile).

Una volta che arrostisci o riscaldi correttamente un anacardio, le tossine vengono distrutte. Quindi, anche se acquisti anacardi crudi - che producono un latte delizioso, se ti piacciono i latticini - sono stati riscaldati abbastanza per essere sicuri.

Dopo un trattamento termico, lo strato esterno deve essere rimosso e un guscio duro interno deve essere rotto prima di trovare l'interno delizioso, cremoso e anacardio. Guarda il laborioso processo in questo video; i nostri antenati devono aver attraversato molte prove ed errori per capirlo.

Un prezzo da pagare

È a causa della natura di questa lavorazione a più fasi - e del fatto che solo una noce viene attaccata a ciascun frutto - che gli anacardi sono più costosi di altre noci. Questo non è l'unico costo più elevato: ci sono molte violazioni dei diritti umani legate all'allevamento degli anacardi. Associa un raccolto di alto valore alla politica dei paesi in via di sviluppo e otterrai uno sfortunato risultato. Lo scrittore di Telegraph Bee Wilson riferisce che alcuni gruppi li chiamano "anacardi" per il loro legame con i maltrattamenti dei lavoratori.

Ricorda la pelle irritante? Secondo The Telegraph:

Molte delle donne [in India] che lavorano nell'industria degli anacardi hanno danni permanenti alle mani da questo liquido corrosivo, perché le fabbriche non forniscono abitualmente guanti. Per i loro dolori guadagnano circa 160 rupie per un giorno di 10 ore: $ 2, 25. Le condizioni in Vietnam potrebbero essere persino peggiori rispetto all'India. Gli anacardi a volte vengono bombardati dai tossicodipendenti nei campi di lavoro forzato, che vengono picchiati e sottoposti a scosse elettriche.

Quindi, come sempre, tieni d'occhio il sigillo del commercio equo o la certificazione biologica quando acquisti anacardi, ora la terza noce dell'albero più consumata negli Stati Uniti - e per una buona ragione. Gli anacardi sono molto ricchi di minerali, in particolare magnesio e, come altre noci, hanno benefici per la salute del cuore se consumati regolarmente.

Articoli Correlati